Donnie Andrews

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
In piedi da sinistra: Donnie Andrews, Fran Boyd, gli attori del cast di The Wire Jamie Hector, Sonja Sohn e Jim True-Frost. Il secondo seduto è Andre Royo)

Donnie Andrews, all'anagrafe Larry Donnell Andrews (Baltimora, 29 aprile 1954Manhattan, 13 dicembre 2012[1][2]), è stato un criminale statunitense.

Spacciatore di droga e rapinatore negli anni Settanta e Ottanta, gli autori della serie HBO The Wire si sono ispirati ad Andrews per la creazione del personaggio di Omar Little interpretato da Michael K. Williams.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto nelle case popolari della zona ovest di Baltimora, da bambino Andrews fu vittima di abusi da parte della madre. All'età di dieci anni fu testimone, nascosto dietro una lavatrice, all'aggessione di un uomo che venne ucciso per soli quindici centesimi. Negli anni Settanta e nei primi anni Ottanta, Andrews era conosciuto dalla polizia di Baltimora per spaccio di droga e per le audaci rapine ai danni degli spacciatori rivali. Nel 1986 Warren Boardley, un signore della droga locale, convinse Andrews, dipendente da eroina, e Reggie Gross ad uccidere su commissione Zachary Roach e Rodney "Touche" Young. I rivali di Broadley vennero poi uccisi in una sparatoria su Gold Street. Spinto dal senso di colpa, Andrews si consegnò al detective della polizia di Baltimora Ed Burns[3] e collaborò all'arresto di Boardley e Gross.[2]

Nel 1987 Andrews fu condannato all'ergastolo per gli omicidi commessi. Malgrado le richieste, gli venne sempre negata la condizionale. In carcere avviò il processo di disintossicazione e partecipò ad alcuni progetti rivolti al recupero di detenuti.[2][4] Nel 1998, Burns, David Simon e Charles P. Scheeler, pubblico ministero che ottenne la sua condanna, iniziarono a lavorare per la sua scarcerazione.[2][4] Andrews fu infine rilasciato nel 2005.[5][6]

The Wire[modifica | modifica wikitesto]

In carcere, Ed Burns fece consocere ad Andrews il giornalista del The Baltimore Sun, David Simon. Burns e Simon stavano scrivendo il libro The Corner: A Year in the Life of an Inner-City Neighborhood, un approfondito racconto di una città devastata dalla droga e dalla violenza. Fu adattato per una miniserie della HBO che preparò il terreno al concepimento della serie The Wire. Ispirato alla vita di Andrews, il personaggio di Omar Little è un omosessuale che vive di rapine agli spacciatori di West Baltimore. Andrews partecipò alla scrittura dello show e apparve in alcuni episodi come uno degli alleati di Omar.[2][7][8]

Vita personale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il rilascio, Andrews creò l'associazione "Why Murder?" con l'intento di allontanare i giovani dalla criminalità.[2]

Nel gennaio 1993, Burns gli presentò Fran Boyd, a cui è ispirato il personaggio omonimo di The Corner: A Year in the Life of an Inner-City Neighborhood.[3] Andrews spinse Boyd a disintossicarsi e infine la sposò l'11 agosto 2007.[4] Al matrimonio furono invitati Simon, gli attori Dominic West, Sonja Sohn e Andre Royo.[3]

Malato di dissecazione aortica, Andrews è morto all'età di 58 anni il 13 dicembre 2012 a Manhattan.[2]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ New York Times obituary for Andrews
  2. ^ a b c d e f g Justin Fenton, Donnie Andrews, inspiration for Omar character on "The Wire," dies in The Baltimore Sun, 14 dicembre 2012. URL consultato il 20 dicembre 2012.
  3. ^ a b c Vincent M. Mallozzi e Sarah Abruzzese, Vows: Donnie Andrews and Fran Boyd in The New York Times, 19 agosto 2007. URL consultato il 20 dicembre 2012.
  4. ^ a b c Ian Urbina, From Two Broken Lives to One New Beginning in The New York Times, 9 agosto 2007. URL consultato il 20 dicembre 2012.
  5. ^ Evanka Williamson, Donnie Andrews, The Real-Life Omar Little, Dies at 58 in Global Grind, 15 dicembre 2012. URL consultato il 18 dicembre 2012.
  6. ^ Joan Jacobson, Donnie Andrews: an appreciation of the real Omar Little in Baltimore Brew, 17 dicembre 2012. URL consultato il 18 dicembre 2012.
  7. ^ Seth Abramovitch, Reformed Hitman Who Inspired 'The Wire's' Omar Dies at 58 in The Hollywood Reporter, 15 dicembre 2012. URL consultato il 18 dicembre 2012.
  8. ^ Kate Stanhope, Hitman who inspired The Wire's Omar dies at 58 in WMBF News, 17 dicembre 2012. URL consultato il 18 dicembre 2012.
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie