Donald Adamson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Donald Adamson (Cheshire, 30 marzo 1939) è un biografo, critico letterario e storico della letteratura britannico.

Dott. Adamson alla Reform Club nel settembre 2014

Il suo lavoro principale è la biografia Blaise Pascal.[1][2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Educato al Manchester Grammar School,[3] Adamson fu poi istruito presso il Magdalen College di Oxford a 1959;[4] nel 1971 gli venne conferito il D.Phil (Oxon).

Da 1969 fino a 1989 era professore all'Università di Londra. Ha tradotto i vari capolavori di letteratura francese[5] e anche ha scritto libri della storia.[6]

Nel 1989 è stato eletto fellow invitato del Wolfson College di Cambridge,[7] anche FSA (1979), FRSL (1983) e FRHistS (2007).

Filosofia della religione[modifica | modifica wikitesto]

Nella sua biografia intellettuale di Pascal, Adamson analizza il contributo scientifico di questo erudito al pensiero europeo, tanto per la fisica per la matematica, come pure la sua attività nell'etica (Le provinciali),[8] nello studio sulla natura umana (I Pensieri)[9] e nell'apologetica cristiana, se non di teologo molto brava.[10]

Vi esplora la percezione che si fa Pascal delle contraddizioni della natura umana, e l'erudizione profonda di quest'autore per tutto ciò che riguarda le tradizioni cristiane, ebraiche e rabbiniche.[11] Ha dedica un capitolo alla scommessa[12] e fatto ulteriore lavoro sulla comprensione matematica da Pascal di Dio.[13]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Blaise Pascal: Mathematician, Physicist, and Thinker about God, Macmillan: Londra e New York (1995)
  2. ^ www.palgrave.com
  3. ^ Manchester Grammar School: www.mgs.org
  4. ^ Magdalen College: www.magd.ox.ac.uk
  5. ^ Traduzioni dei La Rabouilleuse („The Black Sheep”) e Ursule Mirouët del Honoré de Balzac, Penguin Classics: Londra (1970, 1976), e Bed 29 & Other Stories, 26 racconti del Guy de Maupassant, Folio Society: Londra (1993)
  6. ^ The House of Nell Gwyn: the fortunes of the Beauclerk family, 1670-1974, e The Curriers Company: a Modern History (2000).
  7. ^ Wolfson College: www.wolfson.cam.ac.uk
  8. ^ Blaise Pascal, 1995, pp. 85-114
  9. ^ Blaise Pascal, 1995, pp. 143-160, 215-219
  10. ^ Blaise Pascal, 1995, pp. 161-188, 227-232
  11. ^ Blaise Pascal, 1995, pp. 175-188
  12. ^ Blaise Pascal, 1995, pp. 161-173
  13. ^ Pascal's Views on Mathematics and the Divine, “Mathematics and the Divine: A Historical Study” (a cura di T. Koetsier e L. Bergmans), Elsevier: Amsterdam (2005).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN85360374 · ISNI: (EN0000 0001 2142 0731 · LCCN: (ENn81071917 · BNF: (FRcb12212096b (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie