Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Eden: It's an Endless World!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eden: It's an Endless World!
EDEN 〜It's an Endless World!〜
(Eden: It's an Endless World!)
Eden cop vol 01.jpg
Copertina del primo volume dell'edizione italiana del manga.
manga
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Hiroki Endo
Editore Kodansha
Rivista Afternoon
Target seinen
1ª edizione 1998 – 2008
Tankōbon 18 (completa)
Editore it. Panini Comics
Collana 1ª ed. it. Planet Manga
1ª edizione it. 20 aprile 2000 – 19 febbraio 2009
Volumi it. 18 (completa)
Genere fantascienza

Eden: It's an Endless World! (EDEN 〜It's an Endless World!〜?) è un manga scritto e illustrato da Hiroki Endo e pubblicato in Giappone sulla rivista Afternoon. È ambientato in un prossimo futuro, nel quale un misterioso virus ha sterminato il 15% della popolazione mondiale,[1] alterando l'equilibrio politico globale. La copertina del volume 11 è stata citata dal New York Times.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un pericolosissimo virus, denominato Closer Virus, ha sterminato gran parte della popolazione terrestre. Il suo metodo di attacco è allo stesso tempo semplice e micidiale: trasformare la pelle in materiale corneo, sino a portare l'ospite alla morte. Alcune persone presentano però un immunità naturale a questo virus, come Enoa Ballade e Hana Mayer, due ragazzini che vengono rinchiusi in una sorta di Eden dove potranno ripopolare la Terra. Vent'anni più tardi, Enoa è il più grande boss della droga del Sud America: ha accumulato molto potere, ma anche molti nemici, tra cui l'organizzazione Propater. Questi ultimi, non riuscendo a ucciderlo, rapiscono la moglie Hana e la figlia Mana, mentre il figlio Elia riesce a sfuggire agli assalitori. Il ragazzo si ritrova a vagare in un devastato Perù insieme al robot Cherubino, intraprendendo un viaggio per cercare di salvare la madre e la sorella rapite.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Eden: It's an Endless World!.
  • Elia Ballade, figlio di Enoa e di Hana, anche se vorrebbe farsi chiamare con il cognome che ha preso la madre (Mayool) con cherubino inizia le sue avventure in una terra inesplorata, scampato al rapimento della madre e della sorella da parte di Propater. Stringe amicizia con Helena, una prostituta.
  • Enoa Ballade, figlio di Cris e di Linda. Il suo vero nome è Ennoia. Venne abbandonato dal padre in giovane età ed affidato a Rain dopo la morte della madre, ucciderà inconsapevolmente il padre difendendo se stesso e Hana con il robot Cherubino, da un'incursione di Propater ad Eden. Con l'amica di infanzia Hana avrà tre figli: Gina, Elia e Mana. una volta cresciuto sarà a capo di una vasta organizzazione criminale dedita al narcotraffico. Morirà nel tentativo di bloccare il Big barrel. Immune al closure e al disclosure virus.
  • Hana Mayool, amica di infanzia e compagna di Enoa, disgustata dal comportamento del marito ripudierà il cognome facendosi chiamare Mayool. Rapita insieme alla figlia Mana da Propater, rimarrà paralizzata e perderà parte della memoria, durante il tentativo di liberarla.
  • Cherubino, robot utilizzato più volte nel corso della serie: la prima volta da Maya poi ricostruito da Enoa servirà prima lui e poi suo figlio Elia, verrà utilizzato anche da Sofia durante diverse battaglie. Sarà l'artefice di molte uccisioni, fra cui quella di Cris, di Enoa e di Karn.[3]
  • Helena Montoya, prostituta che incontra Elia e il gruppo dei Nomad; diverrà il primo amore di Elia e sarà da lui vendicata dopo esser stata brutalmente aggredita e mutilata da Pedro.
  • Miriam Arona, sottoufficiale nata nell'89, esperta di arti marziali innamorata di Leonardo, alla fine avrà un bambino con Elia Ballade.

Pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Eden è stato pubblicato sulla rivista Afternoon di Kodansha dal 25 settembre 1997 al 25 giugno 2008 per un totale di 127 capitoli; questi sono stati raccolti in 18 volumi pubblicati, sotto l'etichetta Kodansha Comics, tra il 21 aprile 1998 e il 23 luglio 2008. Il manga è stato pubblicato anche all'estero: negli USA da Dark Horse Comics dal 2 novembre 2005, in Francia da Generation Comics, in Germania e in Polonia da Egmont e in Portogallo da Panini Comics[4]. Anche in Italia il manga è stato pubblicato da Panini Comics, prima nella collana Manga 2000 e poi, dal volume 15 al 18, in monografico[5], per poi venire ripubblicato in un'edizione deluxe da 9 volumi, ognuno contenente due volumi dell'edizione originale, tra il 9 agosto 2012[6] e il 9 gennaio 2014[7].

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
Data di prima pubblicazione
Giappone Italia
1 Eden: It's an Endless World! 1
「EDEN 1」
21 aprile 1998[8]
ISBN 978-4-06-314176-4
20 aprile 2000[9]
2 Eden: It's an Endless World! 2
「EDEN 2」
20 ottobre 1998[10]
ISBN 978-4-06-314191-7
15 giugno 2000[11]
3 Eden: It's an Endless World! 3
「EDEN 3」
19 maggio 1999[12]
ISBN 978-4-06-314208-2
24 agosto 2000[13]
4 Eden: It's an Endless World! 4
「EDEN 4」
21 febbraio 2000[14]
ISBN 978-4-06-314233-4
19 ottobre 2000[15]
5 Eden: It's an Endless World! 5
「EDEN 5」
18 luglio 2000[16]
ISBN 978-4-06-314246-4
22 marzo 2001[17]
6 Eden: It's an Endless World! 6
「EDEN 6」
19 settembre 2001[18]
ISBN 978-4-06-314274-7
18 aprile 2002[19]
7 Eden: It's an Endless World! 7
「EDEN 7」
21 maggio 2002[20]
ISBN 978-4-06-314294-5
20 marzo 2003[21]
8 Eden: It's an Endless World! 8
「EDEN 8」
19 febbraio 2003[22]
ISBN 978-4-06-314307-2
18 marzo 2004[23]
9 Eden: It's an Endless World! 9
「EDEN 9」
17 luglio 2003[24]
ISBN 978-4-06-314325-6
12 agosto 2004[25]
10 Eden: It's an Endless World! 10
「EDEN 10」
21 novembre 2003[26]
ISBN 978-4-06-314334-8
21 ottobre 2004[27]
11 Eden: It's an Endless World! 11
「EDEN 11」
23 luglio 2004[28]
ISBN 978-4-06-314349-2
19 maggio 2005[29]
12 Eden: It's an Endless World! 12
「EDEN 12」
23 febbraio 2005[30]
ISBN 978-4-06-314370-6
20 ottobre 2005[31]
13 Eden: It's an Endless World! 13
「EDEN 13」
21 settembre 2005[32]
ISBN 978-4-06-314390-4
18 maggio 2006[33]
14 Eden: It's an Endless World! 14
「EDEN 14」
23 marzo 2006[34]
ISBN 978-4-06-314407-9
8 febbraio 2007[35]
15 Eden: It's an Endless World! 15
「EDEN 15」
23 ottobre 2006[36]
ISBN 978-4-06-314431-4
24 luglio 2008[37]
16 Eden: It's an Endless World! 16
「EDEN 16」
23 aprile 2007[38]
ISBN 978-4-06-314454-3
20 novembre 2008[39]
17 Eden: It's an Endless World! 17
「EDEN 17」
21 dicembre 2007[40]
ISBN 978-4-06-314481-9
22 gennaio 2009[41]
18 Eden: It's an Endless World! 18
「EDEN 18」
23 luglio 2008[42]
ISBN 978-4-06-314515-1
19 febbraio 2009[43]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il manga ha ricevuto una nomination per il Seiun Award nel 2009 per il miglior manga di fantascienza[44] ed è stato ritenuto il miglior manga nel 2007 dalla rivista Wizard[45]; il volume 11 è stato il decimo volume manga più venduto tra il 22 e il 28 febbraio 2009 negli Stati Uniti[46] La serie è apparsa in alcuni sondaggi del sito AnimeClick.it, dove è ritenuto il miglior seinen degli anni novanta e al quarto posto tra i manga più consigliati[47][48].

La serie viene ritenuta il successore spirituale di Akira di Katsuhiro Otomo, da cui trae l'ambientazione fantascientifica e cyberpunk condita da una situazione politica ben concepita e descritta minuziosamente; il manga tratta molteplici tematiche, perlopiù cupe, come la crudeltà e il cinismo presenti nell'animo umano, l'assenza di morale, la guerra e le discriminazione che minano il tentativo da parte dei personaggi di raggiungere una tanto agognata felicità. I personaggi che appaiono hanno ognuno un background diverso e che maturano col prosieguo dell'opera. I disegni dell'opera sono prevalentemente realistici, mostrando fin nei minimi particolari anche le scene più cruente[49][50][51].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Eden: It's an Endless World!, manga edizione italiana, numero 4 pag 35.
  2. ^ "Introducing The New York Times Graphic Books Best Seller Lists" di George Gene Gustines, 5 marzo 2009
  3. ^ Eden: It's an Endless World!, manga edizione italiana, numero 18 pag 205
  4. ^ (EN) Scheda sul manga Eden: It's an Endless World!, Anime News Network.
  5. ^ MANGA 2000 su Panini Comics, 14 agosto 2009. URL consultato il 23 luglio 2015.
  6. ^ EDEN DELUXE COLLECTION 1, Panini Comics. URL consultato il 23 luglio 2015.
  7. ^ EDEN DELUXE COLLECTION 9, Panini Comics. URL consultato il 23 luglio 2015.
  8. ^ (JA) EDEN(1), Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  9. ^ Eden (Hiroki Endo) 1 su AnimeClick.it. URL consultato il 20 luglio 2015.
  10. ^ (JA) EDEN(2), Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  11. ^ Eden (Hiroki Endo) 2 su AnimeClick.it. URL consultato il 20 luglio 2015.
  12. ^ (JA) EDEN(3), Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  13. ^ Eden (Hiroki Endo) 3 su AnimeClick.it. URL consultato il 20 luglio 2015.
  14. ^ (JA) EDEN(4), Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  15. ^ Eden (Hiroki Endo) 4 su AnimeClick.it. URL consultato il 20 luglio 2015.
  16. ^ (JA) EDEN(5), Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  17. ^ Eden (Hiroki Endo) 5 su AnimeClick.it. URL consultato il 20 luglio 2015.
  18. ^ (JA) EDEN(6), Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  19. ^ Eden (Hiroki Endo) 6 su AnimeClick.it. URL consultato il 20 luglio 2015.
  20. ^ (JA) EDEN(7), Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  21. ^ Eden (Hiroki Endo) 7 su AnimeClick.it. URL consultato il 20 luglio 2015.
  22. ^ (JA) EDEN(8), Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  23. ^ Eden (Hiroki Endo) 8 su AnimeClick.it. URL consultato il 20 luglio 2015.
  24. ^ (JA) EDEN(9), Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  25. ^ Eden (Hiroki Endo) 9 su AnimeClick.it. URL consultato il 20 luglio 2015.
  26. ^ (JA) EDEN(10), Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  27. ^ Eden (Hiroki Endo) 10 su AnimeClick.it. URL consultato il 20 luglio 2015.
  28. ^ (JA) EDEN(11), Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  29. ^ Eden (Hiroki Endo) 11 su AnimeClick.it. URL consultato il 20 luglio 2015.
  30. ^ (JA) EDEN(12), Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  31. ^ Eden (Hiroki Endo) 12 su AnimeClick.it. URL consultato il 20 luglio 2015.
  32. ^ (JA) EDEN(13), Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  33. ^ Eden (Hiroki Endo) 13 su AnimeClick.it. URL consultato il 20 luglio 2015.
  34. ^ (JA) EDEN(14), Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  35. ^ Eden (Hiroki Endo) 14 su AnimeClick.it. URL consultato il 20 luglio 2015.
  36. ^ (JA) EDEN(15), Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  37. ^ EDEN 15, Panini Comics. URL consultato il 20 luglio 2015.
  38. ^ (JA) EDEN(16), Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  39. ^ EDEN 16, Panini Comics. URL consultato il 20 luglio 2015.
  40. ^ (JA) EDEN(17), Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  41. ^ EDEN 17, Panini Comics. URL consultato il 20 luglio 2015.
  42. ^ (JA) EDEN(18) <完>, Kodansha. URL consultato il 20 luglio 2015.
  43. ^ EDEN 18, Panini Comics. URL consultato il 20 luglio 2015.
  44. ^ (EN) Japanese Science Fiction Con Award Nominees Revealed su Anime News Network, 14 aprile 2009. URL consultato il 29 luglio 2015.
  45. ^ Giunge al termine Eden, il manga fantascientifico di Hiroki Endo su Comicsblog, 21 agosto 2008. URL consultato il 29 luglio 2015.
  46. ^ (EN) New York Times Manga Best Seller List, February 22-28 su Anime News Network, 5 marzo 2009. URL consultato il 29 luglio 2015.
  47. ^ I migliori seinen anni '90 secondo l'utenza di AnimeClick.it su AnimeClick.it, 3 febbraio 2013. URL consultato il 29 luglio 2015.
  48. ^ AnimeClick.it: I manga "Da Leggere" e più consigliati dagli utenti su AnimeClick.it, 3 agosto 2013. URL consultato il 29 luglio 2015.
  49. ^ Eden - It's an Endless World! di Hiroki Endo: Recensione su AnimeClick.it, 18 dicembre 2013. URL consultato il 29 luglio 2015.
  50. ^ Eden #1-12 su Lo spazio bianco, 23 marzo 2006. URL consultato il 29 luglio 2015.
  51. ^ Recensione EDEN su Everyeye, 16 ottobre 2006. URL consultato il 29 luglio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga