ELSA

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
European Law Students' Association
Logo oficial ELSA.gif
Abbreviazione ELSA
Tipo ONG
Fondazione 4 maggio 1981
Scopo Un mondo giusto in cui si abbia rispetto per la dignità umana e la diversità culturale.
Sede centrale Belgio Bruxelles
Area di azione 42 Paesi
Presidente Armin Khoshnewiszadeh
Membri 40.000
Sito web 

ELSA (The European Law Students' Association) è un'associazione internazionale, indipendente, senza scopo di lucro gestita da studenti di diritto e giovani laureati allo scopo di aumentare la cultura internazionale, la cooperazione e le competenze professionali degli studenti[1].

L'obiettivo dell'associazione è quello di contribuire alla formazione giuridica e alla responsabilità sociale dei giovani giuristi. A questo scopo ELSA si occupa di organizzare eventi accademici e professionali, coerenti con la Vision dell'associazione, per consentire ai membri di coltivare esperienze dirette con i sistemi legali e il mondo professionale esteri.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

ELSA fu fondata il 4 maggio 1981 ad opera di cinque studenti provenienti da Austria, Polonia, Repubblica Federale di Germania ed Ungheria con l'obiettivo di creare un network per riunire i giovani giuristi europei. È attualmente presente in 42 Paesi dove opera attraverso sezioni locali situate in più di 250 città universitarie[2], con quasi 40.000 soci[senza fonte].

Durante la seconda metà degli anni 1990, l'organizzazione ha sviluppato attività significative nel campo dei diritti umani e della giustizia internazionale, contribuendo così allo sviluppo progressivo del diritto internazionale e la tutela della dignità umana. Progetti come la Law School ELSA per la pace in Bosnia-Erzegovina (Università di Sarajevo, 1995), la Scuola di Arusha sul diritto internazionale penale, diritto internazionale umanitario e dei diritti umani (Tribunale penale internazionale delle Nazioni Unite per il Ruanda, Tanzania, 1995, 1996 e 1998) e la Law School di Salisburgo sul diritto penale internazionale (Università di Salisburgo, 1999), attestano l'impatto che ELSA ha avuto nella promozione dello stato di diritto nell'ordinamento giuridico internazionale. Alla Conferenza diplomatica di Roma per l'istituzione di un Tribunale penale internazionale delle Nazioni Unite (FAO, Roma, 1998), ELSA ha partecipato con la più grande delegazione (più di 80 studenti di giurisprudenza e giovani avvocati) inviati da qualsiasi organizzazione accreditata a quella conferenza, come testimoniato dall'Atto finale della Conferenza diplomatica di Roma[3].

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

L'associazione opera su tre livelli diversi, indipendenti ma collegati tra loro: internazionale, nazionale e locale. Le sezioni locali (o local boards) rappresentano la base dell'associazione. Le sezioni nazionali coordinano le sezioni locali in ogni paese e le collegano ad ELSA International. Quest'ultima gestisce l'intero network e coordina le attività associative. La sede di ELSA International è a Bruxelles, presso l'ELSA House.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Le attività dell'associazione sono suddivise in tre macro-aree:

  • tirocini: programma di tirocini all'estero (STEP - Student Trainee Exchange Programme) e in Italia (PIT) presso realtà operanti in ambito giuridico;
  • seminari e conferenze: lezioni e dibattiti organizzati a livello locale, nazionale ed internazionale;
  • attività accademiche:
    • Summer Law School, ospitate da atenei nazionali e internazionali, scambi culturali e accademici tra sezioni locali europee.
    • Legal Research Group: i gruppi di ricerca legale in ambiti collegati ai diritti umani
    • Essay competition, cioè competizione che premia il miglior articolo, dissertazione o saggio;
    • Delegations, le delegazioni di soci invitate a partecipare alle sessioni di lavoro delle istituzioni con cui ELSA intrattiene rapporti di collaborazione;
    • Moot Court Competition :simulazione processuale tra studenti, alla presenza di giudici e professionisti del mondo legale;
    • Colloqui di orientamento professionale (COP) con esponenti del mondo giuridico e delle professioni.

Relazioni istituzionali[modifica | modifica wikitesto]

Varie istituzioni internazionali hanno riconosciuto all'associazione particolari status, i quali consentono ad ELSA di inviare propri soci a partecipare alle loro sessioni di lavoro. ELSA invia propri delegati presso:

ELSA Italia[modifica | modifica wikitesto]

ELSA Italia
The European Law Students' Association
Abbreviazione ELSA Italia
Tipo NGO
Fondazione 1985
Scopo To contribute to legal education, to foster mutual understanding and to promote social responsibility of law students and young lawyers.
Sede centrale Italia Roma
Area di azione Principalmente Italia - Progetti a carattere europeo
Presidente Simone Maria Totaro
Lingua ufficiale italiano
Motto "A just world in which there is respect for human dignity and cultural diversity"
Sito web 

ELSA Italia nasce nel 1985, ed è presente in 35 città italiane, con più di 3000 soci iscritti, risultando la più grande associazione italiana di studenti di giurisprudenza, e la seconda sezione nazionale di ELSA per numero di soci e gruppi locali[5].

Annualmente l'assemblea dei soci elegge i sette membri del consiglio direttivo nazionale, i quali a loro volta nominano i director d'area. Il direttivo coordina l'attività delle sezioni locali, gestisce i rapporti con gli altri gruppi nazionali e con ELSA International,coordina i lavori delle sezioni locali italiane e le rappresenta durante le assemblee internazionali. Il consiglio è composto da sette membri (presidente, segretario generale, tesoriere, vicepresidente per le attività accademiche, vicepresidente per seminari e conferenze, vicepresidente STEP, vicepresidente marketing.

La sezione nazionale italiana di ELSA organizza la National Moot Court Competition, una competizione, organizzata con cadenza annuale, tra studenti di giurisprudenza provenienti da tutta Italia, i quali si affrontano nello svolgimento di un processo simulato, con l'eliminazioni di formule di rito e lungaggini processuali. Le squadre, formate da un minimo di due a un massimo di quattro persone, redigono due memorie difensive - rispettivamente per parte attrice e per il convenuto; durante la fase dibattimentale le squadre discutono le ragioni del proprio assistito dinanzi ad una corte giudicante composta da professionisti del diritto. Al termine della competizione viene proclamata la squadra vincitrice, insieme al "miglior oratore".

Patroni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN143197793 · LCCN: (ENn90662161 · ISNI: (EN0000 0001 2173 9224 · GND: (DE1088883109 · BNF: (FRcb13164552k (data)