E-boys e e-girls

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

I termini e-boys ed e-girls (dalla lingua inglese "ragazzi elettronici" e "ragazze elettroniche") sono usati per indicare i ragazzi e le ragazze che fanno parte di una subcultura giovanile emersa nella seconda metà degli anni 2010[1]. Gli e-boys e le e-girls sono viste quasi esclusivamente sui social media, in particolare su TikTok.[2]

Lo stile degli e-boys e delle e-girls trae ispirazione dalla moda dei primi anni 2000, dal k-pop e dalla cultura hip hop. I ragazzi di questa subcultura sono spesso appassionati di videogame, di internet e di anime.[3] Molto spesso il loro stile viene confuso con quello degli emo.

Abbigliamento[modifica | modifica wikitesto]

Make-up

Generalmente le e-girl utilizzano un eyeliner molto spesso, unito a blush e illuminante in abbondanza. I colori da loro utilizzati sono il rosa, il rosso e l'arancio. Una particolarità delle e-girl sono le finte lentiggini disegnate a matita.

Acconciatura

Il taglio di capelli è un qualcosa che differenzia le e-girl dalle altre sub culture (come quella degli emo). Amano la frangetta e i capelli colorati, generalmente di rosa pastello, viola e verde. I ragazzi invece portano i capelli


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Rebecca Jennings, E-girls and e-boys, the irony-laced subculture that doesn’t exist in real life, su Vox, 1º agosto 2019. URL consultato il 22 luglio 2020.
  2. ^ Eboys e Vsco Girls: chi sono i nuovi re e regine di TikTok, su Wired, 16 novembre 2019. URL consultato il 14 giugno 2021.
  3. ^ C’è una nuova tribù nata su TikTok: ecco a voi e-girl ed e-boy, l’anti influencer di Instagram, su Business Insider Italia, 15 ottobre 2019. URL consultato il 22 luglio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]