Earthsea (mondo immaginario)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Earthsea o Terramare
Nome originaleEarthsea
Nome localeArcipelago
Tipomondo
Creazione
SagaCiclo di Earthsea
IdeatoreUrsula Le Guin
Appare in
  • Il mago di Earthsea o Il mago
  • Le tombe di Atuan
  • La spiaggia più lontana o Il signore dei draghi
  • L'isola del drago
  • I venti di Earthsea o I venti di Terramare
  • The Word of Unbinding
  • The Rule of Names
  • Dragonfly
  • Leggende di Earthsea o Leggende di Terramare
Caratteristiche immaginarie
CapitaleHavnor
RazzeHardic, Karg, Popolo delle Zattere e Draghi
LingueHardic, Kargic, lingua osskiliana e Vecchio Idioma

Earthsea o Terramare è un mondo immaginario creato da Ursula Le Guin, che fa da sfondo a tutti i romanzi del Ciclo di Earthsea.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Questo mondo è formato interamente da un arcipelago, suddiviso nelle Terre Interne al centro, con isole più fitte e di maggiori dimensioni, e Orizzonti, le zone più periferiche con isole più piccole e rade. Al di là degli Orizzonti c'è soltanto l'oceano aperto.

Le Terre Interne sono popolate quasi esclusivamente dal popolo hardic; a Nord-Est alcune isole sono note come Terre di Karg e vi risiede appunto il popolo Karg, che ha una lingua propria e caratteristiche somatiche "barbare", simili ai popoli del Nord Europa.

Nelle isole dell'estremo Orizzonte Ovest vivono i draghi.

Le isole principali di Earthsea, ovvero quelle dove si svolge gran parte delle azioni narrate nei romanzi del ciclo, sono:

  • Havnor - sede dell'omonima capitale di Earthsea. è un'isola grande come la Gran Bretagna e sede di un importante porto commerciale;
  • Gont - luogo di nascita di Ged e residenza di Tenar e Therru, tre dei personaggi principali della saga; i suoi abitanti sono dediti principalmente all'agricoltura e alla pastorizia;
  • Roke - sede della Scuola di Roke, dove vengono addestrati i Maghi;
  • Paln
  • Terre di Karg - queste terre comprendono quattro grandi isole a nord-est dell'Arcipelago; perlopiù hanno un clima arido, anche se possono essere irrigate e coltivate. Il popolo kargic non pratica la magia né la scrittura, a causa della diffidenza che provano per la cultura hardic, predominante nell'Arcipelago. Le isole delle Terre di Karg sono:
    • Atuan - dove sono poste le Tombe, santuario degli antichi poteri della Terra, che fanno da sfondo a buona parte de Le tombe di Atuan, secondo libro del Ciclo di Terramare;
    • Karego-At - isola principale delle Terre di Karg;
    • Hur-At Hur e Atnini altre isole delle Terre di Karg.

Politica[modifica | modifica wikitesto]

L'isola centrale è Havnor, dove risiede il re dell'Arcipelago, e ogni isola ha un parlamento e un rappresentante eletto o ereditario, che rappresenta l'isola presso il re. Oltre al potere politico a Terramare è molto importante il potere della magia, esercitato da maghi e stregoni, che vede il suo centro nell'isola di Roke, dove è stata eretta un'importante scuola di magia. Non è però necessario aver studiato della scuola di Roke per esercitare la magia, è possibile essere discepoli di altri culti come quello delle isole di Paln o delle Terre di Karg.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Ursula Le Guin, La saga di Terramare, Milano, Mondadori, 2014, ISBN 9788804626411.