Dorothy Janis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Dorothy Penelope Janis (Dallas, 19 febbraio 1912Paradise Valley, 10 marzo 2010) è stata un'attrice statunitense.

Dorothy Janis, circa 1930

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Origini e inizi[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Dallas il 19 febbraio 1912. Anche se alcune fonti indicano come anno di nascita il 1910, nel suo necrologio i familiari affermarono che l'attrice avesse 98 anni.

Nel 1927 la quindicenne Dorothy, studentessa delle superiori, si reca negli studi della Fox in visita ad una cugina che lavora nel cinema come comparsa. La bellezza dell'adolescente viene notata immediatamente e le viene chiesto di sottoporsi ad un provino.

La carriera[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera nel cinema è brevissima: cinque film in un paio d'anni e poi il ritiro a vita privata prima dei vent'anni. Nel 1928 interpreta il ruolo di una pellerossa in Kit Carson (regia di Lloyd Ingraham e Alfred L. Werker), un b-movie western. L'ufficio stampa della Metro-Goldwyn-Mayer la lancia con una campagna pubblicitaria che la presenta come una diciottenne discendente della tribù dei Cherokee. In realtà, Dorothy non aveva né origini pellirossa né 18 anni.

Nel 1929 viene distribuito L'isola del sole (The Pagan, regia di W. S. Van Dyke), con Ramón Novarro e Renée Adorée, la storia del contrastato amore tra una ragazza cristiana, Tito (Janis), ed un giovane pagano, Henry Shoesmith (Novarro), figlio di un inglese e di un'indigena.

Nel 1930 esce l'unico film sonoro della Janis, Lummox (regia di Herbert Brenon), che è anche l'ultimo della sua carriera ad essere distribuito. Nel cast anche William S. Hart, Winifred Westover, Ben Lyon e William Collier Jr.. Il film non riscuote successo.

The White Captive (regia di Harry Garson), il film successivo di Janis, non viene mai completato[1]. Inoltre la moglie del tecnico Sidney Desmond Lund intenta una causa a Janis accusandola di aver avuto una relazione con lui durante le riprese in Asia e chiedendo venticinquemila dollari di risarcimento per danni morali. La denuncia della moglie di Lund fa scalpore, danneggiando l'immagine di Dorothy. In seguito la donna lascerà cadere la denuncia.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 marzo del 1932, appena ventenne, Dorothy sposa il noto direttore d'orchestra Wayne King (1901-1985), chiamato “il re dei Valzer”, da cui ha due figli, Penelope e Wayne. Il matrimonio sarebbe durato fino alla morte di lui, avvenuta il 16 luglio 1985.

Trascorre il resto della sua vita a Paradise Valley, in Arizona, dove si spegne il 10 marzo 2010, all'età di 98 anni. Per sua volontà viene sepolta insieme all'urna contenente le ceneri del marito nel cimitero della Chiesa Episcopale di Tutti i Santi di Phoenix (Arizona).

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Robert K. Klepper, Silent Films, 1877-1996: A Critical Guide to 646 Movies, McFarland, 1° gennaio 1999, ISBN 9781476604848. URL consultato il 16 febbraio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Dorothy Janis, in Internet Movie Database, IMDb.com.

Controllo di autorità VIAF: (EN120525339 · LCCN: (ENno2010057136