Elena Sangro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elena Sangro. 1928

Elena Sangro (Vasto, 5 settembre 1897Roma, 26 gennaio 1969) è stata un'attrice e regista italiana.

Il suo vero nome è Maria Antonietta Avveduti, figlia di Avveduto Bartoli Avveduti, originario di Chianciano, di professione agente del duca Giovanni Quarto di Belgioioso (marito di Ortensia D'Avalos) per una palazzina di Vasto (eredità D'Avalos). Ella nacque proprio in questa palazzina.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Apparsa per la prima volta in un film nel 1917 fu notata dal regista Enrico Guazzoni e la volle come protagonista del suo film: Fabiola.

D'Annunzio fu un suo ammiratore e le dedicò un «Carmen votivum» dal titolo Alla piacente.

Il successo venne confermato nel 1925, quando recitò Poppea in Quo vadis? per la regia di Georg Jacoby e Gabriellino D'Annunzio. Cambiò il nome in Lilia Flores ritirandosi dal cinema mentre si dedicò ad esibizioni in concerti. In seguito fu secondo regista alla lavorazione dei film: La sonnambula e Aida di Cesare Barlacchi, nel 1945 fondò la casa di produzione Stella d'Oro Film, e sotto il nome di Anton Bià produsse molti documentari fra cui Villa d'Este (il primo film interpretato da Gina Lollobrigida) e Dintorni di Roma. Fece un cameo nel film di Fellini .

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Franco Di Tizio, Elena Sangro e la sua relazione con Gabriele d'Annunzio, Pescara, Ianieri, 2017.
Controllo di autorità VIAF: (EN27870031 · SBN: IT\ICCU\FERV\002890
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie