Donatella Bianchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Donatella Bianchi (La Spezia, 1º ottobre 1963) è una giornalista, scrittrice e conduttrice televisiva italiana. Dal 2014 è Presidente del WWF Italia[1][2] e dal 2019 è Presidente del Parco nazionale delle Cinque Terre[3] e del Parco Letterario Eugenio Montale e delle Cinque terre. È nota al grande pubblico soprattutto per la conduzione del programma TV Linea blu in onda su Rai 1.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera lavorativa[modifica | modifica wikitesto]

Iscritta all'albo dei giornalisti professionisti dal 17 maggio 1985, ha debuttato in televisione all'età di 15 anni nel programma di Rai 1 Domenica In condotto da Corrado, suo talent-scout. Nello stesso anno per il jingle della Mira Lanza, che aveva sempre come testimonial Corrado, incise il singolo Mira Mira l'Olandesina per la Warner Bros. Italia. Ancora con Corrado nel 1981 partecipò a Gran Canal su Rai 2. In lei matura la passione per il giornalismo e torna in tv, su Rai 2, con il programma Sereno Variabile quale inviata speciale[4], dal ’89 al ’92, firma e conduce la rubrica “Viaggi d’Autore” con reportage e dirette dalle Azzorre, Yemen, Egitto, Israele, Tunisia, Canada realizzando numerose interviste esclusive.

Collabora con la Testata Giornalistica Regionale fino al 1994 come conduttrice del Tg Lazio e della rubrica Tgr Italia Agricoltura, in onda su Rai 3 il sabato mattina, uno programma realizzato per conto del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali contenente notizie sul mondo agricolo italiano[5]. Firma e conduce numerosi programmi radiofonici tra i quali "Senti la Montagna" (Radiouno) e "Quando i Mondi si incontrano" (Radiouno).

Dal 1994 conduce Linea blu in onda il sabato pomeriggio su Rai 1. È una trasmissione che si prefigge l'obiettivo di sviluppare negli spettatori la cultura del mare (pone l'accento sui problemi del mare, sull'economia marittima, sulle tradizioni marinare, sull'ambiente e il territorio). Numerose le personalità che hanno collaborato negli anni con la trasmissione: Umberto Pellizzari, Enzo Maiorca, Raimondo Bucher e altri atleti, subacquei e apneisti.

Nel 2005 è stata testimonial dell'A.C.A.M. (Azienda Consorzio Acqua e Metano), della Spezia. Ha collaborato con il Secolo XIX e con numerose riviste specializzate come Gente Viaggi e Archeo. Nel 2009 ha pubblicato il suo primo libro "Storie dal Mare" Aliberti Editore. Nel giugno del 2014 è stata eletta Presidente del WWF Italia. Il 26 marzo 2019 il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, d’intesa con il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, nomina la giornalista nuovo presidente del Parco nazionale delle Cinque Terre; succede a Vittorio Alessandro, ultimo presidente, e Vincenzo Resasco, vice-presidente facente funzione che aveva rassegnato le dimissioni qualche giorno prima.[6] Si insedia ufficialmente il 5 settembre seguente.

Nel maggio 2020 entra a far parte del comitato di esperti in materia economica e sociale, presieduta da Vittorio Colao, per organizzare la ripartenza italiana dopo l'emergenza COVID-19; in particolare Bianchi è stata scelta per le valutazioni ambientali[7].

Dal 2020 fa parte del Direttivo della Fondazione Tusa in memoria dell'archeologo siciliano Sebastiano Tusa.

Nel 2021 entra nella Commissione Comunicazione e Sostenibilità della FIV (Federazione Italiana Vela).

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Donatella Bianchi, Storie dal Mare, Reggio nell'Emilia, Aliberti Editore, 2009, ISBN 978-88-7424-456-0.
  • Donatella Bianchi, Le 100 perle del mare italiano, Milano, Rizzoli Editore, 2012, ISBN 978-88-17-05723-3.
  • Donatella Bianchi, L'eredità del mare, Rai Libri, 2020

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore Ordine al merito della Repubblica italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— 2 giugno 2010[10]
Medaglia d'oro al merito di Marina - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al merito di Marina
«Illustre giornalista, scrittrice e conduttrice televisiva di straordinaria professionalità e passione da sempre dedicate a tematiche mirate allo sviluppo della cultura marinara del nostro Paese, legata profondamente al mare e a tutti gli aspetti correlati, dalla tutela dell'ambiente alla difesa delle risorse e del lavoro, ha ripetutamente collaborato con la Marina Militare, in un connubio e una sinergia di intenti di grande spessore nell'ambito della conduzione della trasmissione "Linea blu - Vivere il mare" riscuotendo un successo pieno e unanimemente riconosciuto.

In particolare, in occasione del ritrovamento della Corazzata Roma, ha guidato con rara abnegazione e lucida efficacia la comunicazione televisiva dell'importantissimo evento, strutturando con passione e forte entusiasmo la valorizzazione mediatica di una delle pagine più importanti della storia navale nazionale. Brillante esempio di eccezionali capacità professionali e umane, con la sua attività ha contribuito sensibilmente a dare lustro e ad accrescere il prestigio della Marina Militare Italiana.»
— La Spezia - Mar Tirreno, 19 ottobre 2012.[11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Donatella Bianchi è il nuovo Presidente WWF Italia web, su wwf.it.
  2. ^ Bianchi presidente del Parco delle Cinque Terre - Ambiente & Energia, su ANSA.it, 26 marzo 2019. URL consultato il 26 marzo 2019.
  3. ^ Parco delle Cinque Terre, Donatella Bianchi è la nuova presidente, su Repubblica.it, 7 agosto 2019. URL consultato il 20 gennaio 2020.
  4. ^ I personaggi di Rai 1 - Donatella Bianchi, su RAI. URL consultato il 12 aprile 2018.
  5. ^ Donatella Bianchi, su Labirinto d'acque. URL consultato il 12 aprile 2018.
  6. ^ F. LUGARINI, Donatella Bianchi nuova presidente del Parco delle Cinque Terre, su Città della Spezia. URL consultato il 26 marzo 2019.
  7. ^ Redazione, Conte nomina Donatella Bianchi nella task force di Colao per la Fase 2, su www.cittadellaspezia.com, 12 maggio 2020. URL consultato il 12 maggio 2020.
  8. ^ A Donatella Bianchi il Premio DonnAmbiente 2017, su ADN Kronos. URL consultato il 12 aprile 2018.
  9. ^ A Donatella Bianchi il premio DonnAmbiente 2017, su WWF. URL consultato il 12 aprile 2018.
  10. ^ Sito Presidenza della Repubblica Italiana, dettaglio decorato Bianchi Sig.ra Donatella, su quirinale.it. URL consultato il 26 luglio 2014.
  11. ^ *** Atto Completo ***

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN96758494 · LCCN (ENn2009054639 · WorldCat Identities (ENlccn-n2009054639