Elapotinus picteti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Elapotinus picteti
Immagine di Elapotinus picteti mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Reptilia
Sottoclasse Diapsida
Ordine Squamata
Sottordine Serpentes
Infraordine Caenophidia
Superfamiglia Colubroidea
Famiglia Lamprophiidae
Sottofamiglia Pseudoxyrhophiinae
Genere Elapotinus
Jan, 1862
Specie E. picteti
Nomenclatura binomiale
Elapotinus picteti
Jan, 1862
Sinonimi

Pararhadinaea albignaci
Domergue, 1984
Exallodontophis albignaci
(Domergue, 1984)

Elapotinus picteti Jan, 1862 è un serpente della famiglia Lamprophiidae, endemico del Madagascar. È l'unica specie del genere Elapotinus.[2]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Descritto nel 1862 dallo zoologo italiano Giorgio Jan, questo taxon non fu successivamente più ritrovato per oltre 150 anni. Solo nel 2014 le caratteristiche dell'olotipo sono state confrontate con quelle della specie Exallodontophis albignaci, descritta nel 1984 dal francese Charles Domergue, giungendo alla conclusione che si trattasse della stessa specie.[3]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è presente in varie località del Madagascar settentrionale e orientale.[1]

Vive nella foresta pluviale, ad altitudini comprese tra 700 e 1.000 m s.l.m..

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List classifica Elapotinus picteti come specie a basso rischio (Least Concern).[1]

La specie è presente all'interno di numerose aree protette tra cui il parco nazionale di Marojejy e il parco nazionale Montagna d'Ambra.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Raxworthy, C.J., Andreone, F., Glaw, F., Rafanomezantsoa, J. & Vences, M. 2012, Exallodontophis albignaci, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2018.1, IUCN, 2017. URL consultato il 27 novembre 2015.
  2. ^ (EN) Elapotinus picteti, in The Reptile Database. URL consultato il 27 novembre 2015.
  3. ^ (EN) Kucharzewski C., Raselimanana A.P., Wang C., Glaw F., A taxonomic mystery for more than 150 years: Identity, systematic position and Malagasy origin of the snake Elapotinus picteti Jan, 1862, and synonymy of Exallodontophis Cadle, 1999 (Serpentes: Lamprophiidae) (PDF), in Zootaxa, vol. 3852, nº 2, 2014, pp. 179-202.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Glaw, F. and Vences, M., A Fieldguide to the Amphibians and Reptiles of Madagascar, 3ª edizione, Colonia, Vences & Glaw Verlag, 2007.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]