Edoardo Alfieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Edoardo Alfieri (Foggia, 5 aprile 1913Sanremo, 23 marzo 1998) è stato uno scultore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Allievo, nel capoluogo ligure, di Guido Galletti e a Brera (Milano), di Francesco Messina, è stato successivamente docente all'Accademia Ligustica di Belle Arti.

La sua scultura oscillò fra avanguardia (Alfieri aderì negli anni trenta al gruppo futurista Sintesi) per poi ritornare alla tradizione.

Negli anni quaranta approdò ad una impostazione di tipo espressionista in cui per espressionismo si intende un'arte nella quale prevale la deformazione di alcuni aspetti della realtà, così da accentuarne i valori emozionali ed espressivi.

È di quel periodo (1941) uno dei suoi lavori più apprezzati, la Tomba Dagna al cimitero monumentale di Staglieno.

Del 1961 è invece la Tomba De Luca di Pietralata-Valente, in cui però la visione è prettamente di tipo naturalista-post picassiana e dove il Naturalismo lascia spazio ad un'espressione che partendo dal realismo abbandona canoni classici e romantici.

Notevole è infine la sua Tomba Mele (1962) con impostazione di tipo post-informale (secondo i criteri sviluppati in Francia negli anni cinquanta), nella quale per informale si intende un nuovo modo di creare immagini senza il ricorso alle forme riconoscibili precedentemente usate (ad esempio il Cubismo e il già citato Espressionismo).

Al cimitero di Staglieno sono presenti altri lavori di Alfieri fra cui L'Apocalisse di San Giovanni, lavoro fine anni quaranta-inizio anni cinquanta allocato nella Tomba Puri; i bronzi allocati nella Tomba dei fidanzati (inizio anni sessanta); le figure marmoree della Fede e della Speranza (metà anni cinquanta) allocati nel Porticato di Sant'Antonino.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Franco Sborgi (a cura di), Edoardo Alfieri: l'opera: 1929-1997, Editore Mazzotta, Milano 1998
  • Danilo Presotto (a cura di), Lettere di Edoardo Alfieri, Lino Berzoini, Nicolay Diulgheroff, Escodamè, Italo Lorio, Tina Mennyey, Bruno Munari, Pippo Oriani, Ugo Pozzo, Mino Rosso, Paolo Alcide Saladin, Nino Strada, Felice Vellan e G. Giambattistelli, 1928-1939. Savona : Liguria, 1981
Controllo di autorità VIAF: (EN68944647 · LCCN: (ENnr98034329 · SBN: IT\ICCU\SBLV\168079 · ISNI: (EN0000 0000 5338 7393 · BNF: (FRcb120302269 (data)