Duca di Uceda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diploma di Filippo III di Spagna con cui concede il titolo di duca di Uceda a Cristobal de Sandoval-Rojas y de la Cerda

Duca di Uceda è un titolo nobiliare creato dal Re di Spagna Filippo III il 16 maggio 1610 in favore di Cristobal de Sandoval-Rojas y de la Cerda (1577-1624), 1º Duca di Cea dal 1604, 2º Duca di Lerma.
Cristóbal Gómez de Sandoval-Rojas y de la Cerda era un político spagnolo, figlio di Francisco Gómez de Sandoval y Rojas, meglio noto come 1º Duca di Lerma, a cui succedette come favorito (valido) del Re di Spagna Filippo III, e di Catalina de la Cerda, prima cameriera della Regina Margherita d'Austria.
La sua data di nascita si colloca tra il 1577 e il 1581. Morì il 31 maggio 1624 a Alcalà de Henares.
Aveva i titoli di 1º Duca di Uceda, 2° marchese di Cea, 6° marchese di Denia, Cavaliere dell'Ordine di Santiago.
I Duchi di Uceda si fregiano di discendere da Ferdinando I di León e Castiglia. Sono Grandi di Spagna.

Palazzo del duca di Uceda 1613-1625
in Calle Mayor, 79 Madrid ora Palacio de los Consejos
architetto Alonso de Turrillo
Stemma dei Téllez-Girón

Nel Regno di Sicilia furono chiamati Uzeda (Giovan Francesco Pacheco, duca di Uzeda, Vicerè di Sicilia dal 1687 al 1689)

Titolari[modifica | modifica wikitesto]

1º Duca di Uceda - Cristobal de Sandoval y Rojas[1], (n.1577-1624)
2º Duca di Uceda - Francisco Gomez de Sandoval y Rojas Padilla[2], 3° Duca di Lerma
3a. Duchessa di Uceda - Felícia de Sandoval y Orsini[3], (n.1633-1671)
4a. Duchessa di Uceda - Isabel Tellez-Giron[4], (n.1653-1711)
5°. Duca di Uceda - Manuel Gaspar Téllez-Girón[5], (n.1676-1732)
6°. Duca di Uceda - Francisco Javier Pacheco Tellez-Girón[6], (n.1704-1750)
7.° Duca di Uceda - Andrés Pacheco Téllez-Girón[7], (n.1728-1789)
8°. Duca di Uceda - Diego Pacheco Téllez-Girón y Velasco[8], 13º Duca di Escalona (n.1754-1811)
9°. Duca di Uceda - Bernardino Fernández de Velasco Pacheco Téllez-Girón[9](1783-1861)
10°. Duchessa di Uceda - Bernardina María de la Presentación Fernández de Velasco Pacheco Téllez-Girón y Roca de Togores[10] (1815+1869) sposata con Tirso Maria Tellez-Giron y Fernandez de Santillan (1817+1871) 10º Duca di Uceda per matrimonio.
11°. Duca di Uceda - Francisco de Borja Tellez-Giron y Fernandez de Velasco[11] (n.1839-1897)
12°. Duca di Uceda - Luis María Téllez-Girón y Fernández de Córdoba[12], (1870-1909), 14º Duca di Osuna. Senza discendenza. Il titolo passò a suo fratello Mariano.
13°. Duca di Uceda - Mariano Tellez-Giron y Fernandez de Cordoba[13], (1887-1931), 15º Duca di Osuna
14a. Duchessa di Uceda - Ángela Maria Tellez-Giron y Duque de Estrada[14], (n.1925), 16ª Duchessa di Osuna, 19ª Duchessa di Gandia
15°. Duchessa di Uceda - María del Pilar de Latorre y Tellez-Giron[15], (n.1965)

Stemma di Francisco Gomez de Sandoval, Padilla e Acuna, duca di Uceda e di Cea

I Tellez-Giron acquisirono il titolo di Duca di Uceda nella 2ª metà del XVII secolo per il matrimonio, nel 1645, di Felícia de Sandoval y Orsini con suo cugino Gaspar Téllez-Girón y Sandoval, 5º Duca di Osuna, 5º Marchese di Peñafiel, 9º Conte di Ureña, Grande di Spagna ecc.
Bernardina Maria de Velasco (Luisa), figlia di Maria della Piedad, sorella a sua volta di Isabella Roca de Togores, pronipote Donna Maria Isabella della Concezione Pio di Savoia vedova Walcarcel, sposò il 10º Duca di Uceda, Tirso Tellez-Giron y Fernandez de Santillan, acquisendo l'ex feudo di San Gregorio da Sassola. Nel 1850 circa vendette una parte del Giardino dei Melangoli a Marino Torlonia, Duca di Bracciano, di Poli e di Guadagnolo, che diventò Giardino dei Torlonia, con accesso dall'attuale Palazzo Manni.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]