Elena Sangro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Elena Sangro. 1928

Elena Sangro, nome d'arte di Maria Antonietta Bartoli Avveduti[1] (Vasto, 5 settembre 1897Roma, 26 gennaio 1969), è stata un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Apparsa per la prima volta in un film nel 1917, fu notata dal regista Enrico Guazzoni e la volle come protagonista del suo film Fabiola.

D'Annunzio fu un suo ammiratore[2] e le dedicò un «Carmen votivum» dal titolo Alla piacente[1].

Il successo venne confermato nel 1924, quando recitò Poppea in Quo vadis? per la regia di Georg Jacoby e Gabriellino D'Annunzio. Il suo ultimo film muto interpretato in Italia fu Boccaccesca prodotto dalla I.C.S.A. e girato negli stabilimenti cinematografici di Firenze Rifredi.

Cambiò il nome in Lilia Flores ritirandosi dal cinema mentre si dedicò ad esibizioni in concerti. In seguito fu secondo regista alla lavorazione dei film: La sonnambula e Aida di Cesare Barlacchi. Nel 1945 fondò la casa di produzione Stella d'Oro Film e, sotto il nome di Anton Bià, produsse molti documentari fra cui Villa d'Este (il primo film interpretato da Gina Lollobrigida) e Dintorni di Roma. Fece un cameo nel film di Fellini .

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Ritratto di Armando Pomi dell'attrice come apparve in Boccaccesca

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Giulio Cattaneo, La bella Elena, in la Repubblica, 4 dicembre 1988. URL consultato il 18 agosto 2018.
  2. ^ Elena Sangro. L'attrice italiana dagli occhi fascinatori (PDF), in I grandi artisti del cinema, n. 29, Milano, "Gloriosa" Casa Editrice Italiana, 1925.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Franco Di Tizio, Elena Sangro e la sua relazione con Gabriele d'Annunzio, Pescara, Ianieri, 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN27870031 · SBN FERV002890 · LCCN (ENn88196874 · GND (DE118902016 · WorldCat Identities (ENviaf-27870031