Dorsino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dorsino
ex comune
Dorsino – Stemma Dorsino – Bandiera
Dorsino – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
Provincia Trentino CoA.svg Trento
Amministrazione
Sindaco Giorgio Libera (lista civica) dal 16/05/2010
Data di soppressione 31-12-2014
Territorio
Coordinate 46°04′23″N 10°53′46″E / 46.073056°N 10.896111°E46.073056; 10.896111 (Dorsino)Coordinate: 46°04′23″N 10°53′46″E / 46.073056°N 10.896111°E46.073056; 10.896111 (Dorsino)
Altitudine 636 m s.l.m.
Superficie 12,51 km²
Abitanti 439[1] (31-12-2010)
Densità 35,09 ab./km²
Frazioni Dorsino(Dorsin), Andogno(Andogn), Tavodo(Taò)
Comuni confinanti Comano Terme, San Lorenzo in Banale, Stenico
Altre informazioni
Cod. postale 38070
Prefisso 0465
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 022077
Cod. catastale D349
Targa TN
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti dorsini
Patrono san Giorgio
Giorno festivo 23 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Dorsino
Dorsino
Sito istituzionale

Dorsino (Dorsin in dialetto trentino) (Dorsin in lombardo[2]) è stato un comune italiano di 430 abitanti della provincia di Trento.

Il paese[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Dorsino è costituito da tre frazioni: Dorsino, Tavodo e Andogno. Un tempo Dorsino ed Andogno erano comuni autonomi.
Tavodo è sede della storica Pieve del Banale, una delle sedi delle Giudicarie che diedero il nome all'insieme di valli che costituiscono questa zona del Trentino.
È uno dei comuni del Banale dove si produce la tradizionale ciuìga, un insaccato di maiale e rape bianche cotte.
Nella chiesa parrocchiale, recentemente restaurata, si possono ammirare alcuni pregevoli affreschi di Cristoforo Baschenis.

Il 13 aprile 2014, dalle 8.00 alle 21.00, si è tenuto un referendum consultivo nei comuni di Dorsino e di San Lorenzo in Banale. Gli elettori si sono espressi sulla fusione dei due municipi, per dare vita al comune di San Lorenzo Dorsino. I residenti del comune di Dorsino hanno dovuto rispondere al quesito “È d’accordo l’elettore/l’elettrice che il Comune di Dorsino sia unificato e fuso con il Comune di San Lorenzo in Banale in un nuovo Comune denominato “San Lorenzo Dorsino” con capoluogo nell’abitato di San Lorenzo in Banale?”. L'affluenza nel comune di Dorsino è stata del 73,45%, mentre nel comune di San Lorenzo in Banale è stata del 61,82%. I voti favorevoli alla fusione (Si) hanno ottenuto, a Dorsino il 62,26%, a San Lorenzo in Banale l'84,56%.

Notizie storiche[modifica | modifica wikitesto]

La zona fino al 1800 rimase sotto il potere del vescovo di Trento. Con il 1815, dopo il congresso di Vienna, le Giudicarie vengono a far parte della contea del Tirolo. Dorsino faceva parte dell'antico comune delle Nove Ville, questo era il nome dell'antico Comun generale formato dalle Sette Ville del Banale di sopra: Prusa, Prato, Glolo, Berghi, Senaso, Dolaso, Pergnano, e dalle Due Ville del Banale di sotto, vale a dire Dorsino e Andogno. Le Nove ville erano un unico organismo, differenziato tra le due realtà territoriali, con propri Statuti e Carte di regola: il Comun Grande,ed il Comun Pichol. Il 15 dicembre 1927, in epoca fascista, con Regio decreto i due comuni furono aggregati nell'unico comune di San Lorenzo in Banale. Nel luglio del 1954 le nove ville tornarono a dividersi in due comuni distinti San Lorenzo in Banale e Dorsino. Nel corso del XIX i paesi furono colpiti da numerosi incendi: in particolare si ricorda quello di Andogno del 9 novembre 1862[3] e quello di Dorsino del 19 luglio 1869.[4]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
19.. 13 maggio 2000 ... ... Sindaco
14 maggio 2000 7 maggio 2005 Dellaidotti Albino Unione Democratica (Lista civica) Sindaco
8 maggio 2005 16 maggio 2010 Dellaidotti Albino Unione Democratica (Lista civica) Sindaco
17 maggio 2010 in carica Giorgio Libera Dorsino Comunità Solidale (Lista civica) Sindaco

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli Etnici e dei Toponimi Italiani, Bologna, ed. Pàtron, 1981.
  3. ^ Si veda la lettera pubblicata sul giornale "La Gazzetta di Trento" in data 15 novembre 1862 disponibile al seguente indirizzo: http://archivio-giudicarie.blogspot.it/2013/11/Incendio-Andogno-1862.html
  4. ^ Si veda la lettera pubblicata sul giornale "La Gazzetta di Trento" in data 18 agosto 1869 disponibile al seguente indirizzo: http://archivio-giudicarie.blogspot.it/2013/11/incendio-Dorsino-1869.html
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Trentino-Alto Adige Portale Trentino-Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trentino-Alto Adige