Elena Percivaldi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Elena Percivaldi

Elena Percivaldi (Milano, 3 maggio 1973) è una saggista, storica e scrittrice italiana, giornalista, critica d'arte e musicale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureata in Lettere Moderne all'Università degli Studi di Milano con una tesi sulla storia medievale, all'attività di saggista e pubblicista affianca quella di docente (collabora con l'Università degli Studi di Ferrara, Laboratorio di Antichità e Comunicazione diretto dal prof. Livio Zerbini) e relatrice in conferenze e convegni. Come giornalista professionista ha collaborato con il quotidiano La Provincia e Il Cittadino di Monza e Brianza[1]. Dal 2007 al 2009 e dal 2011 in poi è caporedattore eventi per la testata Exibart[2].

È stata editorialista per il mensile Europaitalia ed ha collaborato alle riviste: Arte, Storia e dossier, al trimestrale Hortus Musicus, a Classicaonline e a Classic Voice.[3] Collabora con varie riviste di settore come: Archivum Bobiense, Civiltà del Rinascimento, Storia del Mondo, Medioevo, Storia in rete, BBC History Italia, Conoscere la Storia, Civiltà Romana, Storie di Guerre e Guerrieri e come consulente e curatrice di eventi per enti pubblici e privati.

Nel 1999 scrive il suo primo libro in collaborazione con Ettore Adalberto Albertoni, docente presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi dell'Insubria e Romano Bracalini, il volume Le genti bergamasche e le loro terre, pubblicato a cura della Provincia di Bergamo.

Nel 2009, con la sua edizione commentata del classico medievale La navigazione di san Brandano, ha vinto la sesta edizione del Premio Italia Medievale[4] promosso dall'Associazione Culturale Italia Medievale. Alcuni dei suoi libri sono stati tradotti all'estero.

È coordinatore scientifico di manifestazioni dedicate ai Longobardi: Luglio Longobardo (Nocera Umbra, PG: edizioni 2011, 2012, 2013, 2014, 2015 e 2017), Anno Domini 568. Cividale primo Ducato (Cividale del Friuli, Ud), prima edizione 2013, I Longobardi usi e costumi di un popolo a Sant'Elpidio a Mare,[5] Sant'Angelo Lodigiano[6] e Monticello Brianza, Michaelica a Ferentillo, Ad577. I Longobardi nel Campo Rotaliano a Mezzolombardo.

È direttore del Notiziario Storie & Archeostorie e fa parte dei seguenti Comitati scientifici: rivista “Medioevo Italiano”, Associazione Europea del Cammino di San Colombano, collana "Storie e Libertà" (con Franco Cardini, Marina Montesano, Antonio Musarra, Davide Bigalli, Massimo Fini, Alessandro Vanoli e Alessandro Bedini) delle Edizioni La Vela

Incarichi e partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2006 dell'International Association of Art Critics.

  • Dal 2007 dell'Istituto Italiano per la Civiltà Egizia.
  • Dal 2007 dell'AISSCA (Associazione italiana per lo studio delle santità, dei culti e dell'agiografia).
  • Dal 2007 della Società Friulana di Archeologia.
  • Dal 2009 dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri.
  • Dal 2009 del CESM (Centro Europeo Studi Medievali).
  • Dal 2010 della Società Archeologica Comense.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Prefazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Collaborazioni giornalistiche, su elenapercivaldi.com. URL consultato il 24 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 26 gennaio 2013).
  2. ^ Exibart[collegamento interrotto]
  3. ^ Copia archiviata, su ancoralibri.it. URL consultato il 21 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 30 dicembre 2013).
  4. ^ Premio Italia Medievale 2009
  5. ^ Al via Medioevo da riscoprire-ciclo d'incontri con la storica e saggista Elena Percivaldi, su santelpidioamare.it. URL consultato il 19 marzo 2017.
  6. ^ Usi e costumi di un popolo: un convegno sui longobardi, su ilcittadino.it. URL consultato il 19 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 20 marzo 2017).
  7. ^ Incarichi e partecipazioni di Elena Percivaldi Archiviato il 2 marzo 2013 in Internet Archive.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1162012 · ISNI (EN0000 0004 0014 6210 · LCCN (ENn2002039285 · BNF (FRcb16515542k (data)