Eden Lake

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eden Lake
Eden Lake.png
una scena del film
Titolo originale Eden Lake
Paese di produzione Regno Unito
Anno 2008
Durata 91 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere orrore
Regia James Watkins
Sceneggiatura James Watkins
Interpreti e personaggi

Eden Lake è un film horror del 2008 scritto e diretto da James Watkins. Per la modalità d'oppressione dei protagonisti il film è molto simile a L'ultima casa a sinistra, Savaged, I Spit On Your Grave (Film 2010) e I Spit On Your Grave 2; ma si differenza da loro per la vendetta e l'odio dei protagonisti dopo la medesima oppressione.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Steve e Jenny sono una normale coppia di città che decide di trascorrere un weekend in un posto paradisiaco, un tranquillo lago circondato da boschi. Il loro tranquillo weekend va in frantumi quando incontrano un gruppo di ragazzini nei paraggi, che godendo nel provocare gli adulti, prima insulta la coppia e poi ruba loro la macchina. La situazione precipita quando Steve decide di affrontarli.

Il gruppo si rivela essere molto più aggressivo di quello che sembra, soprattutto dopo la morte causata da Steve del loro cane Bonnie. La coppia prova a fuggire, ma dopo un incidente con l'auto, Steve ordina a Jenny di allontanarsi e di chiamare aiuto. L'uomo viene poi catturato e torturato dai ragazzi: Brett, il più violento del gruppo, costringe anche i reticenti a martoriare la vittima con un coltello, riprendendoli con il telefono di Paige, l'unica ragazza della gang, per poterli in futuro minacciare. Successivamente cercano di catturare Jenny, traditasi grazie al suo tentantivo di avvertire la polizia con il bluetooth. Questa però riesce in un primo momento a seminarli e soccorrere il fidanzato, il quale si scoprirà essere in procinto di chiedergli di sposarla. Jenny si separa di nuovo da Steve per andare a cercare aiuto e incappa in un ragazzino, Adam, che aveva visto qualche giorno prima mentre veniva dileggiato e preso a calci dai ragazzi del gruppo. Questi le dice di volerla portare in salvo, quando in realtà la fa cadere in una trappola. I due vengono legati a un albero da Brett e i suoi amici e dati alle fiamme. Mentre Steve muore inghiottito dal fuoco, Jenny riesce a scappare. Brett urla a Jenny che ucciderà Adam se non tornerà indietro, ma lei continua a fuggire e Adam trova così la morte.

Jenny intende arrivare alla città per chiamare aiuto e fuggire dalle grinfie dei ragazzi, ma lungo il cammino colta dal terrore, uccide il più timido del gruppo, Richy. Brett incomincia a comprendere che i suoi amici provano dei sensi di colpa per quello che hanno fatto, quindi uccide uno di loro per la sua "insubordinazione". Jenny riceve l'aiuto di un ragazzo che sta passando per la zona, ma quando scopre che è il fratello di Richy, gli ruba l'auto e si dirige in città, uccidendo nella sua corsa in macchina Paige che si trovava casualmente sul suo cammino. In seguito ad un nuovo incidente, riceve aiuto da un gruppo di adulti, che si scoprono alla fine essere i genitori dei suoi oppressori e non si rivelano poi tanto diversi dai loro figli. I genitori, scoperto quello che è successo, piangono per la morte dei figli e il padre di Brett ordina ai suoi amici di portare la donna "sotto la doccia", non prima di aver dato un pugno al figlio. Il film termina con Brett che ascolta le urla disperate di Jenny che muore mentre si guarda allo specchio indossando gli occhiali di Steve.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema