Eagle Pass

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eagle Pass
city
(EN) City of Eagle Pass
Eagle Pass – Veduta
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Texas.svg Texas
ConteaMaverick
Amministrazione
SindacoRamsey E. Cantu
Territorio
Coordinate28°42′38.16″N 100°29′20.4″W / 28.7106°N 100.489°W28.7106; -100.489 (Eagle Pass)Coordinate: 28°42′38.16″N 100°29′20.4″W / 28.7106°N 100.489°W28.7106; -100.489 (Eagle Pass)
Altitudine223 m s.l.m.
Superficie25,02 km²
Abitanti26 248 (2010)
Densità1 049,08 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale78852-78853
Prefisso830
Fuso orarioUTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Eagle Pass
Eagle Pass
Eagle Pass – Mappa
Sito istituzionale

Eagle Pass è un comune (city) degli Stati Uniti d'America e capoluogo della contea di Maverick nello Stato del Texas. La popolazione era di 26,248 abitanti al censimento del 2010. Eagle Pass confina con la città di Piedras Negras, Coahuila, Messico, che è a sud-ovest e attraverso il Rio Grande. L'area metropolitana di Eagle Pass-Piedras Negras (EG-PN) è una delle sei aree metropolitane binazionali lungo il confine tra Stati Uniti e Messico. A partire dal gennaio 2008, secondo il censimento degli Stati Uniti, la popolazione dell'area metropolitana di Eagle Pass era di 48,401 abitanti e la popolazione dell'area metropolitana di Piedras Negras era di 169,771 abitanti.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Eagle Pass è situata a 28°42′38″N 100°29′22″W / 28.710556°N 100.489444°W28.710556; -100.489444 (28.710622, -100.489331)[1].

Secondo lo United States Census Bureau, la città ha una superficie totale di 25,02 km², dei quali 24,81 km² di territorio e 0,21 km² di acque interne (0,86% del totale).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Durante la guerra messicano-americana, una compagnia del Texas Mounted Volunteers sotto il comando del capitano John A. Veatch creò un posto di osservazione sul Rio Grande, di fronte alla bocca del Mexican Río Escondido e accanto a un sentiero di vecchi contrabbandieri che attraversava il fiume a questo punto. L'incrocio, noto come El Paso del Águila, fu chiamato così a causa di frequenti voli di aquile messicane dal boscoso bosco lungo l'Escondido. Sebbene abbandonato dai militari alla conclusione delle ostilità, il sito rimase un capolinea e un punto di attraversamento per cacciatori, abitanti della frontiera e commercianti. Nel 1849, Fort Duncan fu creato due miglia a monte, e la sua vicinanza causò un insediamento rudimentale a sorgere all'incrocio sotto il posto. Nel 1850, un mercante di San Antonio, James Campbell, aprì un trading post e fu presto aiutato da William Leslie Cazneau e dalla sua sposa, Jane Cazneau. Il villaggio, chiamato così a causa dall'incrocio sul Rio Grande, passò a chiamarsi da El Paso del Águila ad Eagle Pass mentre la presenza anglo cresceva. Contemporaneamente alla crescita di Eagle Pass sotto il forte, gli emigrati destinati ai campi d'oro della California (tramite Mazatlán) stabilirono un'area di pianificazione sopra il post noto come California Camp. Il risultato del commercio e del traffico portarono ad un cambiamento dell'insediamento di Eagle Pass dall'antico incrocio a valle fino alla sua attuale posizione sopra il forte. John Twohig, proprietario della terra, mappò e progettò il sito della città, che gli diede il nome di Eagle Pass. Friedrich W. C. Groos contrattò per spedire forniture per i militari e portare alcune settanta famiglie messicane a stabilirsi vicino al forte. Una tappa tra Eagle Pass e San Antonio venne creata nel 1851. L'Our Lady of Refuge Catholic Church fu costruita nel 1852[2].

La storia di Eagle Pass era spesso caratterizzata dalla violenza. L'insediamento e il forte adiacente erano spesso attaccati dagli indiani Lipan Apache e Comanche. Piedras Negras, fondata nel 1850 attraverso Eagle Pass nel Messico, divenne un paradiso per gli schiavi che fuggivano, ed entrambe le rive del fiume erano infestate da fuorilegge. Nel 1855, James H. Callahan attraversò il Messico ad Eagle Pass con tre compagnie di volontari in cerca dei Lipan e Kickapoo. Dopo una lotta con le forze messicane sull'Escondido, si era ritrovato a Piedras Negras e appiccò un incendio al villaggio mentre passava ad Eagle Pass. Durante la guerra civile americana, un gruppo di rinnegati attraversò da Piedras Negras e invase la guarnigione confederata a Fort Duncan. Gli abitanti, che combatterono da dietro una barricata di balle di cotone, guidarono con successo i loro assalitori. Dopo l'occupazione federale di Brownsville nel 1863, Eagle Pass divenne un importante punto di spedizione per il cotone confederato. Dopo la guerra, l'ultima forza confederata in campo, la spedizione Shelby, attraversò il Rio Grande ad Eagle Pass e in una cerimonia sepolta nel fiume l'ultima bandiera per volare sulle truppe confederate[2].

La contea di Maverick, creata per distacco dalla contea di Kinney nel 1856, venne finalmente organizzata nel 1871, ed Eagle Pass ne divenne il capoluogo. La St. Joseph's Academy, una scuola cattolica per le ragazze, fu aperta nel 1872. Nel 1875, la popolazione era di 1,500 abitanti ed era composta da angloamericani, tedeschi e soprattutto messicani. La loro principale occupazione era il commercio e la raccolta. A seguito degli anni della guerra, bande di ladri di bestiame e fuggiaschi guidati da John King Fisher dominarono Eagle Pass attraverso gli anni 1870, nonostante gli interventi multipli dei Texas Rangers. La legge e l'ordine furono ripristinati con l'arrivo della ferrovia nel prossimo decennio. Nel 1882, la Galveston, Harrisburg and San Antonio Railway fu costruita da Spofford ad Eagle Pass, collegando la comunità isolata al resto del paese. La costruzione della ferrovia era continuata nel Messico a Piedras Negras come Mexican National Railway, e la comunità divenne un importante centro internazionale. Nel 1884, Eagle Pass possedeva una popolazione stimata di 2,000 abitanti e un nuovo tribunale fu eretto l'anno successivo. Una chiesa episcopale, la prima chiesa protestante della comunità, fu completata nel 1887[2].

Eagle Pass era cresciuta lentamente nei primi decenni del XX secolo, raggiungendo i 2,729 abitanti nel 1900 e 5,765 nel 1920. La comunità serviva una regione diversificata di ranch, miniere di carbone e aziende agricole. Dopo un leggero calo a 5,059 abitanti nel 1930, la popolazione era aumentata a 7,247 nel 1950. Le tecniche agricole irrigue rafforzarono l'economia agricola della regione negli anni 1930 e 1940, e l'Eagle Pass Army Field Air fu costruita dodici miglia a nord di Eagle Pass durante la seconda guerra mondiale. Dal 1950 al 1980, la città era cresciuta in modo drammatico, raggiungendo 12,094 abitanti nel 1960, 15,364 nel 1970 e 21,407 nel 1980. Sempre una città con una grande maggioranza ispanica, Eagle Pass era composta dal 94 percento di ispanici nel 1980. Con il completamento della Highway 57, Eagle Pass divenne un importante porta per il Messico, e la città, insieme a Piedras Negras, sviluppò un notevole traffico turistico. I rivenditori su entrambi i lati del confine servivano turisti messicani e americani e da anni godevano di una fiorente attività. Alla fine degli anni 1960, la città intraprese un "Model Cities Program" per modernizzare i servizi della città. Le sovvenzioni pubbliche finanziarono la costruzione di nuovi impianti idrici e fognari, nuove scuole e un parco industriale. Diverse industrie manifatturiere nell'area negli anni 1970 e 1980 e rilevanti investimenti del petrolio rafforzarono l'economia locale in quegli anni. Nel 1982, la svalutazione del peso portò alla depressione economica ad Eagle Pass, in quanto gli acquirenti messicani smisero di venire in città. Più tardi nel decennio l'economia locale era stata premiata dalla creazione di maquiladoras ("fabbriche messicane di assemblaggio") nell'area. Cinque impianti industriali erano situati ad Eagle Pass e diciannove a Piedras Negras nel 1987. La produzione di tessuti e armi erano i datori di lavoro principali. Nel 1990, la popolazione era scesa a 20,651 abitanti, ma Eagle Pass rimase un centro per il governo della contea, il turismo e la produzione variegata. La popolazione era di 22,413 abitanti nel 2000[2].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento[3] del 2010, la popolazione era di 26,248 abitanti.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento del 2010, la composizione etnica della città era formata dall'88,06% di bianchi, lo 0,27% di afroamericani, lo 0,37% di nativi americani, lo 0,55% di asiatici, lo 0% di oceanici, il 9,34% di altre razze, e l'1,41% di due o più etnie. Ispanici o latinos di qualunque razza erano il 95,49% della popolazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Texas Portale Texas: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Texas