Edelweiss Air

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edelweiss Air
Airbus A320 Edelweiss Air HB-IHX.jpg
StatoSvizzera Svizzera
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1995 a Bassersdorf
Sede principaleKloten
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Slogan«Flying the swiss way»
Sito web
Compagnia aerea charter
Codice IATAWK
Codice ICAOEDW
Indicativo di chiamataEDELWEISS
HubAeroporto di Zurigo-Kloten
Flotta12 (nel 2017)
Destinazioni52
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Edelweiss Air AG è una compagnia aerea di voli charter con sede a Kloten, in Svizzera.[1]. La sua base principale è l'Aeroporto di Zurigo-Kloten.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La compagnia è stata fondata il 19 ottobre 1995 a Bassersdorf in Svizzera, con un solo aereo, un McDonnell Douglas MD-83. Nel 1998 l'azienda ha deciso di rinnovare la propria flotta con aeromobili Airbus A320. Nel 1999, la società ha aggiunto un Airbus A330. Nel 2006 con il 10 ° anniversario del suo primo volo, la società era cresciuta fino ad avere 240 dipendenti a tempo pieno. Nel marzo 2007, Edelweiss Air è stata interamente acquisita da Kuoni Travel Ltd e aveva 190 dipendenti. Dal 1 ° novembre 2008, Kuoni Travel Ltd ha venduto i diritti di esercizio della compagnia aerea di Swiss International Air Lines e in cambio ha acquistato i diritti per vendere le capacità alberghiere attraverso la rete svizzera di vendita. La compagnia aerea sarà gestita in modo indipendente.[2]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001, 2002, 2003, 2004 e 2011 Edelweiss Air ha ricevuto il Golden Award per i suoi eccellenti risultati.[3]

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Airbus A320 dell' Edelweiss Air

La flotta dell'Edelweiss Air al 2017 è composta dai seguenti aeromobili:[4][5]

MODELLO IN SERVIZIO PREVISTI CONFIGURAZIONE NOTE
Airbus A320-200 8 CY168/Y174 Marche: HB-IHX,HB-IHY, HB-IHZ, HB-IJU, HB-IJV, HB-IJW
Airbus A330-300 2 C27Y288 Marche: HB-JHQ, HB-JHR
Airbus A340-300 2 1 C27W76Y211 Marche: HB-JMF, HB-JMG
TOTALE 10 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Ground Map Archiviato il 10 luglio 2011 in Internet Archive.
  2. ^ Swiss International buys Edelweiss Air.
  3. ^ Edelweiss Air History & Awards Archiviato il 5 giugno 2009 in Internet Archive..
  4. ^ Edelweiss Air Fleet.
  5. ^ Flotta, su planespotters.net.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]