Edelweiss Air

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Edelweiss Air
Logo
Edelweiss Air Airbus A330-223; HB-IQI@ZRH;16.04.2011 595cs (5629426712).jpg
StatoSvizzera Svizzera
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione19 ottobre 1995 a Bassersdorf
Fondata daNick Grob
Sede principaleKloten
GruppoLufthansa
Persone chiaveBernd Bauer (CEO)
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Dipendenti540 (2015)
Slogan«Flying the swiss way
Sito webwww.flyedelweiss.com/
Compagnia aerea charter
Codice IATAWK
Codice ICAOEDW
Indicativo di chiamataEDELWEISS
COACH.AOC.1007
Primo volo1995
HubZurigo
Flotta14 (nel 2021)
Destinazioni65 (nel 2021)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Edelweiss Air AG è una compagnia aerea charter con sede a Kloten, in Svizzera. La sua base principale è l'Aeroporto di Zurigo-Kloten.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La compagnia è stata fondata il 19 ottobre 1995 a Bassersdorf, in Svizzera, con un solo aereo, un McDonnell Douglas MD-83. Il nome dell'azienda deriva dal fiore nazionale non ufficiale svizzero, la Stella Alpina, anch'esso dipinto sui suoi aerei.

La flotta è stata successivamente ampliata e rinnovata. Nel 1998 furono introdotti nuovi Airbus A320-200 per sostituire gli MD-83 e nel 1999 iniziarono i voli a lungo raggio utilizzando l'Airbus A330-200.

Per sette anni consecutivi tra il 2001 e il 2008, Edelweiss Air ha ricevuto il Golden Travelstar Award per i suoi eccellenti risultati.[2]

Fino al novembre 2008, Edelweiss Air era interamente di proprietà di Kuoni Travel Ltd e aveva 190 dipendenti, quando i diritti di esercizio furono venduti a Swiss International Air Lines, in cambio dei diritti di vendita di capacità alberghiere tramite la rete di vendita svizzera.[3] Dopo l'acquisizione di Swiss International Airlines da parte del gruppo tedesco Lufthansa nel 2005, Edelweiss Air è diventata una sussidiaria del più grande gruppo di compagnie aeree d'Europa nello stesso momento in cui è stata acquisita da Swiss.[4]

A marzo 2011, Edelweiss Air ha aggiunto l'Airbus A330-300 alla sua flotta, con un ordine effettuato il 5 aprile 2010. Nel luglio 2015, è stato annunciato che Edelweiss avrebbe ricevuto quattro Airbus A340-300 tra il 2017 e il 2018 precedentemente operati dalla sua società madre Swiss International Air Lines. Gli aerei sono stati utilizzati per espandere la rete di rotte.[5]

Nel novembre 2015, Edelweiss ha introdotto una livrea rivista su uno dei suoi Airbus A320-200, poi applicata all'intera flotta.[6] Nel dicembre 2016, la compagnia ha dismesso il suo unico Airbus A330-200, che è stato consegnato a Brussels Airlines ed è stato sostituito dagli Airbus A340-300 ereditati dalla Swiss.[7]

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Flotta attuale[modifica | modifica wikitesto]

Un Airbus A320-200 di Edelweiss Air
Un Airbus A340-300 di Edelweiss Air.

Ad agosto 2021 la flotta di Edelweiss Air è così composta[8]:

Aereo In flotta Ordini Passeggeri Note
J Y Totale
Airbus A320-200 10 174 174
Airbus A340-300 4 27 287 314 [9]
Totale 14

Flotta storica[modifica | modifica wikitesto]

Edelweiss Air operava in precedenza con i seguenti aeromobili[8]:

Aereo Esemplari Inserimento Dismissione Note
Airbus A330-200 2 2000 2016
Airbus A330-300 2 2011 2021
McDonnell Douglas MD-83 3 1996 1999

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Edelweiss Air operation center (PNG), su web.archive.org, 11 novembre 2011. URL consultato il 30 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale l'11 novembre 2011).
  2. ^ (EN) History | Edelweiss Air | Flying Better | Flying the Swiss way, su web.archive.org, 5 giugno 2009. URL consultato il 30 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 5 giugno 2009).
  3. ^ (EN) Directory: World Airlines, in Flight International, 3 aprile 2007, p. 76.
  4. ^ (EN) SWISS names new Edelweiss Air Board of Directors, su swiss.com.
  5. ^ (EN) Edelweiss Air to add one more A320, three Swiss A340s, su ch-aviation. URL consultato il 30 gennaio 2021.
  6. ^ Edelweiss Switzerland Flugzeuge erhalten neues Design - ZRH-Spotter, su www.zrh-spotter.ch. URL consultato il 30 gennaio 2021.
  7. ^ (EN) Switzerland's Edelweiss Air ends A330-200 operations, su ch-aviation. URL consultato il 30 gennaio 2021.
  8. ^ a b (EN) Edelweiss Air Fleet Details and History, su www.planespotters.net. URL consultato il 31 dicembre 2020.
  9. ^ Marche HB-JMD, HB-JME, HB-JMF e HB-JMG.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]