Dror Barak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roman Ragazzi
Roman Ragazzi.jpg
Dati biografici
Nome di nascitaDror Barak
NazionalitàIsraele
Dati fisici
Altezza180 cm
Peso104 kg
Etniacaucasico
Occhimarroni
Capellineri
Lunghezza del pene23 cm
Dati professionali
Film girati22

Dror Barak, conosciuto con il nome d'arte di Roman Ragazzi (Tel Aviv, 1º gennaio 1974Manhattan, 23 febbraio 2012), è stato un attore pornografico, modello e personal trainer israeliano, che ha lavorato per alcuni anni nel settore della pornografia gay.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Impiegato presso il consolato israeliano alle Nazioni Unite a New York, svolgeva parallelamente un'attività di modello e porno-attore gay. Nel 2007, quando questa sua seconda attività fu scoperta, venne sollevato dall'incarico[1].

Ha iniziato a lavorare nel mondo del porno per le case di produzione Collin O'Neal Productions e Raging Stallion[2] (esordio in World Of Men: Serbia[3]) e, anche grazie al suo fisico muscoloso[4], ha subito riscontrato grande successo. Le sue "misure", secondo avn[5], sono: altezza 5' 11" (1,80 m), peso 230 libbre (104,3 kg), lunghezza pene 9" (23 cm), circonferenza 7" (18 cm), circonciso.

Nel 2008 ha vinto, insieme a Ricky Sinz, il GayVN Award per la "Miglior scena di sesso - Duo" nel film Grunts, film prodotto dalla Raging Stallion dalla durata di 12 ore e diviso in tre parti e ambientato nello scenario di guerra in Iraq.[4] Nella stessa edizione del concorso ha ricevuto una nomination per il "Performer of the Year". Quell'anno ha ottenuto anche due nomination ai Grabby Awards, nelle categorie "Miglior scena di sesso - Duo" e "Hottest Bottom".

Il 23 febbraio 2012 è stata diffusa la notizia che Barak è stato trovato morto, apparentemente per suicidio.[6]. Barak si era ritirato dalla pornografia da alcuni anni e lavorava come modello e personal trainer. Aveva 38 anni.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Grunts: Brothers in Arms (2007), regia di Ben Leon, Chris Ward
  • Grunts: Misconduct (2007)
  • Grunts: The New Recruits (2007)
  • Hairy Boyz 22 (2007)
  • Miami (2007)
  • Playback (2007)
  • Savage (2007)
  • Tailpipes (2007)
  • 4th Floor (2008)
  • 5th Floor (2008)
  • Best of Damien Crosse (2008)
  • Big Bigger Biggest (2008)
  • Big Bigger Biggest 2 (2008)
  • Home Bodies (2008)
  • Serbia: Collin O'Neal's World of Men (2008)
  • Best of Jake Deckard 1 (2010)
  • Best of Logan McCree (2010)
  • Best of Ricky Sinz (2010)
  • Humongous Cocks 6 (2010)
  • Inked Boyz 1 (2010)
  • Hairy Boyz 21 (2011)
  • Humongous Cocks 9 (2011)

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

"Miglior scena di sesso - Duo" nel film Grunts (Raging Stallion) (Vinto)
"Performer of the Year" - (nomination)
"Miglior scena di sesso - Duo" nel film Serbia (Collin O'Neal's World of Men) - (nomination[7])
"Miglior scena di sesso - Duo" (nomination)
"Hottest Bottom" (nomination)
  • Hard Choice Awards 2007
"Hottest Man on the Planet" (Vinto)[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [collegamento interrotto] Israeli Aide Quits in Sex Flap [collegamento interrotto], in New York Post, 4 maggio 2007. URL consultato il 3 giugno 2009.
  2. ^ (EN) Rick Richards, Ragazzi Outing Makes Mainstream Headlines, in AVN Business, 17 maggio 2007. URL consultato il 10 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 17 ottobre 2009).
  3. ^ News: Roman Ragazzi Signs With Collin O’Neal/Raging Stallion Studios, su vincentlambert.blogspot.com. URL consultato il 14-06-2009..
  4. ^ a b (EN) Giacomo Tramontagna, Grunts. Iraq war experience fuels erotic fantasies, in Guidemag, maggio 2008. URL consultato il 13 giugno 2009.
  5. ^ Scheda su Roman Ragazzi, su gay.avn.com. URL consultato il 14-6-2009 (archiviato dall'url originale il 12 aprile 2009).
  6. ^ Dror Barak Dead at 38, su out.com. URL consultato il 27-02-2012.
  7. ^ 2009 GAYVN Award Nominees Announced, su business.avn.com. URL consultato il 14-06-2009..
  8. ^ The 14th Annual Hard Choice Awards, xxfactor.com. URL consultato il 6 marzo 2010 (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2012).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]