Edicola Radetzky

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Edicola Radetzky

L'Edicola Radetzky è un chiosco in stile liberty in ferro e vetro, espressione di una tipologia di arredo urbano di cui a Milano rappresenta l'ultimo esemplare ancora visibile. Posizionata nella Darsena, in viale Gorizia, tra il ponte del Trofeo e il ponte dello Scodellino[1], è nata nei primi anni del Novecento come edicola, per poi ospitare, in seguito alla perdita dell'originaria funzione, le trasmissioni di una radio locale[2] e, negli anni più recenti, un info point. Il nome con cui è registrata presso il Comune di Milano, che ne è proprietario, deriva da una precedente struttura che ai tempi della dominazione austriaca ospitava gli annunci del governatore Radetzky[3].

A seguito del progetto di riqualificazione che ha interessato la Darsena, Edicola Radetzky, dopo alcuni anni di abbandono, è stata affidata dal Consiglio di Municipio a Progetto Città Ideale, che ne ha curato il restauro per trasformarla dalla primavera del 2016 in sede di mostre d'arte contemporanea e altre attività culturali[4].

Edicola Radetzky durante il restauro

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Zona Darsena - C'è chi se ne cura, su blog.urbanfile.org. URL consultato il 16 marzo 2016.
  2. ^ Edicola Radetzky | Milano, su ATP DIARY. URL consultato il 16 marzo 2016.
  3. ^ Ville, caselli, edicole il Comune mette in circolo i suoi spazi inutilizzati - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 15 marzo 2016.
  4. ^ Edicola Radetzky, su www.edicolaradetzky.it. URL consultato il 15 marzo 2016.