Elettuario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vaso farmaceutico da elettuari del XVIII secolo della manifattura Veneziano (Savona). Proveniente dall'ospedale di Pammatone e conservato presso palazzo Tursi, Genova

Con elettuario (o elettovario, elettovaro, lattovaro) si indica un antico preparato farmaceutico composto da una densa miscela di principî attivi, polveri, parti ed estratti vegetali impastati con dolcificanti come miele o sciroppi per mascherarne il sapore sgradevole. Il composto molle veniva assunto sotto forma di decotto, di infuso o di bolo (pillole prive di componenti minerali).

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il termine probabilmente proviene dal latino electuarium, a sua volta derivato dal greco ekleikton, e rimanda al verbo leccare.

Tipologie di elettuarî[modifica | modifica wikitesto]

Gianfilippo Ingrassia nelle sue "Constitutiones" del 1564 prescriveva che le botteghe farmaceutiche dovessero conservare quattordici tipi di elettuari confortativi, diciotto tipi di purganti e alcuni elettuari a base di oppio.

Confortativi[modifica | modifica wikitesto]

Servivano per ritemprare i pazienti dopo lunghe febbri o degenze.

Purganti[modifica | modifica wikitesto]

Avevano soprattutto effetti lenitivi o lassativi.

  • Benedicta
  • Catholicon Nicolai - L'epiteto di "cattolico" (dal greco: καθολικός, katholikòs, cioè "universale") era dovuto alla diffusa credenza che fosse un rimedio valido per ogni disturbo.
  • Confectio medicaminis quod scripsit Hamech - La cosiddetta confezione di Hamech, a base di Colocinto, era nota anche come diacatholicon per evidenziarne le potenzialità universali;
  • Conserva rosarum damascenarum
  • Diacassia - A base di Cassia;
  • Diaphaenicon - Prende nome dall'ingrediente principale, i datteri, frutti della palma phoenix;
  • Diaprunis lenitivuum Nicolai - Il diapruno prende il nome dal suo ingrediente basilare, le susine damaschine;
  • Diaprunis rosatum Mesue
  • Diaprunis solutivuum Nicolai
  • Diasena - A base di Senna;
  • Electuarium de succo rosarum
  • Electuarium elescoph Mesue
  • Electuarium indum maius Mesue
  • Electuarium rosatum Mesue
  • Hiera cum agarico composita
  • Hiera simplex Galeni
  • Hieralogodion
  • Triphera persica

Oppiacei[modifica | modifica wikitesto]

  • Methridatum - Il cosiddetto mitridato era un elettuario a formulazione complessa, utilizzato con funzione disintossicante e confortativa;
  • Theriaca - La teriaca (o electuarium theriacale) è stato un celeberrimo elettuario, diffuso nelle farmacopee di tutta Europa. Composto da moltissimi ingredienti, veniva usato come antidoto contro il morso dei serpenti e come rimedio per svariate malattie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I libri di Giovanni Mesue de i semplici purganti et delle medicine composte pubblicato da apresso gli heredi di Baldassare Costantino, 1559 (pag 247)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Corrado Dollo, Fra tradizione e innovazione. L'insegnamento messinese della medicina e delle scienze nei secoli XVI e XVII in Annali di Storia delle Università italiane, Volume 2, CLUEB, 1998
  • Maria Lucia De Nicolò, Homo Viator, la medicina del viaggio nel Rinascimento, GF Divisione Edizioni Scientifiche, Roma, 1999
  • Daniela Santoro, Lo speziale siciliano tra continuità e innovazione: capitoli e costituzioni dal XIV al XVI secolo in Mediterranea. Ricerche storiche n. 8, dicembre 2006, (pp. 465-484)
Controllo di autoritàBNF (FRcb14466483q (data)