Doppio sospetto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Doppio sospetto
Fotogramma dal trailer del film "Doppio sospetto".jpeg
Alice (Veerle Baetens) in una scena del film
Titolo originaleDuelles
Lingua originalefrancese
Paese di produzioneBelgio, Francia
Anno2018
Durata97 min
Rapporto2,39:1
Generethriller, giallo
RegiaOlivier Masset-Depasse
SoggettoBarbara Abel
SceneggiaturaOlivier Masset-Depasse
ProduttoreJacques-Henri Bronckart, Olivier Bronckart
Casa di produzioneVersus Production
Distribuzione in italianoTeodora Film
FotografiaHichame Alaouié
MontaggioDamien Keyeux
MusicheFrédéric Vercheval
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Doppio sospetto (Duelles) è un film del 2018 diretto da Olivier Masset-Depasse.

Il film detiene il record di vittorie ai premi Magritte, avendo ottenuto nove statuette su dieci candidature, tra cui miglior film e miglior regista per Masset-Depasse, ai premi Magritte 2020.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Bruxelles, primi anni sessanta. Alice e Céline sono due amiche di vecchia data, madri di due bambini, Theo e Maxime, e, con i rispettivi mariti, dividono una villa bifamiliare di una tranquilla zona residenziale.

Un giorno Maxime, che non è a scuola perché con la febbre alta, perde la vita cadendo dal davanzale della finestra della sua cameretta mentre tenta di acchiappare il gatto; Alice che assiste alla scena non fa in tempo a salvare il bambino. Da quel momento Céline inizia ad andare lentamente in paranoia, pur mascherando i suoi disturbi come tentativi per andare avanti. La donna inizia a mostrare un'ossessione e un affetto sempre più morboso verso il piccolo Theo, scatenando la gelosia della sua amica Alice, che a sua volta raccoglie indizi sulla vicina fino a far emergere sospetti tanto gravi da sembrare assurdi, al punto che il marito la riterrà una psicotica e le chiederà di curarsi.

Proprio quando i sospetti di Alice rientrano facendole recuperare il rapporto con il marito e un dialogo con la stessa Céline, questa mette in atto un piano criminale perfetto, attraverso il quale, dopo aver assassinato il marito e i vicini, rimanendo sempre abilmente al di sopra di ogni sospetto, chiederà e otterrà l'adozione del piccolo Theo, ormai solo al mondo.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di un adattamento cinematografico del romanzo oltre la siepe (Derrière la haine) di Barbara Abel. Le riprese del film si sono svolte principalmente a Liegi, in Belgio, nel quartiere di Cointe. Nel 2019 il regista annunciò di essere stato ingaggiato per un remake americano, con protagoniste Jessica Chastain e Anne Hathaway, da girarsi nel 2020.[1]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in anteprima al Toronto International Film Festival il 7 settembre 2018.

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche belghe e francesi a partire dal 17 aprile 2019. In Italia, il film è stato distribuito da Teodora Film a partire dal 27 febbraio 2020.[2]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Corinne Renou-Nativel, 'Duelles', miroir brisé, su la-croix.com, 16 aprile 2019. URL consultato il 4 febbraio 2020.
  2. ^ Giulia Ercolani, Doppio Sospetto conquista 9 premi Magritte, su insidetheshow.it, 3 febbraio 2020. URL consultato il 4 febbraio 2020.
  3. ^ (EN) Mothers' Instinct – Duelles, su focusonfrenchcinema.com, Clubix. URL consultato il 12 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 12 gennaio 2020).
  4. ^ Fabien Lemercier, L'Arras Film Festival cala i suoi assi, in Cineuropa, 8 ottobre 2018. URL consultato il 12 gennaio 2020.
  5. ^ (FR) Lucy Dricot, Découvrez le palmarès complet de la 10e cérémonie des Magritte du cinéma, RTBF, 1º febbraio 2020. URL consultato il 1º febbraio 2020.
  6. ^ (EN) Best Original Score for a Belgian Production, su worldsoundtrackawards.com, WSA. URL consultato il 12 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 1º luglio 2019).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema