Elenco dei latitanti di massima pericolosità

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'elenco dei latitanti di massima pericolosità è un elenco redatto dal Gruppo Integrato Interforze per la Ricerca dei Latitanti più pericolosi (GIIRL) della Direzione centrale della polizia criminale nell'ambito del Programma speciale di ricerca[1] e include i criminali considerati di estrema pericolosità.

Di essi viene fornita, oltre a una foto segnaletica e alle generalità (nome, cognome, data e luogo di nascita), anche una succinta indicazione dei reati per cui sono ricercati, con l'anno a partire dal quale si sono iniziate le ricerche. La lista, concepita e messa in opera a partire dal luglio 1992, ha annoverato stabilmente 30 latitanti fino al 2009: infatti, quando un latitante veniva catturato e, quindi, rimosso dalla lista veniva automaticamente sostituito con un altro criminale ancora ricercato, che proveniva da una lista "cadetta" di 100 nominativi.

Come si legge dalla presentazione della lista nel sito internet che la ospita, «L'iniziativa è volta a stimolare lo spirito di collaborazione della collettività con le Forze di Polizia nel settore della ricerca di pericolosi malviventi».

L'elenco[modifica | modifica wikitesto]

Alla data del 26 giugno 2016, l'elenco, suddiviso per organizzazioni criminali di appartenenza, è così composto:

Camorra[modifica | modifica wikitesto]

Cosa Nostra[modifica | modifica wikitesto]

'Ndrangheta[modifica | modifica wikitesto]

Anonima sequestri[modifica | modifica wikitesto]

Rimossi dalla lista[modifica | modifica wikitesto]

2016[modifica | modifica wikitesto]

2015[modifica | modifica wikitesto]

2013[modifica | modifica wikitesto]

2012[modifica | modifica wikitesto]

2011[modifica | modifica wikitesto]

2010[modifica | modifica wikitesto]

2009[modifica | modifica wikitesto]

2008[modifica | modifica wikitesto]

2007[modifica | modifica wikitesto]

2006[modifica | modifica wikitesto]

2005[modifica | modifica wikitesto]

2004[modifica | modifica wikitesto]

2003[modifica | modifica wikitesto]

2002[modifica | modifica wikitesto]

2001[modifica | modifica wikitesto]

2000[modifica | modifica wikitesto]

1999[modifica | modifica wikitesto]

1998[modifica | modifica wikitesto]

1997[modifica | modifica wikitesto]

1996[modifica | modifica wikitesto]

1995[modifica | modifica wikitesto]

1994[modifica | modifica wikitesto]

1993[modifica | modifica wikitesto]

1992[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Direzione Centrale della Polizia Criminale - Elenco dei latitanti di massima pericolosità, interno.it. URL consultato il 6 aprile 2015.,
  2. ^ a b Marco di Lauro, il boss taciturno e discreto: in scena al posto di Cosimo (PDF), su www.ilmattino.it. URL consultato il 09 maggio 2016.
  3. ^ Messina Denaro e il parco archeologico di Selinunte, malitalia.it.
  4. ^ Matteo Messina Denaro
  5. ^ Motisi Giovanni, interno.it. URL consultato il 27 aprile 2010.
  6. ^ Giorgi Giuseppe, interno.it. URL consultato il 27 aprile 2010.
  7. ^ Cubeddu Attilio (PDF), interno.it. URL consultato il 27 aprile 2010.
  8. ^ Arrestato Ernesto Fazzalari, latitante della 'ndrangheta, ansa.it.
  9. ^ Preso Pasquale Scotti, il superlatitante della camorra si nascondeva in Brasile, corrieredelmezzogiorno.corriere.it. URL consultato il 27 maggio 2015.
  10. ^ 'Ndrangheta, arrestato in Olanda latitante Nirta - Cronaca - ANSA.it
  11. ^ Varano rimosso dalla lista, wilditaly.net. URL consultato l'11 giugno 2013.
  12. ^ È finita la latitanza di Domenico Condello, corrieredellacalabria.it. URL consultato il 10 ottobre 2012.
  13. ^ Catturato il superlatitante Matrone, La Stampa. URL consultato il 17 agosto 2012.
  14. ^ Catturato Michele Zagaria dopo assedio a Casapesenna, in la Repubblica, 7 dicembre 2011. URL consultato il 7 dicembre 2011.
  15. ^ Arrestato il boss Sebastiano Pelle era da solo nel porto di Reggio Calabria, in la Repubblica, 10 novembre 2011. URL consultato il 10 novembre 2011.
  16. ^ Catania, arrestato il boss Giovanni Arena, in Lettera 43, 26 ottobre 2011. URL consultato il 26 ottobre 2011.
  17. ^ Mafia Gargano, arrestato latitante Pacilli, 13 maggio 2011. URL consultato il 26 ottobre 2011.
  18. ^ Casalesi, arrestato il boss Mario Caterino era tra i 30 latitanti più pericolosi d'Italia, in Il Mattino, 2 maggio 2011. URL consultato il 26 ottobre 2011.
  19. ^ Arrestato il boss Antonio Iovine, in Corriere della Sera, 17 novembre 2010. URL consultato il 17 novembre 2010.
  20. ^ Mafia, catturato il boss di Agrigento. In manette Gerlandino Messina, in Corriere della Sera, 23 ottobre 2010. URL consultato il 25 ottobre 2010.
  21. ^ MAFIA: ARRESTATO SUPER LATITANTE PUGLIESE FRANCO LI BERGOLIS, in AGI, 26 settembre 2010. URL consultato il 29 ottobre 2010.
  22. ^ Camorra, arrestato il boss Pagano tra i trenta latitanti più pericolosi, in la Repubblica, 8 luglio 2010. URL consultato l'8 luglio 2010.
  23. ^ Arrestato capomafia latitante dal 1999, in Corriere della Sera, 25 giugno 2010. URL consultato il 25 giugno 2010.
  24. ^ Duro colpo alla 'ndrangheta, preso il boss Giovanni Tegano, in Corriere della Sera, 26 aprile 2010. URL consultato il 27 aprile 2010.
  25. ^ Camorra, nuovo colpo ai Casalesi arrestato il superlatitante Nicola Panaro, in la Repubblica, 14 aprile 2010. URL consultato il 14 aprile 2010.
  26. ^ 'Ndrangheta, arrestato Manfredi su Facebook era Scarface, in Repubblica.it.
  27. ^ Capoclan Contini arrestato in Spagna Era tra i 30 latitanti più pericolosi, in Il Mattino, 27 gennaio 2010. URL consultato il 27 gennaio 2010.
  28. ^ Arrestato il superlatitante Arzu: da tempo voleva costituirsi, in Corriere della Sera, 9 dicembre 2009. URL consultato il 9 dicembre 2009.
  29. ^ a b Mafia, arrestati i boss Nicchi e Fidanzati. Berlusconi: «Due colpi straordinari», in Corriere della Sera, 5 dicembre 2009. URL consultato il 5 dicembre 2009.
  30. ^ Mafia, preso il boss Domenico Raccuglia. Maroni: «È il numero due di Cosa Nostra», in Corriere della Sera, 15 novembre 2009. URL consultato il 15 novembre 2009.
  31. ^ Camorra, annientato il clan Russo preso anche il superboss Pasquale, in la Repubblica, 1° novembre 2009. URL consultato il 1º novembre 2009.
  32. ^ Camorra, arrestato il boss Russo, in Corriere della Sera, 31 ottobre 2009. URL consultato il 31 ottobre 2009.
  33. ^ 'Ndrangheta: si costituisce a Rebibbia latitante Michele Labate, in Strill, 22 ottobre 2009. URL consultato il 22 ottobre 2009.
  34. ^ Blitz durante un summit di mafia, arrestato il superlatitante La Causa, in Corriere della Sera, 8 ottobre 2009. URL consultato l'8 ottobre 2009.
  35. ^ 'Ndrangheta, arrestato il latitante Barbaro Uno dei 30 ricercati più pericolosi d'Italia, in la Repubblica, 12 settembre 2009. URL consultato il 14 settembre 2009.
  36. ^ Arrestato boss della 'ndrangheta Era in vacanza con la famiglia a Taormina, in la Repubblica, 18 agosto 2009. URL consultato il 18 agosto 2009.
  37. ^ Venezuela: preso il boss Miceli, in Corriere della Sera, 21 giugno 2009. URL consultato il 21 giugno 2009.
  38. ^ 'Ndrangheta, arrestato in ospedale boss di San Luca latitante dal 2000, in la Repubblica, 12 giugno 2009. URL consultato il 13 giugno 2009.
  39. ^ 'Ndrangheta, in manette il boss Salvatore Coluccio, in Corriere della Sera, 10 maggio 2009. URL consultato il 13 maggio 2009.
  40. ^ Camorra: arrestato Raffaele Diana, in Corriere della Sera, 3 maggio 2009. URL consultato il 13 maggio 2009.
  41. ^ Arrestato in Olanda Giovanni Strangio uno dei boss della strage di Duisburg, in la Repubblica, 12 marzo 2009. URL consultato il 13 marzo 2009.
  42. ^ Caserta, arrestato il camorrista Setola La resa ai carabinieri: «Avete vinto voi», in Corriere della Sera, 14 gennaio 2009. URL consultato il 13 maggio 2009.
  43. ^ Arrestato boss della 'ndrangheta era tra i 30 latitanti più pericolosi, in la Repubblica, 28 dicembre 2008. URL consultato il 14 gennaio 2009.
  44. ^ Arrestato Giuseppe De Stefano capocosca della 'ndrangheta, in la Repubblica, 10 dicembre 2008. URL consultato il 14 gennaio 2009.
  45. ^ Camorra, arrestato in Spagna boss latitante, in Corriere della Sera, 10 agosto 2008. URL consultato il 13 maggio 2009.
  46. ^ 'Ndrangheta: arrestato boss in Canada, in Corriere della Sera, 8 agosto 2008. URL consultato il 13 maggio 2009.
  47. ^ 'Ndrangheta, il superboss Condello in carcere fuori dalla 'sua' Calabria, in la Repubblica, 19 febbraio 2008. URL consultato il 18 settembre 2008.
  48. ^ Camorra, arrestato il boss Vincenzo Licciardi, in la Repubblica, 8 febbraio 2008. URL consultato il 18 settembre 2008.
  49. ^ Camorra, colpo alle cosche. Catturato il boss Contini, in la Repubblica, 15 dicembre 2007. URL consultato il 18 settembre 2008.
  50. ^ Sparatoria durante la cattura. Muore il boss mafioso Emmanuello, in la Repubblica, 3 dicembre 2007. URL consultato il 18 settembre 2008.
  51. ^ a b c Palermo, catturati i boss Lo Piccolo, in Corriere della Sera, 5 novembre 2007. URL consultato il 14 gennaio 2009.
  52. ^ Arrestato il boss Bellocco. Era latitante da 10 anni, in Corriere della Sera, 17 luglio 2007. URL consultato il 26 gennaio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  53. ^ 'Ndrangheta: preso Salvatore Pelle, ricercato da 16 anni, in L'espresso, 10 marzo 2007. URL consultato il 26 gennaio 2009.
  54. ^ Arrestato Provenzano, era ricercato dal 1963, in Corriere della Sera, 25 aprile 2006. URL consultato il 13 maggio 2009.
  55. ^ In manette il boss cacciato da Provenzano, in la Repubblica, 27 novembre 2006. URL consultato il 13 maggio 2009.
  56. ^ Arrestato dai Carabinieri il boss Giuseppe D'Agostino, uno dei trenta latitanti più pericolosi, in Ministero dell'Interno, 23 marzo 2006. URL consultato il 13 maggio 2009.
  57. ^ Olanda, presa Rose Ann Scrocco, anarco-insurrezionalista latitante, in la Repubblica, 16 gennaio 2006. URL consultato il 13 maggio 2009.
  58. ^ Mafia, arrestato Di Fazio, reggente clan Santapaola, in la Repubblica, 31 ottobre 2005. URL consultato il 13 maggio 2009.
  59. ^ Napoli: arrestato il boss Paolo Di Lauro, in Corriere della Sera, 16 settembre 2005. URL consultato il 13 maggio 2009.
  60. ^ Arrestato boss latitante da 7 anni. Fu carceriere del piccolo Di Matteo, in la Repubblica, 12 agosto 2005. URL consultato il 22 giugno 2009.
  61. ^ Arrestato dopo 12 anni di latitanza, in la Repubblica, 30 luglio 2005. URL consultato il 13 maggio 2009.
  62. ^ Preso in Canada boss della ndrangheta, in Corriere della Sera, 28 giugno 2005. URL consultato il 13 maggio 2009.
  63. ^ Arrestato boss Iamonte, latitante da 12 anni, in Corriere della Sera, 14 maggio 2005. URL consultato il 13 maggio 2009.
  64. ^ 'Ndrangheta, arrestato boss: "Uno dei 30 latitanti più pericolosi", in la Repubblica, 16 febbraio 2005. URL consultato il 13 maggio 2009.
  65. ^ Dispaccio della Questura di Caserta: LIGATO ARRESTATO A MAGONZA (WIESBADEN), in Portale di Pignataro Maggiore, 27 gennaio 2005. URL consultato il 13 maggio 2009.
  66. ^ Circeo, Ghira è morto 11 anni fa scoperta la tomba a Melilla, in la Repubblica, 29 ottobre 2005. URL consultato il 13 maggio 2009.
  67. ^ Arrestato Pasquale Tegano è uno dei trenta superlatitanti, in la Repubblica, 6 agosto 2004. URL consultato il 13 maggio 2009.
  68. ^ In manette Bigione mafioso latitante, in la Repubblica, 30 maggio 2004. URL consultato il 13 maggio 2009.
  69. ^ Forze dell'Ordine contro la criminalità organizzata: arrestato in Spagna Roberto Pannunzi, uno dei trenta latitanti più pericolosi, in Ministero dell'Interno, 5 aprile 2004. URL consultato il 13 maggio 2009.
  70. ^ Arrestato boss della camorra, preso seguendo l'amante, in la Repubblica, 13 marzo 2004. URL consultato il 13 maggio 2009.
  71. ^ 'Ndrangheta, preso De Stefano, in la Repubblica, 22 febbraio 2004. URL consultato il 13 maggio 2009.
  72. ^ Colpo al cuore della 'ndrangheta, in la Repubblica, 18 febbraio 2004. URL consultato il 13 maggio 2009.
  73. ^ Bonomo, il boss che amava l'Africa, in la Repubblica, 15 novembre 2003. URL consultato il 13 maggio 2009.
  74. ^ Camorra, catturato Mallardo. Era evaso due volte dalla clinica, in la Repubblica, 29 agosto 2003. URL consultato il 13 maggio 2009.
  75. ^ Preso ad Amsterdam latitante della Scu, in la Repubblica, 12 marzo 2003. URL consultato il 13 maggio 2009.
  76. ^ Palermo, in manette il vice di Giuffré. Grasso: Colpo di scure a Cosa nostra, in la Repubblica, 7 marzo 2003. URL consultato il 13 maggio 2009.
  77. ^ Blitz nella villetta-covo. Arrestati due boss latitanti, in la Repubblica, 31 gennaio 2003. URL consultato il 13 maggio 2009.
  78. ^ Cannes, preso il boss Facchineri: era tra i latitanti più pericolosi, in Corriere della Sera, 31 agosto 2002. URL consultato il 13 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  79. ^ Preso il boss latitante Balsano Voleva uccidere il pm Grasso, in Corriere della Sera, 22 maggio 2002. URL consultato il 13 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  80. ^ Mafia, preso Giuffrè, fedelissimo di Provenzano, in la Repubblica, 17 aprile 2002. URL consultato il 13 maggio 2009.
  81. ^ Preso Barbaro il superlatitante, in la Repubblica, 11 dicembre 2001. URL consultato il 13 maggio 2009.
  82. ^ Colpo alla 'ndrangheta. Preso a Reggio Calabria il superboss De Stefano, in Corriere della Sera, 9 dicembre 2001. URL consultato il 13 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  83. ^ Arrestata Maria Licciardi, capoclan di Secondigliano, in la Repubblica, 15 giugno 2001. URL consultato il 13 maggio 2009.
  84. ^ Brindisi, preso Di Emidio, superboss della Sacra corona, in la Repubblica, 29 maggio 2001. URL consultato il 13 maggio 2009.
  85. ^ Arrestato boss della ' ndrangheta. È Santaiti, latitante da otto anni, in Corriere della Sera, 21 maggio 2001. URL consultato il 13 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  86. ^ Arrestato Nuvoletta boss della camorra, in la Repubblica, 17 maggio 2001. URL consultato il 13 maggio 2009.
  87. ^ Preso Vincenzo Virga luogotenente di Provenzano, in la Repubblica, 22 febbraio 2001. URL consultato il 13 maggio 2009.
  88. ^ Caccia a Provenzano, preso il vice, in la Repubblica, 30 gennaio 2001. URL consultato il 13 maggio 2009.
  89. ^ Forcella, scacco alla regina, in la Repubblica, 24 dicembre 2000. URL consultato il 13 maggio 2009.
  90. ^ Arrestato Prudentino, boss del contrabbando, in la Repubblica, 22 dicembre 2000. URL consultato il 13 maggio 2009.
  91. ^ Arrestato il boss Salvatore Genovese, in la Repubblica, 12 ottobre 2000. URL consultato il 13 maggio 2009.
  92. ^ Catturato Cesarano superboss della camorra, in la Repubblica, 10 giugno 2000. URL consultato il 13 maggio 2009.
  93. ^ Cronologia del maggio 2000, Centro Siciliano di Documentazione "Giuseppe Impastato". URL consultato il 25 gennaio 2010.
  94. ^ L'ex 007 braccava un boss per ucciderlo, in la Repubblica, 20 aprile 2000. URL consultato il 13 maggio 2009.
  95. ^ Camorra, arrestato il boss Ciccio Mallardo, in la Repubblica, 14 aprile 2000. URL consultato il 13 maggio 2009.
  96. ^ Arrestato a Viterbo uno dei 30 super-latitanti, in Corriere della Sera, 13 luglio 1999. URL consultato il 13 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  97. ^ Assalto alla casa-bunker in trappola il boss Piromalli, in la Repubblica, 13 marzo 1999. URL consultato il 13 maggio 2009.
  98. ^ Arrestato a Palermo uno dei capi della mafia, in la Repubblica, 30 gennaio 1999. URL consultato il 13 maggio 2009.
  99. ^ a b Cronologia del dicembre 1998, Centro Siciliano di Documentazione "Giuseppe Impastato". URL consultato il 25 gennaio 2010.
  100. ^ Morto latitante Messina Denaro, in Corriere della Sera, 1° dicembre 1998. URL consultato il 13 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  101. ^ Cronologia dell'ottobre 1998, Centro Siciliano di Documentazione "Giuseppe Impastato". URL consultato il 25 gennaio 2010.
  102. ^ Nuovo colpo alla mafia, arrestato il boss Troia, in la Repubblica, 15 settembre 1998. URL consultato il 13 maggio 2009.
  103. ^ Non sparate, ci sono i bambini, in la Repubblica, 11 luglio 1998. URL consultato il 13 maggio 2009.
  104. ^ Cosa Nostra, in manette l'erede di Riina, in la Repubblica, 14 aprile 1998. URL consultato il 22 giugno 2009.
  105. ^ Arrestato l' ultimo boss della vecchia camorra, in Corriere della Sera, 4 settembre 1997. URL consultato il 13 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  106. ^ Preso boss della 'ndrangheta; è accusato di 49 omicidi, in la Repubblica, 12 luglio 1997. URL consultato il 13 maggio 2009.
  107. ^ a b Trappola per il padrino 'filosofo', in la Repubblica, 7 giugno 1997. URL consultato il 13 maggio 2009.
  108. ^ Poliziotti e camorra, altri tre arresti, in Corriere della Sera, 21 maggio 1997. URL consultato il 13 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  109. ^ a b Cronologia dal 6 gennaio 1995 al 13 dicembre 2007, Centro Siciliano di Documentazione "Giuseppe Impastato". URL consultato il 25 gennaio 2010.
  110. ^ Preso l' erede di Alfieri, in Corriere della Sera, 7 settembre 1996. URL consultato il 13 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  111. ^ Un progetto per uccidere Caselli, in la Repubblica, 27 luglio 1996. URL consultato il 13 maggio 2009.
  112. ^ Cronologia del luglio 1996, Centro Siciliano di Documentazione "Giuseppe Impastato". URL consultato il 25 gennaio 2010.
  113. ^ Il superboss era nel baule, in Corriere della Sera, 2 luglio 1996. URL consultato il 18 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il ).
  114. ^ Catturato Brusca, belva di Cosa nostra, in la Repubblica, 21 maggio 1996. URL consultato il 13 maggio 2009.
  115. ^ Un boss arrestato a Palermo, in la Repubblica, 6 maggio 1996. URL consultato il 13 maggio 2009.
  116. ^ Arrestato il "vice" di Santapaola, in Corriere della Sera, 8 ottobre 1995. URL consultato il 13 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  117. ^ Cronologia del settembre 1995, Centro Siciliano di Documentazione "Giuseppe Impastato". URL consultato il 25 gennaio 2010.
  118. ^ Catturato il latitante Strangio, in la Repubblica, 1° settembre 1995. URL consultato il 13 maggio 2009.
  119. ^ In trappola il viceré di Cosa nostra, in la Repubblica, 26 giugno 1995. URL consultato il 13 maggio 2009.
  120. ^ In manette il ministro degli esteri della mafia, in la Repubblica, 14 gennaio 1995. URL consultato il 13 maggio 2009.
  121. ^ Ore 4, il superboss finisce in manette, in la Repubblica, 4 dicembre 1994. URL consultato il 13 maggio 2009.
  122. ^ Borsellino preso uomo del telecomando, in Corriere della Sera, 28 agosto 1994. URL consultato il 18 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il ).
  123. ^ Preso il boss Araniti, in Corriere della Sera, 24 maggio 1994. URL consultato il 13 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  124. ^ Don Puglisi, presi i mandanti, in la Repubblica, 28 gennaio 1994. URL consultato il 13 maggio 2009.
  125. ^ Incinta di 3 mesi implorava i killer di avere pietà, in Corriere della Sera, 17 dicembre 1993. URL consultato il 13 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  126. ^ Preso il generale della mafia Pulvirenti, in Corriere della Sera, 3 giugno 1993. URL consultato il 13 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  127. ^ E il cacciatore finì in trappola, in la Repubblica, 19 maggio 1993. URL consultato il 13 maggio 2009.
  128. ^ Preso Ammaturo, il re della coca, in Corriere della Sera, 3 maggio 1993. URL consultato il 13 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  129. ^ a b Preso Imerti, re della ' ndrangheta, in la Repubblica, 24 marzo 1993. URL consultato il 13 maggio 2009.
  130. ^ L'autonomo arruolato dalla camorra Imparato: dall'università all'impegno nell'ultrasinistra e nel Pci, poi la fine da boss, in Corriere della Sera, 4 aprile 1993. URL consultato il 13 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  131. ^ Preso Bellocco re della ndrangheta, in la Repubblica, 18 febbraio 1993. URL consultato il 18 giugno 2011.
  132. ^ La resa di Rosetta Cutolo, in Corriere della Sera, 9 febbraio 1993. URL consultato il 13 maggio 2009.
  133. ^ La caduta del boss dei boss, in la Repubblica, 16 gennaio 1993. URL consultato il 13 maggio 2009.
  134. ^ E la primula rossa finisce in manette, in la Repubblica, 14 ottobre 1992. URL consultato il 13 maggio 2009.
  135. ^ Preso il numero uno della 'ndrangheta, in la Repubblica, 17 settembre 1992. URL consultato il 13 maggio 2009.
  136. ^ "Il padrino in pigiama si arrende", in Corriere della Sera, 12 settembre 1992. URL consultato il 13 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  137. ^ boss di Forcella arrestato a Napoli, in Corriere della Sera, 11 settembre 1992. URL consultato il 14 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  138. ^ Mafioso di nascita, boss per ferocia, in la Repubblica, 8 settembre 1992. URL consultato il 13 maggio 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Italia Portale Italia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Italia