Donna (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Donna
PaeseItalia
Anno1996
Formatoserie TV
Generedrammatico
Stagioni1
Episodi6
Durata90 min (episodio)
Lingua originaleitaliano
Crediti
RegiaGianfranco Giagni
SoggettoMartina di Carlotta Wittig
SceneggiaturaCarlotta Wittig, Tullio Pinelli, Luca D'Ascanio
Interpreti e personaggi
MusicheFranco Piersanti
CostumiLia Francesca Morandini
ProduttoreSergio Silva,
Susanna Bolchi
e Aureliano Lalli-Persiani
Prima visione
Dal3 marzo 1996
Al1º aprile 1996
Rete televisivaRai 1

Donna è una serie televisiva italiana in 6 episodi trasmessa in prima visione su Rai 1 nel 1996 con Ottavia Piccolo, Angelo Infanti, Simona Cavallari, Agnese Nano e con la partecipazione di Edwige Fenech, per la regia di Gianfranco Giagni[1].

Tratta dallo sceneggiato radiofonico Matilde di Carlotta Wittig, che fu trasmesso da Radio 2 negli anni ottanta, la miniserie è andata in onda su Rai 1 dal 3 marzo al 1º aprile 1996 ottenendo una media di ascolti di 5.932.000 telespettatori. Nel 2008 è stata replicata su RaiSat Premium.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La vicenda, ambientata a Ferrara, vede come protagonista Matilde, moglie di un piccolo industriale della zona, Roberto, alle prese con una grave crisi famigliare; il figlio Matteo s'innamora della migliore amica di Matilde, Paola, mentre la figlia Nina lascia il marito Fausto e il figlioletto per intraprendere la carriera di modella.

Successivamente Nina s'innamora di Gianfranco Vezze, finanziere di una multinazionale sudamericana in affari con Roberto. Matilde, che si sente trascurata dalla famiglia, decide di allontanarsi per un po' dal marito e, durante la separazione, incontra Enrico, suo vecchio amore in età giovanile che vive ad Amburgo, e se ne innamora nuovamente. Quando però Roberto e Nina vengono arrestati e accusati di truffa e spaccio di droga, Matilde decide di ritornare a casa. Durante il processo, Matteo viene a sapere da Enrico la vera identità di Vezze e i suoi precedenti in ambito finanziario, ma gli rivela anche che è protetto dalla multinazionale per cui lavora e diventa difficile incastrarlo, così decide di rivolgersi alla moglie di Vezze, Lisa Longhi, rinchiusa in una clinica psichiatrica, che, sollecitata da lui e da suo padre, andrà a testimoniare in tribunale. Grazie alla testimonianza di Lisa, Roberto verrà scagionato dalle accuse a lui rivolte essendo stato truffato da Vezze, che in realtà è un latitante sotto falso nome per essere rimasto coinvolto anni prima nell'omicidio di un imprenditore a Marsiglia.

In seguito Matteo, dopo aver parlato con Paola, decide di interrompere la relazione per non far soffrire più di tanto la madre, e s'innamora di una sua coetanea. Nina, dopo aver tentato il suicidio in carcere e dopo essere stata in coma, riallaccia i rapporti con i genitori e torna a convivere con il figlio e il marito, che ha conosciuto un'altra donna, Lucia, mentre Matilde, che nel frattempo si è separata dal marito dopo un periodo di riflessione e ha dovuto affrontare insieme a Paola lo shock per la scomparsa della loro amica Annamaria, si trasferisce ad Amburgo da Enrico dove potrà vivere serenamente il suo nuovo rapporto sentimentale.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rai.it, Teche Rai. URL consultato il 15 aprile 2010 (archiviato dall'url originale il 14 novembre 2009).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione