Don't Start Now (Dua Lipa)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Don't Start Now
Dua Lipa - Don't Start Now.png
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaDua Lipa
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1º novembre 2019
Durata3:03
Album di provenienzaFuture Nostalgia
GenereDisco[1]
Funk[2]
EtichettaWarner Music Group
ProduttoreIan Kirkpatrick
FormatiDownload digitale,[3] streaming[4]
Certificazioni
Dischi d'oroBelgio Belgio[5]
(vendite: 20 000+)
Italia Italia[6]
(vendite: 25 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[7]
(vendite: 15 000+)
Regno Unito Regno Unito[8]
(vendite: 400 000+)
Spagna Spagna[9]
(vendite: 20 000+)
Dischi di platinoBrasile Brasile (2)[10]
(vendite: 80 000+)
Dua Lipa - cronologia
Singolo precedente
(2019)
Singolo successivo

Don't Start Now è un singolo della cantante britannica Dua Lipa, pubblicato il 1º novembre 2019 come primo estratto dal secondo album in studio Future Nostalgia.

Pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 ottobre 2019 sono state diffuse delle foto di Dua Lipa sul set di un video musicale in cui compariva una scritta con il titolo del singolo.[11] La cantante l'ha confermato ufficialmente il successivo 22 ottobre sui suoi social,[12] dopo aver cancellato tutti i suoi post precedenti in preparazione al nuovo album.[13] Il singolo è stato pubblicato sulle piattaforme digitali e sui servizi di streaming contemporaneamente in tutto il mondo; in Italia è uscito a mezzanotte del 1º novembre 2019. Riguardo alla scelta di Don't Start Now come singolo apripista del suo secondo album, Dua Lipa ha affermato: «ho scelto di pubblicare questa canzone per prima così da poter chiudere un capitolo della mia vita e aprirne un altro. Entrerò in una nuova era con un nuovo sound!».[14]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Don't Start Now è un brano disco[1] e funk[2] composto in chiave di Si minore; ha un tempo di 124 battiti per minuto.[15] È stato scritto dalla stessa cantante con Caroline Ailin, Emily Warren ed Ian Kirkpatrick, ed è stato prodotto da quest'ultimo. Si tratta dello stesso team dietro a New Rules, il successo che ha lanciato la carriera di Dua Lipa a livello globale. Riguardo il significato del testo, la cantante ha affermato che "riguarda il voltare pagina e non permettere a nessuno di porre ostacoli".[14]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Caitlin Kelley di Forbes ha commentato che la canzone «trasforma una relazione interrotta in un inno di empowerment». Ha paragonato l'assolo di basso di apertura allo stile musicale di Charlie Puth.[14] Scrivendo per Billboard, Rania Aniftos l'ha definita «contagiosa» e «pronta alle piste da ballo», descrivendone il ritornello come «esplosivo».[16] Sydney Bucksbaum di Entertainment Weekly ha scritto che la cantante «dimostra che l'apatia è più efficace dell'odio quando si tratta di una relazione finita».[2] Idolator l'ha posizionata al primo posto in una classifica delle migliori canzoni pop del 2019.[17]

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip è stato pubblicato il 1º novembre 2019, ed è stato anticipato da un trailer diffuso in concomitanza con l'uscita del singolo.[18] È stato diretto da Nabil Elderkin.[19]

Esibizioni dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Dua Lipa si è esibita per la prima volta dal vivo con la canzone il 1º novembre 2019 al Graham Norton Show.[20] In seguito, ha intrapreso una grande campagna promozionale per la canzone in tutto il mondo: l'ha cantata il successivo 3 novembre alla cerimonia di Siviglia degli MTV Europe Music Awards 2019,[21] il 10 novembre alla versione tedesca di The Voice,[22] il 15 novembre a Dubai a The Pointe,[23] 16 novembre al OnePlus Music Festival a Mumbai,[24] il 24 novembre agli American Music Awards 2019,[25] il 27 novembre agli ARIA Music Awards 2019,[26] il 28 novembre per il programma australiano Sunrise[27] e il 4 dicembre ai MAMA Awards 2019.[28] Il 17 dicembre l'ha presentata alla finale della versione statunitense di The Voice,[29] il 19 dicembre al Tonight Show Starring Jimmy Fallon,[30] il 20 dicembre a Good Morning America[31] e anche al Dick Clark's New Year's Rockin' Eve.[32]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Don't Start Now – 3:03

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Don't Start Now ha fatto il suo ingresso alla 2ª posizione della Official Singles Chart britannica, bloccata da Dance Monkey di Tones and I. Il singolo ha accumulato 49.334 unità di vendita nella sua prima settimana.[33] Nella sua seconda settimana ha mantenuto la seconda posizione nella classifica, pur registrando un incrementato di vendite del 3,29%.[34] In Irlanda ha debuttato in vetta alla classifica dei singoli, diventando la quarta numero uno di Dua Lipa nel paese; ha superato la seconda canzone più venduta di 1.400 unità.[35] Ha trascorso due settimane consecutive in cima alla classifica.[36]

Nella Billboard Hot 100 statunitense il singolo ha debuttato alla 30ª posizione, diventando il miglior debutto in classifica per la cantante. Nei primi sette giorni ha venduto 14.000 copie digitali, risultando essere la sesta canzone più scaricata della settimana, e ha ottenuto 13,2 milioni di riproduzioni in streaming, entrando alla 28ª posizione nella rispettiva classifica; ha inoltre accumulato un'audience radiofonica di 10,2 milioni di ascoltatori.[37] Nella settimana dell'11 gennaio 2020 il singolo ha raggiunto la 21ª posizione.[38]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Madeline Roth, Dua Lipa, Disco Queen, Launches Her New Era With 'Don't Start Now', MTV News. URL consultato il 1º novembre 2019.
  2. ^ a b c (EN) Sydney Bucksbaum, Dua Lipa releases funky new single 'Don't Start Now' with music video sneak peek, Entertainment Weekly. URL consultato il 1º novembre 2019.
  3. ^ Don't Start Now - Single by Dua Lipa, iTunes. URL consultato il 1º novembre 2019.
  4. ^ Dua Lipa - Don't Start Now, Spotify. URL consultato il 1º novembre 2019.
  5. ^ (NL) GOUD EN PLATINA - SINGLES 2020, Ultratop. URL consultato il 17 gennaio 2020.
  6. ^ Don't Start Now (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 23 dicembre 2019.
  7. ^ (EN) Official Top 40 Singles - 16 December 2019, The Official NZ Music Charts. URL consultato il 14 dicembre 2019.
  8. ^ (EN) Dua Lipa - Don't Start Now, British Phonographic Industry. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  9. ^ (ES) Top 100 Songs Weekly - 52/2019, su elportaldemusica.es. URL consultato il 2 gennaio 2020.
  10. ^ (PT) Certificados, Pro-Música Brasil. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  11. ^ (FR) Dua Lipa: les premières photos de «Don’t Start Now» dévoilées!, NRJ. URL consultato il 1º novembre 2019.
  12. ^ (EN) Tom Skinner, Dua Lipa shares snippets and release date of new disco-tinged single 'Don’t Start Now', New Musical Express. URL consultato il 1º novembre 2019.
  13. ^ (EN) Cerys Kenneally, Dua Lipa is supposedly releasing new single "Don't Start Now" in November, su thelineofbestfit.com. URL consultato il 1º novembre 2019.
  14. ^ a b c (EN) Caitlin Kelley, Dua Lipa Kicks Off A ‘New Era’ With "Don't Start Now", Forbes. URL consultato il 1º novembre 2019.
  15. ^ (EN) Key & BPM for Don't Start Now by Dua Lipa, su tunebat.com. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  16. ^ (EN) Rania Aniftos, Dua Lipa Kicks Off Her Second Album Era With Moving On Anthem 'Don't Start Now', Billboard. URL consultato il 1º novembre 2019.
  17. ^ (EN) Mike Wass, The 75 Best Pop Songs Of 2019, Idolator. URL consultato il 12 gennaio 2019.
  18. ^ (EN) Tom Skinner, Dua Lipa shares new disco-tinged single 'Don't Start Now', New Musical Express. URL consultato il 1º novembre 2019.
  19. ^ (EN) David Renshaw, Watch Dua Lipa's "Don't Start Now" video, Fader. URL consultato il 1º novembre 2019.
  20. ^ (EN) Jack White, The Graham Norton Show: Series 26 music guests confirmed, Official Charts Company. URL consultato il 12 novembre 2019.
  21. ^ (EN) Jason Lipshutz, Watch Dua Lipa Make Her Grand Return With 'Don't Start Now' at 2019 MTV EMAs, Billboard. URL consultato il 4 novembre 2019.
  22. ^ (EN) Dua Lipa Video: Dua Lipa - Don't Start Now (The Voice of Germany 2019), su fanpop.com. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  23. ^ (EN) Review: Dua Lipa live in Dubai, su timeoutdubai.com. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  24. ^ (EN) Dua Lipa Setlist at OnePlus Music Festival 2019, su setlist.fm. URL consultato il 26 novembre 2019.
  25. ^ (EN) Andrew Unterberger, Dua Lipa Brings Slick Dance Moves, Giant Balloons For 'Don't Start Now' Performance at the 2019 AMAs, Billboard. URL consultato il 25 novembre 2019.
  26. ^ (EN) Fabio Magnocavallo, Dua Lipa Wows At The 2019 ARIAs With Energetic 'Don't Start Now' Performance, su inquisitr.com. URL consultato il 1º dicembre 2019.
  27. ^ (EN) Dua Lipa performs her biggest hits on Hamilton Island, su 7news.com.au. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  28. ^ Dua Lipa: Barbie IRL sul red carpet dei Mama Awards 2019, MTV News. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  29. ^ (EN) Dua Lipa Dances Up A Storm During 'Don't Start Now' Performance On 'The Voice', su thatgrapejuice.net. URL consultato il 23 dicembre 2019.
  30. ^ (EN) Evan Minsker, Watch Dua Lipa Perform "Don't Start Now" on Fallon, Pitchfork. URL consultato il 23 dicembre 2019.
  31. ^ (EN) Brian Cantor, Dua Lipa Scheduled For Upcoming "Jimmy Fallon," "Good Morning America" Appearances, su headlineplanet.com. URL consultato il 27 dicembre 2019.
  32. ^ (EN) Lake Schatz, Dua Lipa performs "Don't Start Now" on Dick Clark's New Year's Rockin' Eve: Watch, Consequence of Sound. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  33. ^ (EN) Alan Jones, Charts analysis: Tones And I holds off Dua Lipa at singles summit, Music Week. URL consultato l'8 novembre 2019.
  34. ^ (EN) Alan Jones, Charts analysis: Tones And I breaks UK chart record for Aussie act, Music Week. URL consultato il 15 novembre 2019.
  35. ^ (EN) Jack White, Dua Lipa claims fourth Number 1 on the Official Irish Singles Chart, Official Charts Company. URL consultato l'8 novembre 2019.
  36. ^ (EN) Jack White, Dua Lipa makes it two weeks at the top in Ireland with Don’t Start Now, Official Charts Company. URL consultato il 15 novembre 2019.
  37. ^ (EN) Xander Zellner, Dua Lipa Blasts Back Onto Billboard Hot 100 With 'Don't Start Now', Billboard. URL consultato il 12 novembre 2019.
  38. ^ (EN) Gary Trust, Post Malone 'Circles' Back to No. 1 on Billboard Hot 100, Maroon 5 & Roddy Ricch Reach Top Three, Billboard. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  39. ^ (ES) Argentina Hot 100 - Semana del 15 de diciembre, Billboard Argentina. URL consultato il 19 dicembre 2019.
  40. ^ (EN) DUA LIPA - DON'T START NOW (SONG), su australian-charts.com. URL consultato il 10 novembre 2019.
  41. ^ (DE) Dua Lipa - Don't Start Now, su austriancharts.at. URL consultato il 13 novembre 2019.
  42. ^ (NL) Dua Lipa - Don't Start Now, Ultratop. URL consultato l'8 novembre 2019.
  43. ^ (FR) Dua Lipa - Don't Start Now, Ultratop. URL consultato l'8 novembre 2019.
  44. ^ (EN) Dua Lipa Chart History - Canadian Hot 100, Billboard. URL consultato il 12 novembre 2019.
  45. ^ (KO) 2019년 47주차 Digital Chart, Gaon Chart. URL consultato il 29 novembre 2019.
  46. ^ (HR) ARC 100 - datum: 25. studenoga 2019., HRT. URL consultato il 25 novembre 2019.
  47. ^ (DA) Track Top-40 - uge 2, 2020, Hitlisten. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  48. ^ (ET) Siim Nestor, EESTI TIPP-40 MUUSIKAS: reketi uus album plahvatas korralikult, Eesti Ekspress. URL consultato il 12 novembre 2019.
  49. ^ (FI) Dua Lipa - Don't Start Now, Suomen virallinen lista. URL consultato il 17 novembre 2019.
  50. ^ (FR) Top Singles - Semaine du 17 Janvier 2020, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 20 gennaio 2020.
  51. ^ (DE) Dua Lipa - Don't Start Now, Offizielle Deutsche Charts. URL consultato l'8 novembre 2019.
  52. ^ (EN) Official IFPI Charts - Top-75 Albums Sales Chart - Week: 45/2019, IFPI Greece. URL consultato il 18 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2019).
  53. ^ (EN) Irish Charts - Singles - Week 45 2019 - Week Ending 8 Nov 2019, Irish Recorded Music Association. URL consultato l'8 novembre 2019.
  54. ^ (IS) TÓNLISTINN - LÖG - Vika 2, 2020, Plötutíðindi. URL consultato il 13 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 13 gennaio 2020).
  55. ^ Classifica settimanale WK 1 (dal 27.12.2019 al 02.01.2020), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 3 gennaio 2020.
  56. ^ (LV) Mūzikas Patēriņa Tops/ 45. nedēļa, Latvijas Izpildītāju un producentu apvienība. URL consultato l'8 novembre 2019.
  57. ^ (EN) Dua Lipa, The Official Lebanese Top 20. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  58. ^ (LT) 2019 45-os SAVAITĖS (lapkričio 1-7 d.) TOP100, AGATA. URL consultato l'11 novembre 2019.
  59. ^ (NO) Singel 2020 uke 03, VG-lista. URL consultato il 17 gennaio 2020.
  60. ^ (EN) Official Top 40 Singles - 16 December 2019, The Official NZ Music Charts. URL consultato il 14 dicembre 2019.
  61. ^ (NL) Dua Lipa - Don't Start Now, Dutch Charts. URL consultato il 9 novembre 2019.
  62. ^ (PL) airplay - top - archiwum - 28.12.2019 - 03.01.2020, Związek Producentów Audio-Video. URL consultato l'8 gennaio 2020.
  63. ^ (EN) DUA LIPA - DON'T START NOW (SONG), su portuguesecharts.com. URL consultato il 18 gennaio 2020.
  64. ^ (EN) Don't Start Now - Full Official Chart History, Official Charts Company. URL consultato l'8 novembre 2019.
  65. ^ (CS) CZ - SINGLES DIGITAL - TOP 100 - DUA LIPA - Don't Start Now, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 20 gennaio 2020.
  66. ^ (ES) TOP SEMANAL, 07/01/2020 - 13/01/2020, SodinPro. URL consultato il 13 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 13 gennaio 2020).
  67. ^ (RO) Victor Arvunescu, Top Airplay 100 - N-ai cum să nu dansezi pe piesa asta!, su unsitedemuzica.ro. URL consultato il 16 dicembre 2019.
  68. ^ (RU) Top City & Country Radio Hits - Russia - 30 Dec 2019-05 Jan 2020, Tophit. URL consultato il 6 gennaio 2019.
  69. ^ (EN) RIAS Top Charts: Week 45 (1 - 7 November 2019), Recording Industry Association Singapore. URL consultato il 18 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2019).
  70. ^ (CS) SK - SINGLES DIGITAL - TOP 100 - DUA LIPA - Don't Start Now, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato l'11 novembre 2019.
  71. ^ (SL) Tedenska lestvica - 1 teden - 30.12.2019-05.01.2020, SloTop50. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  72. ^ (ES) Dua Lipa - Don't Start Now, su elportaldemusica.es. URL consultato il 12 novembre 2019.
  73. ^ (EN) Dua Lipa Chart History - Hot 100, Billboard. URL consultato l'11 novembre 2019.
  74. ^ (SV) Veckolista Singlar, vecka 45, Sverigetopplistan. URL consultato l'8 novembre 2019.
  75. ^ (DE) Dua Lipa - Don't Start Now, Schweizer Hitparade. URL consultato il 10 novembre 2019.
  76. ^ (RU) Top City & Country Radio Hits - Ukraine - 18 Nov-24 Nov 2019, Tophit. URL consultato il 25 novembre 2019.
  77. ^ (HU) Stream Top 40 slágerlista - 2019. 45. hét - 2019. 11. 01. - 2019. 11. 07., Magyar Hanglemezkiadók Szövetsége. URL consultato il 15 novembre 2019.
  78. ^ (RU) Top City & Country Radio Hits - Russia - 2019, Tophit. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  79. ^ (HU) Stream Top 100 - darabszám alapján - 2019, Magyar Hanglemezkiadók Szövetsége. URL consultato l'8 gennaio 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica