Eitel Federico II di Hohenzollern-Hechingen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Princely Hat.svg
Eitel Federico II di Hohenzollern-Hechingen
Principe di Hohenzollern-Hechingen
Stemma
In carica 1623-1661
Predecessore Giovanni Giorgio
Successore Filippo
Nascita Hechingen, gennaio 1601
Morte Issenheim, 11 luglio 1661
Dinastia Hohenzollern-Hechingen
Padre Giovanni Giorgio di Hohenzollern-Hechingen
Madre Francesca di Salm-Neufville
Coniuge Maria Elisabetta di Berg ’s-Heerenberg
Figli Francesca
Religione cattolicesimo

Eitel Federico II di Hohenzollern-Hechingen, indicato anche col nome di Eitel Federico V di Hohenzollern (Hechingen, gennaio 1601Issenheim, 11 luglio 1661), è stato dal 1623 alla sua morte Principe di Hohenzollern-Hechingen.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Eitel Federico era il figlio primogenito del principe Giovanni Giorgio di Hohenzollern-Hechingen (1577-1623) e di sua moglie Francesca (m. 1619), figlia di Federico I di Salm-Neufville. Il principe venne educato presso le università di Vienna e Ingolstadt, con prevalenza nelle materie scientifiche come il padre.

Eitel Federico entrò col grado di colonnello nel collegio imperiale di Ratisbona nel 1653. Come cattolico e poi come generale imperiale, difese strenuamente il Castello di Hohenzollern che venne assediato durante la Guerra dei Trent'anni e parzialmente devastato.

Il principe venne ferito a České Budějovice e morì poco dopo. Gli succedette il fratello minore Filippo.

Matrimonio e figli[modifica | modifica wikitesto]

Eitel Federico sposò il 19 marzo 1630 a Boutersem, Maria Elisabetta (1613–1671), figlia del conte Enrico di Berg ’s-Heerenberg e della margravia Erbin di Bergen op Zoom. Da questo matrimonio nacquero i seguenti eredi:

  • Un figlio (*/† 1632)
  • Francesca (1642–1698), margravia di Bergen op Zoom, sposò nel 1662 il conte Federico Maurizio de La Tour d'Auvergne (1642–1707)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • E. G. Johler: Geschichte, Land- und Ortskunde der souverainen teutschen Fürstenthümer Hohenzollern, Hechingen und Sigmaringen. 1824, S. 56 ff. (Digitalisat)
  • Gustav Schilling: Geschichte des Hauses Hohenzollern, in genealogisch fortlaufenden Biographien aller seiner Regenten von den ältesten bis auf die neuesten Zeiten, nach Urkunden und andern authentischen Quellen, F. Fleischer, 1843, S. 245 ff.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN81823887 · GND (DE137661703 · CERL cnp01169306 · WorldCat Identities (EN81823887
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie