Edith González

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Edith González (Monterrey, 10 dicembre 1964) è un'attrice messicana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Grazie alla sua prestigiosa carriera artistica, è considerata una delle figure più importanti del panorama artistico messicano. È stata protagonista di opere teatrali, film, e telenovelas che hanno oltrepassato le frontiere del Messico, arrivando in altri paesi con successi straordinari. È un artista versatile, che sceglie sempre ruoli diversi: ragazza dolce e sensibile in Un uomo da odiare, eroina nobile e appassionata in Cuore selvaggio, sensuale avventuriera nel musical Aventurera e in Salomè, dura e spietata in Doña Barbara.

Edith sempre è disposta ad affrontare nuovi personaggi perché considera che sia la maniera migliore per crescere come artista.

All'età di 5 anni Edith, accompagnata dalla madre, assiste tra il pubblico ad un programma televisivo Siempre en domingo. Qui viene notata dal produttore Antulio Jimenez Ponz, e dopo alcune prove Edith inizia la sua carriera da bambina prodigio nel film Cosa juzgada, con Rafael Baledon e Martha Roth.

Figlia di Efrain Gonzalez, ragioniere, e Ofelia Fuentes, casalinga, Edith nasce in un ospedale di Città del Messico. La sua infanzia trascorre felice: coccolata dal fratello, amata dai genitori cresce in un ambiente sereno e tranquillo.

Dopo la sua prima esperienza televisiva, l'infanzia di Edith è legata a programmi per bambini, film e telenovele.

Edith continua gli studi nel collegio William Shakespeare, alternando gli studi con la realizzazione di teleserie come: La maldicion de la blonda, El edificio enfrente, Las fieras, Pacto de amor, Manana serà otro dia; film come: El rey de los gorilas, Ciclon, e opere teatrali come: Ricitos de oro, Hansel e Gretel, Los miserables.

Non aveva ancora compiuto 14 anni quando viene chiamata per girare la telenovela che entrerà nella storia, Anche i ricchi piangono, nel ruolo di Marisabel (Maria Isabel in originale), figlia adottiva di Mariana, la protagonista interpretata da Verónica Castro. In Italia e nel resto del mondo il successo è immenso e Edith decide di completare la sua formazione artistica tra Los Angeles, Londra, New York e Parigi.

A Los Angeles Edith studia recitazione all'accademia "Lee Strasberg" per più di un anno, a New York studia con il famoso professore Richard Pintor del "Neighborhood playhouse" e all'"Actors Institute"; a Parigi studia danza al Centro de danza du Marais e all'Università della Sorbona studia Inglese e Storia dell'Arte, terminando in Inghilterra con gli studi di Jazz.

Durante la lavorazione di Bianca Vidal, Edith riceve il colpo più duro della sua vita: suo padre muore di cancro, ma con l'aiuto e l'appoggio della famiglia, Edith riesce a superare questo dolore e a continuare la sua carriera, con telenovelas di grande successo anche in Italia come Un uomo da odiare, Rosa selvaggia (abbandonata a metà, le subentra nel ruolo Felicia Mercado), Anima persa, fino ad arrivare nel 1993 alla telenovela Cuore selvaggio, che la consacrerà definitivamente come la stella internazionale delle telenovele, grazie al ruolo di Monica (in Italia, Beatrice).

L'anno seguente, Edith recita nel film Salon Mexico, in cui interpreta il ruolo di una prostituta, cambiando completamente la sua immagine.

Dopo il grande successo internazionale di Cuore selvaggio, Edith gira nel 1996 La sombra del otro.

Nel 1997 interpreta a teatro Aventurera, che lascia per girare Nunca te olvidarè.

Durante la lavorazione di Mundo de fieras e Palabra de mujer, Edith lavora contemporaneamente nel musical Aventurera, a cui è tornata trionfamente nel 2005 e partecipa alla trasmissione Bailando por un sueno in veste di giurata.

Nel 2008, dopo aver girato il film El deseo, viene chiamata dalla catena americana Telemundo, per una coproduzione di Televisa per interpretare il ruolo di Doña Barbara, che la rilancia a livello internazionale per lo strepitoso successo di un ruolo complesso che Edith accetta senza esitazione come una nuova sfida.

Tornata in Messico, senza un attimo di riposo, Edith interpreta "Clara Fantasiosa" per la serie tv Mujeres asesinas, per poi iniziare la lavorazione di Camaleones. Dal 2011 lavora in un'altra telenovela Cielo rojo.

Nel 2012 conduce il programma Heroes, in cui si presentano uomini e donne semplici che hanno compiuto gesti di altruismo. Contemporaneamente è a Teatro con Purgatorio. Concluso il tour di questo, Edith è di nuovo sul palcoscenico teatrale con Los arboles mueren de pie, accanto a Mauricio Islas.

Il 2013 la vede protagonista della telenovela Amore senza tempo, con Humberto Zurita e Ramiro Fumazoni.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Cosa juzgada (1970)
  • La maldición de la blonda (1971)
  • Lucía Sombra (1971)
  • El amor tiene cara de mujer (1971)
  • El edificio de enfrente (1972)
  • Los miserables (1973)
  • Mi primer amor (1973)
  • Lo imperdonable (1975)
  • Pacto de amor (1977)
  • Muñeca rota (1978)
  • El enemigo (1979)
  • Vamos juntos (1979)
  • Anche i ricchi piangono (Los ricos también lloran) (1979-1980)
  • Ambición (1980)
  • El hogar que yo robé (1981)
  • Soledad (1981)
  • Bianca Vidal (1982-1983)
  • Natalie (La Fiera) (1983-1984)
  • Sí, mi amor (1984-1985)
  • Un uomo da odiare (Monte Calvario) (1986)
  • Rosa selvaggia (Rosa salvaje) (1987-1988)
  • Flor y canela (1988-1989)
  • Anima persa; altro titolo: Natalia (En carne propia) (1990-1991)
  • Cuore selvaggio (Corazón salvaje) (1993-1994)
  • La sombra del otro (1996)
  • La jaula de oro (1997)
  • Nunca te olvidaré (1999)
  • Salomé (2001-2002)
  • Mujer de madera (2004)
  • Mundo de fieras (2006)
  • Palabra de mujer (2007-2008)
  • Doña Bárbara (2008-2009)
  • Mujeres asesinas (2009)
  • Camaleones (2009-2010)
  • Cielo rojo (2011)
  • Amore senza tempo (Vivir a destiempo) (2013)

Serial televisivi[modifica | modifica wikitesto]

  • Mujer casos de la vida real (1989-1996)
  • La hora marcada (1990)
  • Televiteatros (1993)
  • Las noches de Aventurera (1998)
  • Tarzzán el rey más mono (1999)
  • Cuentos de Navidad (1999)
  • Corazón salvaje (2000)
  • Romero y Chulieta (2003)
  • Plaza Sésamo (2004)
  • La hora pico (2004)
  • Bailando por un sueño (2005)
  • Mujeres asesinas (2009)

Teatrografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • El diabolico barbero de la calle de la horca (1983)
  • Aventurera (1996-1999 e 2005-2008)
  • Buenas noches Mamà (2010)
  • Purgatorio (2012)
  • Los arboles mueren de pie (2012)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN17007082