Don Chisciotte (brano musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Stagioni (album).

Don Chisciotte
ArtistaFrancesco Guccini
Autore/iFrancesco Guccini, Beppe Dati e Goffredo Orlandi
GenereMusica d'autore
Pubblicazione originale
IncisioneStagioni
Data2000
EtichettaEMI Italiana
Durata6 min : 00 s

Don Chisciotte è la settima canzone del disco Stagioni di Francesco Guccini, uscito nel 2000.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Come risulta dal sito SIAE, è stata scritta con il titolo originale Don Chisciotte e Sancho Panza da Beppe Dati per il testo e da Goffredo Orlandi in collaborazione con Dati per la musica; con alcune piccole modifiche al testo effettuate da Guccini ai tempi di Cirano (nell'album D'amore di morte e di altre sciocchezze del 1996), il titolo è stato abbreviato in Don Chisciotte, ridepositato con l'aggiunta della firma del cantautore pavanese per il testo e con le edizioni musicali L'Alternativa/Uva Fragola.

Vuole essere una lettura dei tempi presenti sfruttando un personaggio del passato[1].

Il testo della canzone è un dialogo tra i due personaggi, in cui Don Chisciotte è cantato dallo stesso Guccini mentre Sancho Panza da Juan Carlos Biondini. Come il noto personaggio Don Chisciotte della Mancia di Miguel de Cervantes crede di poter cambiare il mondo e di mettere fine alle ingiustizie ed è seguito da Sancho Panza, molto più materialista.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Francesco Guccini, Stagioni, Torino, Einaudi, 2000, p. 272.
  2. ^ Curzio Maltese, La rabbia antica di Babbo Guccini, in la Repubblica, 24 febbraio 2000.
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica