Egidio Brugola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Egidio Brugola (Lissone, 1901Lissone, 1958) è stato un imprenditore e inventore italiano.

Commercializzò per primo in Italia le Allen keys and screws che da allora presero il suo nome (chiavi e viti a brugola) e fu fondatore delle omonime Officine.

L'azienda, nata nel 1926, è tuttora in attività e mantiene nella briantea Lissone, dove nacque Egidio in via Aliprandi, la sua sede principale. Le "Officine" sono tuttora sotto il controllo della famiglia Brugola.

L'invenzione della vite a brugola, definita nel brevetto come "vite a testa incava esagonale" [1] e non della chiave, è stata riconosciuta dal brevetto depositato dallo stesso nel 1945 all'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi. Questo primo brevetto della brugola riguarda una vite con il gambo «a torciglione». Il figlio Giannantonio, a capo dell'azienda fino alla sua morte nel 2015[2], ha ulteriormente migliorato l'invenzione paterna inventando nel 1993 la Polydrive, una nuova tipologia di vite. Un ufficiale riconoscimento della paternità dell'invenzione della vite Polydrive è arrivato però solamente nel 2003, dopo la vittoria della battaglia per il brevetto europeo contro due ditte tedesche.[3]

Durante la seconda guerra mondiale, Brugola dovette temporaneamente riconvertire le Officine alla produzione di materiale bellico. Durante la Resistenza, inoltre, dovette assistere assieme agli operai dell'industria e alla gente del paese, all'uccisione di due operai, catturati come partigiani.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Addio al signor Brugola, esportò in tutto il mondo il Made in Brianza
  2. ^ Fabio Lombardi, E' morto Giannantonio Brugola, grande industriale della Brianza, in Il Giorno, 16 febbraio 2015. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  3. ^ Ravelli Arianna, La partita vincente del signor Brugola, in Il Corriere della Sera, 19 marzo 2003, p. 54. (archiviato dall'url originale il pre 1/1/2016).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • S. Missaglia, Lissone racconta, Lissone, Comune di Lissone, 1984.
  • Beaumont S. E, Factory visit, U. Illinois, 2002.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie