Duff Cooper Prize

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Duff Cooper Prize
Riconoscimento assegnato alla migliore opera di storia, biografia, scienza politica o poesia
Assegnato daNew College, Pol Roger
StatoGran Bretagna Gran Bretagna
Anno inizio1956
Sito webwww.theduffcooperprize.org

Il Duff Cooper Prize è un premio letterario britannico assegnato annualmente alla migliore opera di storia, biografia, scienza politica o poesia pubblicata in inglese o francese[1].

Istituito nel 1956 in memoria del politico britannico Duff Cooper[2], è amministrato dal New College di Oxford dove Cooper studiò agli inizi del '900[3].

Assegnato nella residenza dell'ambasciatore francese a Londra[4] dal 2005 sponsor principale dell'evento è il produttore francese di champagne Pol Roger[5] e dal 2013 la denominazione completa è "Pol Roger Duff Cooper Prize"[6].

Ogni vincitore viene premiato con 5000 sterline, denaro originariamente proveniente da un fondo fiduciario istituito da amici e ammiratori di Duff Cooper[7].

Albo d'oro[8][modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Queen Mary Professor awarded prestigious Duff Cooper Prize, su qmul.ac.uk, 21 febbraio 2019. URL consultato il 25 aprile 2020.
  2. ^ (EN) Informazioni sul premio, su oxfordreference.com. URL consultato il 25 aprile 2020.
  3. ^ (EN) Emeritus Fellow Prof John Barton Wins 2019 Duff Cooper Prize, su oriel.ox.ac.uk, 2 aprile 2020. URL consultato il 25 aprile 2020.
  4. ^ (EN) David Blackburn, Dickens takes the Duff Cooper Prize, su spectator.co.uk, 1º marzo 2012. URL consultato il 25 aprile 2020.
  5. ^ (EN) The Pol Roger Duff Cooper Prize Shortlist is announced, su polroger.co.uk, 18 gennaio 2016. URL consultato il 25 aprile 2020.
  6. ^ (EN) Champagne days for winners of the Duff Cooper Prize, su standard.co.uk, 21 febbraio 2013. URL consultato il 25 aprile 2020.
  7. ^ Writers' & Artists' Yearbook 2019, p. 802, p. 802.
  8. ^ (EN) Albo d'oro, su goodreads.com. URL consultato il 25 aprile 2020.
  9. ^ (EN) Ruth Comerford, John Barton wins 2019 Duff Cooper Prize, su thebookseller.com, 1º aprile 2020. URL consultato il 25 aprile 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]