Dragon's Revenge

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dragon's Revenge
videogioco
Piattaforma Sega Mega Drive
Data di pubblicazione Giappone 10 dicembre 1993
Flags of Canada and the United States.svg 1993
Zona PAL 1993
Genere Flipper
Sviluppo Tengen
Pubblicazione Tengen
Ideazione Peter Adams
Joe Hitchens
Bill Hindorff
Modalità di gioco Giocatore singolo
Periferiche di input Gamepad
Supporto Cartuccia
Preceduto da Devil's Crush

Dragon's Revenge (ドラゴンズ・リベンジ Doragonzu Ribenji?) è un videogioco di flipper della Tengen pubblicato per Sega Genesis nel 1993. È il seguito di Devil's Crush (Dragon's Fury), un videogioco dello stesso genere con ambientazione in stile fantasy eroico, in cui il giocatore deve sconfiggere un drago e una strega. Il gioco ricevette recensioni generalmente positive.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco presenta parecchi livelli diversi, tra cui livelli bonus e combattimenti contro i boss. Nessuno dei livelli cerca di simulare un flipper, come negli altri giochi del genere, ma ne utilizza solo le meccaniche di base.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Gli abitanti del villaggio di Kalfin's Keep sono stati schiavizzati dal male e dalla sua consorte Darzel, che usa la propria magia per catturare tre avventurieri: Kragor il guerriero, una donna barbara di nome Flavia e una maga buona di nome Rina. L'obiettivo del giocatore è quello di utilizzare delle palle magiche (quelle del flipper) come arma per salvare gli eroi imprigionati, e per poi guidarli nella battaglia contro le forze dell'oscurità. Alla fine del gioco, il drago viene ucciso e Darzel viene intrappolata in una palla.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Dragon's Revenge ricevette un punteggio di 14.5 su 20 da GamePro, che lo definì "un buon gioco per gli amanti del flipper e i videogiocatori a cui piace l'azione frenetica e che hanno apprezzato Dragon's Fury".[1] Electronic Gaming Monthly ne lodò il comparto grafico e disse che vale la pena giocarlo se si è amanti del genere, dandogli un 6.8 su 10.[2] Mean Machines Sega gli diede 74%, aggiungendo però che si tratta di un titolo mediocre, deludente se paragonato a Dragon's Fury, uscito due anni prima.[3] La recensione di Sega Visions fu molto più positiva,[4] come furono anche le quelle su riviste francesi come Consoles Plus (90%),[5] Joypad (83%),[6] MEGA Force (84%)[7] e Player One (89%).[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) GamePro, nº 55, febbraio 1994, p. 59.
  2. ^ (EN) Review Crew: Dragon's Revenge, in Electronic Gaming Monthly, nº 56, EGM Media, LLC, marzo 1994, p. 38.
  3. ^ (EN) Mean Machines Sega Magazine Issue 15, Internet Archive. URL consultato il 27 maggio 2017.
  4. ^ (EN) (EN) Sega Visions (1994-02) (Sega) (US), Internet Archive. URL consultato il 27 maggio 2017.
  5. ^ (FR) Le site des anciennes revues informatiques, su Abandonware Magazines. URL consultato il 27 maggio 2017.
  6. ^ (FR) Le site des anciennes revues informatiques, su Abandonware Magazines. URL consultato il 27 maggio 2017.
  7. ^ (FR) Le site des anciennes revues informatiques, su Abandonware Magazines. URL consultato il 27 maggio 2017.
  8. ^ (FR) Le site des anciennes revues informatiques, su Abandonware Magazines. URL consultato il 27 maggio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi