Dotto cistico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dotto cistico
Gray1095-gall bladder.png
Nell'immagine le vie biliari. Si può vedere il dotto cistico che raggiunge la cistifellea
Anatomia del Gray(EN) Pagina 1198
Arteriaarteria cistica
Identificatori
TAA05.8.02.011
FMA14539

Il dotto cistico è un corto dotto che unisce la cistifellea con il coledoco. È di lunghezza variabile e contiene delle "valvole a spirale" che non producono una eccessiva resistenza allo scorrimento della bile. Solitamente si trova vicino all'arteria cistica.

Funzione[modifica | modifica wikitesto]

Schema dell'apparato digerente con evidenziate le vie biliari

La bile può attraversare il dotto cistico in entrambe le direzioni. Tra i pasti, la bile prodotta dal fegato lo attraversa per essere immagazzinata nella cistifellea. Quando si stanno digerendo dei cibi lipidici, viene prodotto l'ormone colecistochinina che stimola l'apertura dello sfintere di Oddi e la contrazione della cistifellea. La bile contenuta in quest'ultima scende verso il coledoco attraversando nuovamente il dotto cistico.

Patologia[modifica | modifica wikitesto]

I calcoli biliari possono ostruire il dotto cistico, impedendo il flusso della bile. L'aumento della pressione nella cistifellea porta a gonfiore e dolore. I sintomi sono noti come colica biliare e possono avere un'insorgenza improvvisa. Durante la colecistectomia il dotto cistico viene tagliato in modo tale da liberare la cistifellea ed estrarla.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Susan Standring, Anatomia del Gray. Le basi anatomiche per la pratica clinica, a cura di T. Barni, A. Billi, traduzione di G. Pula T. Letterio, 40ª ed., Elsevier, 2009, ISBN 9788821431326.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anatomia Portale Anatomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anatomia