Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Dragon Ball Z: La storia di Trunks

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dragon Ball Z: La storia di Trunks
絶望への反抗!!残された超戦士・悟飯とトランクス
(Zetsubō e no Hankō!! Nokosareta chō-senshi • Gohan to Torankusu)
La storia di Trunks.png
Trunks e Son Gohan in una scena del film
Genere azione, fantascienza, drammatico, arti marziali
Special TV anime
Autore Akira Toriyama
Regia Yoshihiro Ueda
Sceneggiatura Takao Koyama
Musiche Shunsuke Kikuchi
Studio Bird Studio, Toei Animation
Rete Fuji Television
1ª TV 24 febbraio 1993
Durata 47 min
Editore it. Terminal Video Italia (home video)
Rete it. Rai 2, Italia 1, Italia 2
1ª TV it. 25 agosto 2001
Studio dopp. it. Coop. Eddy Cortese (doppiaggio originale), Merak Film (ridoppiaggio)
Dir. dopp. it. Fabrizio Mazzotta (doppiaggio originale), Paolo Torrisi
Preceduto da Dragon Ball Z: Le origini del mito
Seguito da Dragon Ball GT: L'ultima battaglia

Dragon Ball Z: La storia di Trunks (絶望への反抗!!残された超戦士・悟飯とトランクス Zetsubō e no Hankō!! Nokosareta chō-senshi • Gohan to Torankusu?, lett. "Coraggio dinanzi alla disperazione!! Gli ultimi super guerrieri: Gohan e Trunks") è il secondo special televisivo tratto da Dragon Ball Z (seconda serie dell'anime). Narra gli avvenimenti accaduti nel futuro alternativo di Trunks, dove Goku muore per un virus cardiaco durante l'arco dei cyborg e un giovane Trunks prova a sconfiggere i nuovi nemici per riportare la pace sulla Terra.

Andò in onda per la prima volta in Giappone il 24 febbraio 1993 tra gli episodi 175 e 176 mentre negli Stati Uniti fu pubblicato su VHS a partire dal 24 ottobre 2000. La 1ª TV italiana avvenne il 25 agosto 2001 su Rai 2.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In un futuro alternativo, Son Goku è morto in seguito ad una rara malattia cardiaca. Sei mesi dopo la sua scomparsa, il mondo è caduto in rovina a causa dei cyborg C-17 e C-18, creati dal Dr. Gelo per vendicarsi della distruzione dell'esercito del Fiocco Rosso da parte di Goku moltissimi anni prima. Piccolo, Vegeta, Yamcha, Tenshinhan, Crilin, Jiaozi e Yajirobei sono stati tutti uccisi dai cyborg durante un combattimento. Stanco di assistere impotente al terrore e alla distruzione seminata dai due androidi, Trunks chiede a Son Gohan, l'ultimo saiyan rimasto in vita oltre a lui, di fargli da maestro ed insegnargli a combattere. Trunks si impegna con tutto sé stesso per riuscire a diventare un Super Saiyan, ma la rabbia che possiede non è sufficiente per scatenare il suo potere nascosto. I due, per via degli allenamenti, trascorrono parecchio tempo insieme e si affezionano molto tra loro, al punto da considerarsi come fratelli. Di lì a breve, C-17 e C-18 attaccano una vicina cittadina: Gohan, giudicando Trunks ancora inesperto, decide di impedirgli di partecipare allo scontro e, per questo, lo colpisce facendolo svenire. Al suo risveglio, Trunks scopre che i due cyborg non solo hanno distrutto la città, ma hanno anche ucciso Gohan. Completamente accecato dall'ira e dal dolore per la morte del suo maestro, Trunks risveglia il suo potere assopito diventando finalmente un Super Saiyan.

Da quel momento passano tre anni e Trunks, nonostante i duri allenamenti, ancora non riesce ad avere la meglio sui due terribili androidi. L'unica speranza rimastagli è quella di usare la macchina del tempo costruita da sua madre Bulma per tornare indietro nel tempo di vent'anni (poco dopo il ritorno di Goku sulla Terra in seguito alle vicende accadute sul pianeta Namecc) per avvertire i guerrieri del pericolo che li attende nell'immediato futuro e, soprattutto, per consegnare a Goku la medicina necessaria a curare la sua malattia cardiaca.

Differenze con Dragon Ball Z[modifica | modifica wikitesto]

Nel futuro alternativo in cui è ambientato questo film ci sono delle differenze rispetto alla linea temporale di Dragon Ball Z:

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Le seguenti canzoni vennero aggiunte nell'edizione inglese del film:

  1. Bootsy Collins with BucketheadShackler
  2. Neck Down – Garden of Grace
  3. Triprocket – Immigrant Song
  4. Dream TheaterRegression
  5. Dream Theater – Overture 1928
  6. Dream Theater – Fatal Tragedy
  7. Dream Theater – Through Her Eyes
  8. Dream Theater – Home
  9. Dream Theater – Dance of Eternity
  10. Dream Theater – Beyond This Life
  11. SlaughterPrelude

Differenze col manga[modifica | modifica wikitesto]

"La storia di Trunks" è tratto dal capitolo speciale "Trunks The Story - Il guerriero solitario" collocato nel manga tra il 396º e il 397º capitolo, e raccolto nel volume 33.

Rispetto alla controparte cartacea, lo special TV è molto più approfondito, mostrando anche alcuni personaggi minori sopravvissuti nascondendosi, poiché non combattenti, e facendo vedere interamente le battaglie di Gohan e Trunks del futuro contro i cyborg. Una differenza particolare tra le due versioni, è la prima trasformazione in Super Saiyan di Trunks; nel manga mostra di sapersi già trasformare mentre si allena con Gohan, quando egli ha già perso un braccio e prima di andare a battersi per l'ultima volta con C-17 e C-18.

Nello speciale animato invece Trunks diventa Super Saiyan solo in seguito alla rabbia scaturita per l'aver ritrovato il corpo del suo maestro morto ammazzato. La scena del ritrovo del cadavere è presente anche nel manga, ma oltre alla differenza della trasformazione è differente anche il luogo del ritrovo. Infatti nell'anime Gohan viene trovato in una pozza di acqua dovuta al fatto che stesse piovendo molto forte (la pioggia non c'è nel manga). Questa sequenza dello speciale TV è stata anni dopo ricreata nell'episodio 52 di Dragon Ball Super; la sequenza è pressoché identica, se non per il fatto che Gohan è morto a testa in su e con gli occhi chiusi, mentre nello special TV era a testa in giù e con gli occhi aperti.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • In una scena iniziale del film appare un palloncino che raffigura l'immagine di Goku bambino con sotto le iniziali "D.B. SP".
  • Quando viene mostrata la Kame House abbandonata si può scorgere, nelle ultime sequenze, un borsone da sport con la scritta UEDA, il cognome del regista Yoshihiro Ueda, direttore del film.
  • Nell'episodio 164 di Dragon Ball Z, Il terribile futuro in cui ha vissuto Trunks, vi sono dei flashback che mostrano come si è svolto il duello fra i guerrieri Z e i due cyborg quando questi apparvero su un'isola a nove chilometri a sud-ovest della Città del Sud, sei mesi dopo la morte di Goku. Questo combattimento non corrisponde con quanto mostrato nello speciale televisivo: infatti, nella serie TV è Vegeta a essere ucciso per primo da C-17, che lo disintegra con un'onda di energia (mentre nello Special lo uccide con una ginocchiata nello stomaco), subito seguito da Piccolo, che muore per mano di C-18. Nello Special avviene il contrario, è Piccolo a perire per primo e anche le morti degli altri guerrieri sono diverse.

Personaggi e doppiatori[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Doppiatore originale Doppiatore italiano
(doppiaggio originale)
Doppiatore italiano
(ridoppiaggio 2003)
Gohan ragazzo Masako Nozawa Giorgio Borghetti Davide Garbolino
Gohan bambino Masako Nozawa Alessio De Filippis Patrizia Scianca
Trunks Takeshi Kusao Massimiliano Alto Simone D'Andrea
Bulma Hiromi Tsuru Francesca Guadagno Emanuela Pacotto
Chichi Naoko Watanabe Barbara De Bortoli Elisabetta Spinelli
C-17 Shigeru Nakahara Stefano Onofri Patrizio Prata
C-18 Miki Itō Rosalinda Galli Debora Magnaghi
Muten Kohey Miyauchi Oliviero Dinelli Mario Scarabelli
Giumaho Daisuke Gouri Michele Kalamera Tony Fuochi
Olong (Oscar nel doppiaggio Mediaset) Naoki Tatsuta Fabrizio Mazzotta Riccardo Peroni
Piccolo (Junior nel doppiaggio Mediaset) Toshio Furukawa Piero Tiberi Alberto Olivero
Vegeta Ryo Horikawa Massimo De Ambrosis Gianluca Iacono
Yamcha (Iamko nel doppiaggio Mediaset) Tohru Furuya Vittorio Guerrieri Diego Sabre
Tenshinhan (Tensing nel doppiaggio Mediaset) Hirotaka Suzuoki Roberto Del Giudice Claudio Ridolfo
Crilin (Crili nel doppiaggio Mediaset) Mayumi Tanaka Davide Lepore Marcella Silvestri
Narratore Jōji Yanami Davide Marzi Mario Scarabelli

Edizioni home-video[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito in VHS sotto il marchio Dynamic Italia col 1° doppiaggio e, successivamente, su DVD col 2° doppiaggio.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga