Condizione della donna in Kuwait

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Donne in Kuwait)

Le donne in Kuwait sono tra le più emancipate di tutta la regione mediorientale.[1][2][3]

Nel 2011 il Kuwait è stato classificato in vetta alla classifica tra tutte le nazioni di religione musulmana del Medio Oriente per quel che riguarda l'uguaglianza fra uomini e donne, secondo lo Human Development Report (HDR) delle Nazioni Unite nel suo Indice di disuguaglianza di genere (Gender Inequality Index-GII; un nuovo indice per la misurazione della disparità di genere sessuale che è stato introdotto nel 2010).[1] Il Kuwait è anche classificato al secondo posto, dopo Israele, nella parità di genere secondo il Global Gender Gap Report[4] (edizione 2012)

Nel 2012 quasi il 50% delle donne del Kuwait era pienamente integrato all'interno della classe lavoratrice, con accesso all'attività di giudici, poliziotti, guardie reali e Ufficiali delle forze speciali.[5] la loro partecipazione all'interno della vita sociale risulta quindi esser molto più alta rispetto alla media dei paesi della regione.[6] le donne sono in grado di lavorare e mantenersi liberamente ed hanno la possibilità di raggiungere anche alte posizioni di potere ed influenza.[7] Legalmente vi è piena parità di diritti civili: nonostante ciò possono ancora verificarsi atti discriminatori in quanto i tribunali di famiglia, per i cittadini musulmani, sono regolati dalla legge islamica. Per i non musulmani vigono invece tribunali familiari laici.

Il suffragio elettorale femminile è stato adottato a partire dalle elezioni amministrative svoltesi nel maggio 2005[8][9]; entro lo stesso anno il governo ha nominato le prime donne ministro, ai dicasteri della pianificazione e dello sviluppo amministrativo (in seguito divenute tre); infine nel 2009 si è avuto l'ingresso nel parlamento nazionale delle prime quattro elette.[10]

Le donne in Kuwait non sono però autorizzate a trasmettere la cittadinanza ai loro discendenti, a meno che anche il padre non sia un cittadino dello stato[11].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Gender inequality, fanack.com. URL consultato il 28 luglio 2013.
  2. ^ Women and Global Human Rights, Webster.edu. URL consultato il 10 ottobre 2012.
  3. ^ 2008 Freedomhouse report - Kuwait [collegamento interrotto]
  4. ^ Gender Gap Report 2012 Page 52
  5. ^ Millennium Development Goals Progress Report, scpd.gov.kw, p. 12. URL consultato il 28 luglio 2013.
  6. ^ Kuwait: Selected Issues and Statistical Appendix in International Monetary Fund, 2012, pp. 43.
  7. ^ Kuwait Guide: Working Women, What is working in Kuwait like?, Justlanded.com. URL consultato il 10 ottobre 2012.
  8. ^ Kuwaiti women win right to vote, May 2005, BBC News, 17 maggio 2005. URL consultato il 10 ottobre 2012.
  9. ^ Women's Suffrage, Ipu.org, 23 maggio 1997. URL consultato il 10 ottobre 2012.
  10. ^ First Women win Seats in Kuwaiti Parliament, May 2009, NY Times, 17 maggio 2009. URL consultato il 14 dicembre 2012.
  11. ^ Kuwaiti women married to non-Kuwaitis given the right to sponsor their children and their husbands, Habibtoumi.com, 15 luglio 2010. URL consultato il 10 ottobre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto