Elettrometro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Elettrometro di Volta
Elettrometro di Kolbe, strumento che usa una sottile foglia d'oro. Questo ha una leggera paletta in alluminio imperniata appesa accanto a una piastra metallica verticale. Quando caricata, la paletta viene respinta dalla piastra e si blocca ad angolo.

Un elettrometro è uno strumento elettrico usato per misurare la carica elettrica o la differenza di potenziale elettrico.[1] Ne esistono di diverse tipologie, che vanno dagli storici strumenti meccanici fatti a mano ai dispositivi elettronici di alta precisione. I moderni elettrometri basati su tubo a vuoto o tecnologia allo stato solido possono essere utilizzati per effettuare misure di tensione e carica con correnti di dispersione molto basse, fino a 1 femtoampere. Uno strumento più semplice ma correlato, l'elettroscopio, funziona su principi simili ma indica solo le grandezze relative di tensioni o cariche.

Elettrometri storici[modifica | modifica wikitesto]

Elettrometri moderni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fleming, John Ambrose (1911). "Electrometer" . In Chisholm, Hugh (ed.). Encyclopædia Britannica. 9 (11th ed.). Cambridge University Press. pp. 234–237.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elettrochimica Portale Elettrochimica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di elettrochimica