El gran Carlemany

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

El gran Carlemany (Il grande Carlo Magno in catalano) è l'inno nazionale di Andorra. È stato scritto in catalano da Juan Benlloch y Vivó (1864-1926) e composto da Enric Marfany Bons (1871-1942). È stato adottato come inno ufficiale nel 1914 dal Conseil General, in maniera definitiva il 2 aprile 1917.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'inno è una pomposa marcia, il cui tema ricorda abbastanza l'inno francese, mentre il suo trio centrale ricorda l'inno spagnolo, come se il compositore avesse voluto fare un omaggio alle due nazioni confinanti.

Testo[modifica | modifica wikitesto]

«El gran Carlemany, mon pare,
dels alarbs em deslliurà,
I del cel vida em donà,
de Meritxell, la gran Mare.

Princesa nasquí i Pubilla
entre dues nacions, neutral;
sols resto l'única filla,
de l'imperi Carlemany.

Creient i lliure onze segles,
creient i lliure vull ser.
Siguin els furs mos tutors
i mos Prínceps defensors!

I mos Prínceps defensors!»

Traduzione italiana[modifica | modifica wikitesto]

«Il grande Carlo Magno, mio padre,
dai saraceni mi ha liberato,
e dal cielo mi ha dato la vita,
di Meritxell, la grande madre.

Principessa, nata erede
In due nazioni, in neutralità;
Sono l'unica figlia rimasta,
dell'Impero Carolingio.

Fedele e libero per undici secoli,
Sarò fedele e libero.
Le leggi della terra sono i miei tutori,
e i miei difensori dei Principi!

E i miei difensori dei Principi!»

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(AD) «

El gran Carlemany, mon Pare
dels alarbs em deslliurà,
I del cel vida em donà
de Meritxell, la gran Mare,
Princesa nasquí i Pubilla
entre dues nacions, neutral
Sols resto l'única filla
de l'imperi Carlemany.
Creient i lliure onze segles,
creient i lliure vull ser.
Siguin els furs mos tutors
i mos Prínceps defensors!
I mos Princeps defensors!

»
(IT) «

Il grande Carlo Magno, mio Padre
mi ha liberato dai Saraceni,
E dal cielo mi ha donato la vita
di Meritxell, la grande Madre.
Principessa nacqui ed erede,
tra due nazioni neutrale.
Sola resto l'unica figlia
dell'Impero Carolingio.
Credente e libera per undici secoli,
credente e libera voglio essere.
Siano le leggi i miei tutori
e i miei Principi difensori!
E i miei Principi difensori!

»