Edmund Casimir Szoka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Edmund Casimir Szoka
cardinale di Santa Romana Chiesa
Coat of arms of Edmund Szoka.svg
To live in faith
 
Incarichi ricoperti
 
Nato14 settembre 1927, Grand Rapids
Ordinato presbitero5 giugno 1954 dal vescovo Thomas Lawrence Noa
Nominato vescovo11 giugno 1971 da papa Paolo VI
Consacrato vescovo20 luglio 1971 dal cardinale John Francis Dearden
Elevato arcivescovo21 marzo 1981 da papa Giovanni Paolo II
Creato cardinale28 giugno 1988 da papa Giovanni Paolo II
Deceduto20 agosto 2014, Novi
 

Edmund Casimir Szoka (Grand Rapids, 14 settembre 1927Novi, 20 agosto 2014) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

L'11 giugno 1971 fu eletto vescovo di Gaylord. Ricevette la consacrazione episcopale il 20 luglio dello stesso anno dal cardinale John Francis Dearden.

Il 28 marzo 1981 fu promosso arcivescovo di Detroit.

Papa Giovanni Paolo II lo innalzò alla dignità cardinalizia nel concistoro del 28 giugno 1988, conferendogli il titolo dei Santi Andrea e Gregorio al Monte Celio.

Il 28 aprile 1990 fu nominato presidente della Prefettura degli Affari Economici della Santa Sede. Nel contempo venna nominato il nuovo arcivescovo di Detroit nella persona di monsignor Adam Joseph Maida.

Dal 15 ottobre 1997 al 15 settembre 2006 fu presidente della Pontificia Commissione per lo Stato della Città del Vaticano. Dal 22 febbraio 2001 fu anche presidente del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano. Gli successe in entrambi gli incarichi monsignor Giovanni Lajolo.

Il 14 settembre 2007 compì 80 anni ed uscì dal novero dei cardinali elettori.

Morì il 20 agosto 2014, all'età di 86 anni, presso il Providence Park Hospital di Novi, nel Michigan.

Le esequie si tennero il 26 agosto nella cattedrale del Santissimo Sacramento a Detroit. La salma è poi sepolta nell'Holy Sepulchre Cemetery a Southfield.[1]

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 25 marzo 2005[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN9427925 · ISNI (EN0000 0000 4267 5226 · LCCN (ENno95020584