Dwight Hardy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dwight Hardy
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Rep. del Congo Rep. del Congo
Altezza 186 cm
Peso 88 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Guardia
Squadra Trabzonspor
Carriera
Giovanili
2004-2008
2008-2009
2009-2011
John F. Kennedy High School
Indian Hills Community College
St. John's R. Storm
Squadre di club
2011-2012 Pistoia Basket 40
2012-2013 Scandone Avellino 6
2013 Basket Barcellona 12 (253)
2013-2014 Virtus Bologna 29 (497)
2014- Trabzonspor 30 (481)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2015

Dwight Hardy (New York, 2 dicembre 1986) è un cestista statunitense naturalizzato della Repubblica del Congo.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver giocato al college nei Red Storm di St. John's University, ha esordito da professionista nella Giorgio Tesi Group Pistoia nel campionato di Legadue 2011-2012. Con i toscani ha disputato 40 partite, ed è stato il miglior marcatore del campionato con 634 punti totali in stagione regolare[1]; ha chiuso in testa anche la classifica dei punti a partita, con la media di 22,6[2]. Al termine della stagione è stato nominato miglior giocatore del campionato[3].

Il 27 luglio 2012 viene ingaggiato dalla Sidigas Avellino per affrontare il campionato di Serie A. Nel massimo campionato italiano gioca però solo poche partite, infatti nel gennaio 2013 lascia la squadra. A marzo dello stesso anno firma con il Basket Barcellona, squadra del campionato di Legadue[4].

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Pistoia: 2011-2012
  • Miglior marcatore del Campionato di Legadue: 1
Pistoia: 2011-2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 2011-2012 classifica marcatori: total points, Legadue. URL consultato l'8 giugno 2012.
  2. ^ 2011-2012 classifica marcatori: punti per partita, Legadue. URL consultato l'8 giugno 2012.
  3. ^ Premi Legadue-Eurobet 2011-20122, Legadue. URL consultato il 9 giugno 2012.
  4. ^ Sigma Barcellona, ufficiale la firma di Dwight Hardy.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]