Dromaius novaehollandiae baudinianus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Emù dell'isola dei canguri
Dromaius novaehollandiae baudinianus - Muséum d'Histoire naturelle de Genève.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EX it.svg
Estinto (1827)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Ordine Casuariiformes
Famiglia Dromaiidae
Genere Dromaius
Specie D. novaehollandiae
Sottospecie D. n. baudinianus
Nomenclatura trinomiale
Dromaius novaehollandiae baudinianus
S.Parker, 1984
Sinonimi

Dromaius baudinianus

L'emù dell'Isola dei Canguri (Dromaius novaehollandiae baudinianus) è un uccello estinto della famiglia Dromaiidae.[2] Era una sottospecie endemica dell'Isola dei Canguri, in Australia meridionale, dalla quale prende il nome.

Era molto simile all'emù del continente australiano, dal quale differiva principalmente per la taglia minore.

Fu scoperto nel 1802 da Matthew Flinders, che lo descrisse come abbastanza comune nella zona di Nepean Bay.

''Dromaius novaehollandiae baudinianus''.

Le prime ossa di questa sottospecie furono scoperte nel 1903 in una zona sabbiosa a ovest di Cape Gantheaume. Tuttavia, a causa della confusione fra questa specie ed una specie molto simile, l'emù di King Island (Dromaius ater), ricevette il suo status scientifico attuale solo nel 1984, dopo un'attenta revisione tassonomica delle specie estinte di emù.

Le uniche notizie sulla specie si basano su osservazioni storiche e sulle ossa ritrovate. Nel museo di Ginevra, si troverebbe un esemplare impagliato di questo animale, che però i più considerano come un semplice esemplare giovane di emù.

L'estinzione della specie, avvenuta nel 1827, è stata attribuita alla caccia indiscriminata ed alla distruzione dell'habitat tramite il fuoco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Dromaius novaehollandiae baudinianus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Dromaiidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 5 maggio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli