Dymaxion Car

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dymaxion Car
Dynamaxion 1933.jpg
Replica del modello originale
Descrizione generale
Costruttore Stati Uniti  Richard Buckminster Fuller
Tipo principale Concept car
Produzione nel 1933
Esemplari prodotti 3
1933 Dynamaxion rear.jpg

La Dymaxion car fu un prototipo di automobile progettata dall'inventore ed architetto statunitense Buckminster Fuller nel 1933[1].

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

Il nome "Dymaxion" fu dato da Fuller a differenti progetti, tra cui la abitazione prefabbricata "Dymaxion House", per sottolineare come egli intendesse ognuno di essi come parte di un vasto progetto per migliorare le condizioni di vita dell'uomo: la "Dymaxion philosopy". "Dymaxion" è un composto aplologico costituito da tre tra le parole preferite di Fuller: DY (dynamic), MAX (maximum), e ION (tension).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Foto d'epoca della Dymaxion

La Dimaxion rappresentava un esperimento radicale. Lavorando con un'èquipe di colleghi per tre anni a partire dal 1932, Fuller implementa in un'auto idee derivate dalla progettazione di aerei, e ne realizza tre prototipi.

Innanzitutto, la Dymaxion ha solo tre ruote, due sul davanti montate su un asse motore, e una sterzante dietro; sotto il pianale era collocato il motore ad alto rendimento. Sia il telaio che la carrozzeria erano molto originali, a forma di goccia: uno dei prototipi era lungo poco più di 6 metri, e poteva portare fino a 11 persone. La finitura della carrozzeria ricordava da vicino quella dei moderni aerei in laminati metallici.

Nonostante la lunghezza insolita, l'auto era molto manovrabile grazie al suo design a tre ruote, e poteva manovrare in un raggio minimo. Fuller spese molto del denaro ereditato da sua madre in questo progetto, e così fecero anche i suoi collaboratori; coinvolse anche alcuni investitori, anticipando che l'auto avrebbe viaggiato a oltre 160 km/h con ineguagliata autonomia. Però alcuni difetti di base nel progetto limitarono i prototipi a 80 km/h, sopra i quali diventavano poco manovrabili e, durante le operazioni di miglioramento, uno dei prototipi fu coinvolto in un incidente.

Nel 1943 l'industriale Henry J. Kaiser chiese a Fuller di sviluppare un'auto a partire dai grandi prototipi, e Fuller progettò un'utilitaria a 5 posti. L'auto non entrò in produzione, ma esiste un filmato d'epoca realizzato da Fuller in cui l'auto viene mostrata mentre percorre una stretta rotatoria in una piazzetta, a velocità molto sostenuta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) US patent 2101057, v3.espacenet.com. URL consultato il 30 giugno 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili