Elezioni parlamentari in Grecia del giugno 2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elezioni parlamentari in Grecia del giugno 2012
Stato Grecia Grecia
Data 17 giugno
Antonis Samaras October 2014.jpg Alexis Tsipras die 16 Ianuarii 2012.jpg Venizelos in Vienna (2014).jpg
Leader Antōnīs Samaras Alexīs Tsipras Evangelos Venizelos
Partito Nuova Democrazia SYRIZA PASOK
Voti 1.825.497
29,66 %
1.655.022
26,89 %
756.024
12,28 %
Seggi
129 / 300
71 / 300
33 / 300
Greek legislative elections June 2012 map.svg
Primo ministro
Antōnīs Samaras
Left arrow.svg 2012 (Mag.) 2015 (Gen.) Right arrow.svg

Le elezioni parlamentari in Grecia del giugno 2012 si sono tenute il 17 giugno. Le consultazioni sono avvenute solo dopo un mese le precedenti elezioni, a seguito delle quali non si era potuta costituire alcuna maggioranza parlamentare.

Procedure per il voto[modifica | modifica wikitesto]

In Grecia il voto è obbligatorio[1]; comunque nessuna delle sanzioni previste dalla legge è stata usata nei confronti dei non-votanti[2][3]. I 300 seggi del Parlamento Ellenico sono stati distribuiti così: 250 seggi sono stati assegnati con il metodo proporzionale con una percentuale minima (sbarramento) per accedere al Parlamento del 3%; i restanti 50 seggi sono stati assegnati automaticamente al partito (non alla coalizione) che ha ricevuto più voti.

Per avere la maggioranza parlamentare un partito o una coalizione dovrebbe controllare 151 seggi su 300. Le schede bianche o nulle, così come i voti per le forze politiche che non hanno raggiunto lo sbarramento del 3% non sono state conteggiate per l'assegnazione dei seggi[4].

Sondaggi[modifica | modifica wikitesto]

Election results and opinion polls in Greece (May-June 2012).png

I sondaggi pubblicati dopo le precedenti elezioni mostrano come, in un primo momento, SYRIZA era diventato il primo partito greco[5][6]. In seguito, però, Nuova Democrazia, già uscita vincente dalle precedenti elezioni ma senza maggioranza in Parlamento, sembra essere tornata nuovamente il partito più votato dai greci.[7]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Liste[8] Voti % Seggi
Nuova Democrazia (ND) 1.825.497 29.66 129
Coalizione della Sinistra Radicale (SYRIZA) 1.655.022 26,89 71
Movimento Socialista Panellenico (PASOK) 756.024 12,28 33
Greci Indipendenti (ANEL) 462.406 7,51 20
Alba Dorata (XA) 426.025 6.92 18
Sinistra Democratica (DIMAR) 384.986 6,25 17
Partito Comunista di Grecia (KKE) 277.227 4,50 12
Raggruppamento Popolare Ortodosso (LAOS) 97.099 1,58 -
Altri 271.178 4,41 -
Totale 6.155.464 100,00 300

Fonte: Ta nea Online

Dopo 3 giorni di consultazioni, Antōnīs Samaras di ND forma un governo con l'appoggio esterno di PASOK e DIMAR[9][10]. Il 9 luglio il governo di Samaras ottiene la fiducia del Parlamento Ellenico[11][12] con 179 voti su 300.

Composizione del Parlamento Ellenico dopo le elezioni[modifica | modifica wikitesto]

Composizione attuale (Giugno 2012) del Parlamento Ellenico: GOVERNO

     Nuova Democrazia: 129 seggi

     Movimento Socialista Panellenico: 33 seggi (appoggio esterno)[13]

     Sinistra Democratica: 17 seggi (appoggio esterno)[14]


OPPOSIZIONE UFFICIALE

     Coalizione della Sinistra Radicale: 71 seggi


ALTRA OPPOSIZIONE

     Greci Indipendenti: 20 seggi

     Partito Comunista di Grecia: 12 seggi

     Alba Dorata: 18 seggi

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]