Sovrani di Benevento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Estensione del Ducato di Benevento nell'VIII secolo. Rielaborazione da una mappa scolpita su marmo esposta sul campanile della chiesa di Santa Sofia di Benevento.

Il seguente è un elenco cronologico dei duchi e principi di Benevento, che ressero lo Stato beneventano dalla fondazione sotto i Longobardi all'annessione allo Stato della Chiesa, inclusa la parentesi napoleonica.

Duchi di Benevento[modifica | modifica wikitesto]

I Duchi di Benevento[1] del Ducato di Benevento

Arechi II mirò a diventare re dei Longobardi nel 774. Fallito nell'impresa, ottenne da re Desiderio di essere elevato al rango di principe.

Principi di Benevento[2][modifica | modifica wikitesto]

Anche Principi di Capua dal 900 al 981.

Nel 1053 i Normanni, che avevano occupato la stessa città di Benevento già dal 1047 (sotto Umfredo d'Altavilla), cedettero il principato al Papa.

Principi di Benevento sotto la signoria papale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1078 il principato cadde nelle mani dei Normanni guidati da Roberto il Guiscardo.

Principi normanni di Benevento[modifica | modifica wikitesto]

Il Guiscardo restituì il principato al Papa, ma da allora la città cadde sotto il dominio diretto della Chiesa e nessun principe fu più nominato fino al 1806.

Principe di Benevento sotto Napoleone[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sergio Rovagnati, I Longobardi, p. 115.
  2. ^ Fino a Pandolfo I, cfr. Rovagnati, cit., pp. 115-116.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sergio Rovagnati, I Longobardi, Milano, Xenia, 2003. ISBN 8872734843
  • Francesco Granata – Storia civile della fedelissima città di Capua - Stamperia Muziana - Napoli, 1752 (Volume I – Libro II – Capitolo VII – pag. 362).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Longobardi Portale Longobardi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Longobardi