Duplicazioni segmentali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le duplicazioni segmentali (note anche come dupliconi o LCR Low Copy Repeats) sono blocchi di poche sequenze ripetute con omologia reciproca molto alta (94-99%) grandi 200-400kb. Esse rappresentano circa il 6% del genoma umano e sono intersperse in tutto il genoma ma maggiormente concentrate nelle regioni pericentromeriche e subtelomeriche, possono contenere inoltre anche geni e pseudogeni.

Spesso sono duplicati nell'ambito di una stessa regione cromosomica a distanza reciproca di poche megabasi e tramite il meccanismo della ricombinazione omologa non allelica possono causare delezioni e duplicazioni, ma anche inversioni, traslocazioni e cromosomi marcatori.

Alcune delle sindromi associate a disordini genomici sono:

  • Sindrome da microdelezione 22q11.2 o Di George (quando associata ad aplasia timica);
  • Sindrome di Williams-Beuren;
  • Sindrome di Smith-Magenis;
  • inv/dup 22 o sindrome degli occhi di gatto.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Biologia Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biologia