Donato d'Assia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Donato d'Assia-Kassel
Principe e Langravio d'Assia-Kassel
Hessen Wappen.svg Coat of Arms of the Grand Duchy of Hesse 1806-1918.svg
In carica 24 maggio 2013
Predecessore Maurizio d'Assia
Erede Maurizio d'Assia-Kassel
Nome completo Heinrich Donatus Philipp Humbert, Landgraf von Hessen;
Nascita Kiel, Schleswig-Holstein,Germania, 17 ottobre 1966
Dinastia Assia-Kassel
Padre Maurizio d'Assia
Madre Tatiana di Sayn-Wittgenstein-Berleburg
Consorte Floria Franziska Marie-Luisa Erika von Faber- Castell
Figli Principessa Paulina

Principe ereditario Maurizio

Principe Augusto

Donato, principe e langravio d'Assia, principe e langravio d'Assia-Kassel (Heinrich Donatus Philipp Humbert, Landgraf von Hessen; Kiel, 17 ottobre 1966), è un nobile tedesco, figlio maggiore e successore dell'aristocratico tedesco Maurizio d'Assia, e la sua ex moglie, la principessa Tatiana di Sayn-Wittgenstein-Berleburg . Pronipote di Vittorio Emanuele III d'Italia, venne chiamato in onore di Giorgio Donato d'Assia-Darmstadt, granduca ereditario d'Assia . È anche un pronipote della regina Vittoria del Regno Unito attraverso la nonna paterna Margaret , una nipote della regina Vittoria. Suo padre Maurizio era un terzo cugino della regina Elisabetta II del Regno Unito.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Economo esperto, dirige la Hessische Hausstiftung (Fondazione della casa dell'Assia), una fondazione istituita per curare e mostrare il patrimonio culturale e la storia della casa dell'Assia[1], una dinastia che ha governato l'elettorato di Assia - Cassel fino al 1866, il Granducato di Hesse e Reno fino al 1918 ( i cui discendenti in linea maschile includono il leader protestante Filippo il Magnanimo, il re svedese Federico I, l'ultima zarina russa Alexandra Feodorovna , la regina spagnola esiliata Victoria Eugenia di Battenberg e l'ultimo viceré d'India Louis Mountbatten ).

Gestisce anche la Prinz von Hessen , un'azienda vinicola specializzata nella produzione di annate varie sul suo vigneto di 45 ettari.

Il padre del principe Donato venne adottato nel 1960 dal prozio Luigi Guglielmo d'Assia-Homburg, granduca d'Assia e del Reno, e, a seguito di patti familiari del 1902, ne ereditò i titoli. Con la morte del padre adottivo nel 1968 e del padre naturale il 25 ottobre 1980[2], diventò capostipite di tutta la dinastia di Assia, unificando così le due linee principali del casato, separate dal 1567.

Dal 2013, con la morte del padre, è diventato il capo della casata.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Donato sposò la contessa Floria Franziska Marie-Luisa Erika von Faber- Castell (nata il 14 ottobre 1974 a Düsseldorf) in una cerimonia civile a Wiesbaden il 25 aprile 2003. La sposa è una professionista della comunicazione e una nipote del conte Anton Wolfgang von Faber-Castell, presidente del consiglio di amministrazione della famosa azienda di penna e matita Faber-Castell con sede vicino a Norimberga e discendente dell'omonima famiglia.

La cerimonia di matrimonio religioso della coppia si è svolta il 17 maggio 2003, alla presenza di reali e aristocratici[3]. Tenutosi alla Johanneskirche e seguiti da un grande ballo nel salone verde , sala di rappresentanza dell'ex palazzo Friedrichshof di Kronberg (ora un hotel di lusso e campo da golf) dove l'antenata di Donato, l'imperatrice tedesca Vittoria , viveva in vedovanza, dove erano presenti oltre 300 ospiti. Tra loro c'era Carolina, principessa di Hannover, la (allora) erede presunta di Monaco; la Principessa Benedetta di Danimarca, zia dello sposo e sorella delle regine Margherita II e Anna Maria di Danimarca; e Gloria, principessa di Thurn e Taxis .

Il principe Donato e sua moglie hanno una figlia e due figli:

  • la principessa Paulina e il principe ereditario Maurizio (gemelli, nati il 26 marzo 2007, Francoforte sul Meno , Germania)
  • il principe Augusto (nato il 24 agosto 2012, Francoforte sul Meno, Germania)[4].

Fondazione della Casa dell'Assia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel 1928, la Fondazione della Casa dell'Assia è l'istituzione successiva di un trust di famiglia fondato nel 1830, confiscato dal Regno di Prussia nel 1866 e ripristinato dopo una parziale restituzione nel 1878. La fondazione gestisce le fortune di famiglia tra cui foreste, proprietà agricole, castelli, alberghi e una collezione d'arte. Quest'ultima è rappresentata principalmente al palazzo Fasanerie di Eichenzell, nell'Assia, un ex palazzo estivo dei principi abati di Fulda che era stato rilevato dai langravani d'Assia dopo la secolarizzazione e la mediatizzazione del principe vescovile di Fulda nel 1803. Schlosshotel Kronberg e il Grandhotel Hessischer Hof di Francoforte sono alberghi, la Weingut Prinz von Hessen una cantina di Johannisberg che è stata acquistata nel 1957, mentre Schloß Wolfsgarten a sud di Francoforte sul Meno e la tenuta di Panker sono utilizzati come sedi private della famiglia. Altri castelli sono stati venduti, come Schloss Philippsruhe a Hanau (nel 1950), Schloss Rumpenheim a Offenbach am Main (nel 1965) e Castello di Tarasp in Svizzera (nel 2016)

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Donato d'Assia Padre:
Maurizio d'Assia
Nonno paterno:
Filippo d'Assia
Bisnonno paterno:
Federico Carlo d'Assia-Kassel
Trisnonno paterno:
Federico Guglielmo d'Assia-Kassel
Trisnonna paterna:
Anna di Prussia
Bisnonna paterna:
Margherita di Prussia
Trisnonno paterno:
Federico III di Germania
Trisnonna paterna:
Vittoria di Sassonia-Coburgo-Gotha
Nonna paterna:
Mafalda di Savoia
Bisnonno paterno:
Vittorio Emanuele III di Savoia
Trisnonno paterno:
Umberto I di Savoia
Trisnonna paterna:
Margherita di Savoia
Bisnonna paterna:
Elena del Montenegro
Trisnonno paterno:
Nicola I del Montenegro
Trisnonna paterna:
Milena del Montenegro
Madre:
Tatiana di Sayn-Wittgenstein-Berleburg
Nonno materno:
Gustavo Alberto di Sayn-Wittgenstein-Berleburg
Bisnonno materno:
Riccardo di Sayn-Wittgenstein-Berleburg
Trisnonno materno:
Gustavo di Sayn-Wittgenstein-Berleburg
Trisnonna materna:
Maria di Gemmingen-Hornberg
Bisnonna materna:
Maddalena di Löwenstein-Wertheim-Freudenberg
Trisnonno materno:
Alfredo di Löwenstein-Wertheim-Freudenberg
Trisnonna materna:
Paolina di Reichenbach-Lessonitz
Nonna materna:
Margareta Fouché d'Otranto
Bisnonno materno:
Charles Louis Fouché d'Otranto
Trisnonno materno:
Gustave Armand Fouché d'Otrante
Trisnonna materna:
Theresia di Stedingk
Bisnonna materna:
Madeleine Douglas
Trisnonno materno:
Ludovico Douglas
Trisnonna materna:
Anna Ehrensvärd

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ H. Schnackenburg-Praél e Bernhard Schnackenburg, Hesse-Kassel, House of family, in Oxford Art Online (Oxford University Press), 2003. URL consultato il 26 gennaio 2019.
  2. ^ Genealogisches Handbuch des Adels; Furstlich Hauser Band XVI. Limburg-an-der-Lahn, Germany: C. A. Starke. 2001. pp. 24–25, 33. ISBN 3-7980-0824-8..
  3. ^ (FR) Mariage chez les Faber-Castell : Le comte Charles Alexander a épousé Melissa, su www.purepeople.com. URL consultato il 26 gennaio 2019.
  4. ^ Hesse, su www.angelfire.com. URL consultato il 26 gennaio 2019.