El Caracol

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Caracol.
El Caracol
Caracol - Oxhuitza
Caracol-Temple.jpg
Il tempio Caana
CiviltàCiviltà Maya
UtilizzoCittà
EpocaXII secolo a.C.
Localizzazione
StatoBelize Belize
DistrettoDistretto di Cayo
Dimensioni
Superficie168,000,000
Scavi
Data scoperta1937
Date scavi1985 (Arlen e Diane Chase)
ArcheologoA. H. Anderson
Arlen e Diane Chase
Amministrazione
VisitabileSi
Mappa di localizzazione

Coordinate: 16°45′50.14″N 89°07′03.33″W / 16.763928°N 89.117592°W16.763928; -89.117592

Mappa di localizzazione: Belize
El Caracol
El Caracol
Localizzazione di El Caracol in Belize

Caracol o El Caracol è un grande sito archeologico costruito dalla civiltà Maya situato nel distretto di Cayo, in Belize. Caracol si trova a circa 25 miglia a sud di Xunantunich e San Ignacio Cayo, a 460 metri dal livello del mare, sulle colline di Maya Mountains, circondato dal Parco nazionale di Chiquibul. Caracol significa chiocciola in spagnolo, il nome originale datogli dai Maya potrebbe essere stato Oxhuitza (pronuncia o-shu-itsa). È conosciuto come tale perché A. H. Anderson, il capo delle spedizioni archeologiche nell'Honduras Britannico, trovò molte chiocciole nel sito dopo la scoperta del 1937 da parte di Rosa Mai, una boscaiola. Il sito era già abitato nel 1200 a.C., ma il periodo più florido si ebbe nella età classica dei Maya, con oltre 40 monumenti datati tra il 485 e l'889 con relative documentazioni riguardanti le dinastie dei sovrani. Caana (il palazzo del cielo) è il monumento più grande di Caracol, e una delle strutture maggiori costruite dall'uomo nell'intero Belize.

La Caracol antica era una delle città Maya più estese, coprendo 168 kilometri quadrati e ospitando una popolazione da 120.000 a 180.000 persone. Un monumento segnala la vittoria militare contro Tikal del 562, che mostra il Signore dell'Acqua di Caracol dopo aver catturato e sacrificato il Doppio Uccello di Tikal. Queste indicazioni archeologiche mostrano l'inizio della perdita di popolarità temporanea di Tikal come città centrale della regione e dello sviluppo di Caracol come potenza maggiore della zona.[1].

Storia moderna[modifica | modifica wikitesto]

Il sito venne scoperto nel 1937. L'Università della Pennsylvania condusse esplorazioni della zona e successive documentazioni vennero fatte nel 1951 e nel 1953. Un altro progetto di scavo è iniziato nel 1985, attualmente diretto dalle dottoresse Arlen e Diane Chase della Università della Florida Centrale. Il sito è gestito da guardiani locali del Belize Institute of Archaeology, una suddivisione del National Institute of Culture and History. Il sito attrae una media di 15-20 turisti al giorno, con picchi maggiori durante il periodo pasquale.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

El Caracol

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sharer, Robert J (1994) The Ancient Maya (Fifth Edition), pp. 214-215. Stanford University Press, Stanford, California, ISBN 0-8047-2310-9

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Conquista spagnola delle Americhe Portale Conquista spagnola delle Americhe: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di conquista spagnola delle Americhe