Egidio Martini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Egidio Martini (Venezia, 4 novembre 1919Venezia, 17 marzo 2011) è stato un critico d'arte e pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Da giovane si dedica in prima persona alla pittura, esponendo in numerose occasioni i propri lavori. Ma poi nel restauro trova lo sbocco naturale. Ma l'eclettismo di Martini lo spinse oltre. Fino a diventare un critico d'arte in punta di penna, talvolta senza pietà alcuna, ma grande conoscitore dell'arte grazie a studi approfonditi soprattutto sulle produzioni veneziane e venete del XVII e XVIII secolo.

«Un personaggio molto complicato e sofisticato, a tratti burbero, ma completamente fuori dagli schemi accademici tradizionali che non amava per nulla» lo descrive Vittorio Sgarbi, suo amico da molti anni.

Dopo una vita passata all'inseguimento e alla scoperta di opere altrimenti anonime, ha donato la sua collezione, oggi Pinacoteca Egidio Martini[1], al Museo di Ca' Rezzonico a Venezia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pinacoteca Egidio Martini a Ca' Rezzonico[collegamento interrotto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN24751539 · ISNI (EN0000 0000 8342 3535 · SBN CFIV010868 · BAV 495/215714 · LCCN (ENn85813025 · GND (DE121823970 · BNF (FRcb134783474 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n85813025