Elezioni legislative in Francia del 2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Elezioni legislative in Francia del 2012
Stato Francia Francia
Data 10 e 17 giugno 2012
Legislatura XIV
Legge elettorale Scrutinio uninominale maggioritario a doppo turno
Affluenza primo turno: 57,20 %
secondo turno: 55,40 %
Ayrault.jpg UMP regional elections Paris 2010-01-21 n9.jpg
Leader Jean-Marc Ayrault Jean-François Copé
Partito SOC · DVG · VEC · DRG UMP · DVD · NCE · PRV · ALLI
Coalizione Maggioranza presidenziale Centro-destra
I turno 10.347.043
39,87 %
8.994.349
34,66 %
II turno 11.497.651
49,93 %
10.161.218
44,12 %
Seggi 331 229
Differenza seggi Green Arrow Up.svg119[1] Red Arrow Down.svg116
Législatives 2012 - Élus (par nuance politique).png
Assemblee2012etiquetes.png
Primo ministro uscente
Jean-Marc Ayrault
Left arrow.svg 2007 2017 Right arrow.svg
Logo ufficiale delle elezioni legislative del 2012
Mappa dei risultati
Rappresentazione grafica dei risultati:

      Fronte di Sinistra: 10 seggi

      Partito Socialista: 280 seggi

      Partito Radicale di Sinistra: 12 seggi

      Europa Ecologia I Verdi: 17 seggi

      Divers Gauche: 22 seggi

      Regionalisti: 2 seggi

      Il Centro per la Francia: 2 seggi

      Nuovo Centro: 12 seggi

      Partito Radicale: 6 seggi

      Divers Droite: 15 seggi

      Alleanza Centrista: 2 seggi

      Unione per un Movimento Popolare: 194 seggi

      Fronte Nazionale: 2 seggi

      Estrema Destra : 1 seggio

Le elezioni legislative francesi del 2012 si sono tenute il 10 (primo turno) e il 17 giugno (secondo turno). Esse hanno visto la vittoria del Partito Socialista, nell'ambito della coalizione di sinistra Maggioranza presidenziale. Primo ministro è stato riconfermato Jean-Marc Ayrault.

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

Queste elezioni legislative fanno parte della stessa sequenza elettorale che comprende le elezioni presidenziali del 2012; in effetti, con la riforma costituzionale del 2000 e l'instaurazione del quinquennato presidenziale, le elezioni legislative si tengono 5 settimane dopo quelle presidenziali.

Queste elezioni legislative sono marcate da due cambiamenti importanti, dovuti alla modifica costituzionale del 23 luglio 2008:

  • la nuova divisione dei collegi elettorali, effettuata nel 2010, per adeguare le circoscrizioni elettorali alle modificazioni demografiche, e
  • l'elezione per la prima volta di 11 deputati rappresentanti i Francesi all'estero; mantenendo sempre il numero di 577 deputati.

Anche a seguito della vittoria di François Hollande alle elezioni presidenziali in Francia del 2012, i sondaggi prevedono che le elezioni legislative vedranno la vittoria della maggioranza presidenziale.

Cinque scenari erano ipotizzati:[2]

I sondaggi sono contradditori e danno alternativamente i partiti della maggioranza presidenziale di sinistra (PS-EELV-PRG) o del centro-destra (UMP-NC) in testa al primo turno[4]; tuttavia, a causa della spinta elettorale del Fronte Nazionale, il numero di elezioni triangolari aumenterebbe di molto, e ciò permetterebbe alla sinistra di ottenere una maggioranza[5].

Il ballottaggio alla francese alle legislative non è tra i primi due candidati in testa, ma tra tutti i candidati che hanno superato lo sbarramento del 12,5% degli elettori iscritti; quindi se in un collegio un duello UMP-PS vedrebbe vincente il canditato UMP, nello stesso collegio un eventuale triello FN-UMP-PS vedrebbe con tutta probabilià prevelere il candidato PS, perché tutta la sinistra voterebbe per lui, mentre la destra (maggioritaria) sarebbe divisa tra due candidati.

Elezioni[modifica | modifica wikitesto]

Estrema sinistra

L'estrema sinistra comprende diversi partiti: Lotta Operaia (affiliato a Combat ouvrier alle Antille francesi), Nuovo Partito Anticapitalista, Parti ouvrier indépendant; presentandosi separati e non uniti, non ottengono alcun seggio.

Fronte di Sinistra

Il Fronte di Sinistra è una coalizione che comprende diversi partiti, anche se tra i due turni delle elezioni presidenziali aveva inviato a votare Hollande contro Sarkozy, non sono in coalizione con la maggioranza presidenziale. Alla fine il Fronte di Sinistra elegge 10 deputati così divisi: 7 per il Partito Comunista Francese, 1 per il Partito di Sinistra e 2 per la Fédération pour une alternative sociale et écologique; ma riesce a creare un gruppo parlamentare grazie all'ingresso di 3 deputati divers gauche e dei 2 deputati MIM.

Europa Ecologia I Verdi

Europa Ecologia I Verdi presenta dei candidati in quasi tutte le circoscrizioni, ma in accordo con il PS con il quale aveva fatto un accordo elettorale. Alla fine EELV ottiene 17 deputati e può così costituire un gruppo parlamentare autonomo, composto da 18 deputati (il 18º è Paul Molac dell'UDB).

Partito Socialista e alleati

Il Partito Socialista presenta o sostiene dei candidati in tutte le circoscrizioni. Il PS aveva passato degli accordi elettorali con EELV, con il PRG e con altri partiti minori di sinistra. Alla fine il PS ottiene 278 deputati, a cui aggiungere i 2 deputati dei partiti affiliati eletti in Guyana francese e può contare su un gruppo parlamentare di 294 deputati (278 PS, 2 guyanesi e 14 divers gauche). Il PRG ottiene 12 eletti, ma grazie ad altri 4 deputati (eletti in altre liste minori divers gauche) può creare un gruppo parlamentare.

Centre pour la France

Il Movimento Democratico lancia il cartello elettorale Centre pour la France, con l'obiettivo di allargare la propria base elettorale includendo anche altri movimenti centristi; inoltre sostiene alcuni candidati del Nuovo Centro, dell'Alleanza Centrista, del Partito Radicale o del Partito Radicale di Sinistra in funzione dei contesti locali. Alla fine il Movimento Democratico ottiene 2 deputati. Il suo leader François Bayrou è battuto nel suo collegio (che deteneva dal 1986) in un triangolare UMP-MD-PS dal candidato PS; in passato l'UMP non poneva dei candidati contro Bayrou nel suo collegio, stavolta invece si, in reazione al sostegno di Bayrou a Hollande contro Sarkozy.

Partiti di centro-destra

Il centro-destra è composto da diversi partiti: principalmente Nuovo Centro, Alleanza Centrista e Partito Radicale, a cui aggiungere diversi partiti minori classificati come divers droite. Complessivamente questi partiti (DVD - MPF - DLR + NCE + PRV + ALLI) eleggono 32 deputati e creano il gruppo parlamentate dell'Unione dei Democratici e degli Indipendenti (UDI).

Unione per un Movimento Popolare

L'Unione per un Movimento Popolare presenta 501 candidati, i rimanenti sono in funzione degli accordi con gli altri partiti di centro-destra: in particolare col Partito cristiano-democratico e il Centro Nazionale degli Indipendenti e dei Contadini, ma anche con Nuovo Centro, République solidaire, Partito Radicale, ecc.

Debout la République

Debout la République presenta cira 300 candidati in tutta la Francia; alla fine otterrà 2 seggi: Nicolas Dupont-Aignan e François-Xavier Villain.

Rassemblement bleu Marine

Il Fronte Nazionale lancia il cartello elettorale Rassemblement bleu Marine (RBM), con l'obiettivo di allargare la propria base elettorale includendo anche altri movimenti di estrema destra. Sotto questa etichetta vi sono candidati provenienti dal Fronte Nazionale, da Souveraineté, identité et libertés (SIEL) ma anche candidati indipendenti. Alla fine sono eletti 2 deputati: Marion Maréchal-Le Pen (FN-RBM) e Gilbert Collard (apparentato FN-RBM).

Altri partiti

Tra gli altri partiti ad eleggere dei deputati vi sono:

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Elezioni legislative del 2012[6]
PartitoPrimo turno
10 giugno 2012
Ballottaggio
17 giugno 2012
Seggi
Voti%±Voti%±Num±
MAJ Socialisti (SOC)7 618 32629,35n.d.9 420 88940,91n.d.280n.d.
MAJ Europa Ecologia I Verdi (VEC)1 418 2645,46n.d.829 0363,60n.d.17n.d.
MAJ Divers gauche (DVG)881 5553,40n.d.709 3953,08n.d.22n.d.
MAJ Partito Radicale di Sinistra (RDG)428 8981,65n.d.538 3312,34n.d.12n.d.
CDX Unione per un Movimento Popolare (UMP)7 037 26827,12n.d.8 740 62837,95n.d.194n.d.
CDX Divers droite (DVG)910 0343,51n.d.417 9401,81n.d.15n.d.
CDX Nuovo Centro (NCE)569 8972,20n.d.568 3192,47n.d.12n.d.
CDX Partito Radicale (PRV)321 1241,24n.d.311 1991,35n.d.6n.d.
CDX Alleanza Centrista (ALLI)156 0260,60n.d.123 1320,53n.d.2n.d.
Fronte Nazionale (FN)3 528 66313,60n.d.842 6953,66n.d.2n.d.
Fronte di Sinistra (FG)1 793 1926,91n.d.249 4981,08n.d.10n.d.
Le Centre pour la France (CEN)458 0981,77n.d.113 1960,49n.d.2n.d.
Régionaliste (REG)145 8090,56n.d.135 3120,59n.d.2n.d.
Estrema sinistra (EXG)253 3860,98n.d.0n.d.
Écologistes (ECO)249 0680,96n.d.0n.d.
Autres (AUT)133 7520,52n.d.0n.d.
Estrema destra (EXD)49 4990,19n.d.29 7380,13n.d.1n.d.
Iscritti46 082 104100,0043 233 648100,00
↳ Votanti (% su iscritti)26 369 12657,22n.d.23 952 48655,40n.d.
 ↳ Voti validi (% su votanti)25 952 85998,4223 029 30896,15
 ↳ Voti non validi (% su votanti)416 2671,58923 1783,85
↳ Astenuti (% su iscritti)19 712 97842,7819 281 16244,60
La maggioranza assoluta all'Assemblée nationale è di 289 seggi.
La Maggioranza presidenziale ottiene la maggioranza assoluta dei seggi (331 su 577)
I Socialisti ottengono la maggioranza relativa dei seggi (280 su 577)

Seggi[modifica | modifica wikitesto]

Seggi ottenuti all'Assemblée nationale[6]
Maggioranza presidenziale Centro-destra Altri partiti Totale
331 229 17 577
SOC DVG VEC RDG UMP DVD NCE PRV ALLI FG FN CEN REG EXD Totale
280 22 17 12 194 15 12 6 2 10 2 2 2 1 577
Dettaglio dei seggi per liste e partiti
PS · PSG · AGEG MRC · PLR · MDP · GUSR · PPM · SE · UDB EELV RDG UMP · CNIP · PCD MPF · DLR · TH · TEM · CE · SE NCE PRV ALLI FASE · PCF · PG RBM · SE MoDem MIM LdS Totale
278 · 1 · 1 3 · 1 · 1 · 1 · 1 · 14 · 1 17 12 191 · 1 · 2 1 · 2 · 3 · 1 · 2 · 6 12 6 2 2 · 7 · 1 1 · 1 2 2 1 577
Differenze con le elezioni del 2007[1]
Green Arrow Up.svg119 (Green Arrow Up.svg104)[1] Red Arrow Down.svg116 Red Arrow Down.svg3 (Green Arrow Up.svg12)[1] Straight Line Steady.svg
Green Arrow Up.svg94 Green Arrow Up.svg7 Green Arrow Up.svg13 Green Arrow Up.svg5 Red Arrow Down.svg119 Green Arrow Up.svg5 Red Arrow Down.svg5 Green Arrow Up.svg3 Red Arrow Down.svg5 Green Arrow Up.svg2 Red Arrow Down.svg1 Straight Line Steady.svg Green Arrow Up.svg1 Straight Line Steady.svg
Gruppi all'Assemblée nationale (9 luglio 2012[7])
# Gruppo parlamentare Lista / partito maggioritario Membri App Totale Tipo
Socialiste, républicain et citoyen (SRC) Partito Socialista (PS) 278 16 294 Maggioritario
Union pour un mouvement populaire (UMP) Unione per un Movimento Popolare (UMP) 185 11 196 Opposizione
Union des démocrates et indépendants (UDI) Unione dei Democratici e degli Indipendenti (UDI) 29 0 29 Opposizione
Écologiste (ECOLO) Europa Ecologia I Verdi (EELV) 18 0 18 Minoritario
Radical, républicain, démocrate et progressiste (RRDP) Partito Radicale di Sinistra (PRG) 16 0 16 Minoritario
Gauche démocrate et républicaine (GDR) Fronte di Sinistra (FG) 15 0 15 Opposizione*
Non inscrits Véronique Besse, Jacques Bompard, Gilbert Collard, Nicolas Dupont-Aignan, Jean Lassalle, Marion Maréchal-Le Pen, Yannick Moreau 9 0 9
# Totale 550 27 577 #
Nota: sono riportati i gruppi così come formatisi all'indomani delle elezioni, i membri dei gruppi possono variare nell'arco della legislatura; accanto al nome del gruppo è riportato il nome della lista dalla quale provengono maggioritariamente i membri del gruppo; i membri dei gruppi non riflettono quindi perfettamente gli eletti delle liste; i membri "apparentati" sono generalmente gli eletti di liste minori o divers; il "tipo" indica l'appartenenza del gruppo alla "maggioranza" (gruppo maggioritario il gruppo più grande, gruppi minoritari tutti gli altri) o all'"opposizione" (se il gruppo lo dichiara espressamente), un asterisco indica se il posizionamento non è chiaro ma deducibile dalla dichiarazione di creazione del gruppo.

Analisi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d La precedente coalizione (di opposizione) della sinistra parlamentare (2007-2012) comprendeva anche il PCF (15 seggi) e aveva in totale 227 seggi; la maggioranza presidenziale di sinistra (2012-2017) aveva 313 seggi e non comprendeva l'FG (che comprendeva il PCF); per cui la differenza (a parità di partiti all'interno della coalizione) sarebbe di più 119 seggi (227-15=212, 331-212=119). Nel 2007-2012 i 15 seggi del PCF sono nella coalizione di sinistra, nel 2012-2017 i 10 seggi del FG sono fuori dalla coalizione di sinistra.
  2. ^ Alla fine l'ipotesi che si verifica è intermedia tra le prime due: il PS da solo non ha la maggioranza assoluta dalle urne, ma il gruppo Socialista all'Assemblea nazionale la ottiene grazie all'ingresso dei deputati apparentati provenienti dai partiti classificati divers gauche.
  3. ^ (FR) Cohérence ou cohabitation, su lemonde.fr, 12 maggio 2012.
  4. ^ (FR) SONDAGE. L'UMP et le PS au coude à coude aux législatives, su tempsreel.nouvelobs.com, 07 maggio 2012.
  5. ^ (FR) La gauche gagnerait largement les législatives, su nouvelobs.com, 06 maggio 2012.
  6. ^ a b Résultats des élections législatives 2012
  7. ^ (FR) Effectif des groupes politiques, su assemblee-nationale.fr, 9 luglio 2017. (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2012).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]