Ecbertini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gli Ecbertini (noti anche come Cobboni) furono una famiglia della nobiltà sassone, insieme ai Carolingi e ai Liudolfingi, e mantennero la loro posizione di potere e di legame familiare con entrambe le case regnanti. A livello regionale, trovavano le proprie radici principalmente nella Westfalia meridionale tra il Reno e il Weser. Fondatore della nobile famiglia fu Ecberto, il Dux di Sassonia di Carlo Magno.[1] La moderna ricerca storica vuole che dagli Ecbertini discenda la dinastia dei Liudolfingi.

Stemma di Ecberto I

I più importanti membri della famiglia furono:

  1. Ecberto (756-811)
    1. Cobbo il vecchio (800)
    2. Guerino I di Sassonia, abate dell'Abbazia di Corvey 826–856
    3. Addila di Herford
    4. Tochter
      1. Haduwy (Hadewig)[2]
        1. Bennid
        2. Amalung
      2. Cobbo di Jüngere[3]

Successivamente si annoverano tra i componenti della famiglia:

  • Bovo I, abate di Corvey (879-890), discendente di Guerino[4]
  • Bovo II, abate di Corvey (900-916),[4]
  • Bovo III, abate di Corvey (942-948),[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dux Ekbert-Corveyer Abtes Warin (826-856)-Haduwy von Herford, bei Genealogie Mittelalter
  2. ^ Nichte vonseiten der Schwester Warins (translatio Pusinna, s. Jakobi, S. 54).
  3. ^ Jakobi, S. 54/55.
  4. ^ a b c Secondo Widukind di Corvey, s. Jakobi, S. 61.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Franz-Josef Jakobi: Zur Frage der Nachkommen der heiligen Ida und der Neuorientierung des sächsischen Adels in der Karolingerzeit. in: Géza Jaśzai (Hrsg.): Heilige Ida von Herzfeld, 980–1980, Festschrift zur Tausendjährigen Wiederkehr ihrer Heiligsprechung, Münster 1980.
  • Lexikon des Mittelalters Band VIII, Spalte 249 (Warin)