Domenico del Santissimo Sacramento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

«Nelle piccole cose di ogni giorno avrò cura della mia fedeltà.»

(Dal diario del Beato Domenico)
Beato Domenico
del Santissimo Sacramento
Domingo Iturrate.JPG
 
Nascita11 maggio 1901
Morte7 aprile 1927
Venerato daChiesa cattolica
Beatificazione30 ottobre 1983
Santuario principaleParrocchia Santissimo Redentore, Algorta.
Ricorrenza11 maggio

Domenico del Santissimo Sacramento, al secolo Domingo Iturrate Zubero (Dima, 11 maggio 1901Belmonte, 7 aprile 1927), è stato un presbitero spagnolo dell'Ordine della Santissima Trinità; è stato proclamato beato da papa Giovanni Paolo II nel 1983.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Domenico nacque l'11 maggio 1901 nella borgata Biteriño (Vizcaya, Spagna). I genitori Simone Iturrate e Maria Zubero erano ferventi cristiani e diedero una salda educazione religiosa e morale ai loro figli, infatti Domenico già da piccolo aveva la abitudine di frequentare ai servizi religiosi nella sua parrocchia, dove divenne chierichetto.

Entrò nel Collegio-aspirantato dei Padri Trinitari di Algorta, Vizcaya, il 30 settembre 1914. L'11 dicembre 1917 vestì l'abito dei Trinitari, iniziando il noviziato nel convento-santuario della “Virgen Bien Aparecida”.

Il 14 dicembre 1918 fece la professione semplice e dopo aver compiuto il primo anno di filosofia, nell'ottobre 1919 fu inviato al convento di San Carlino alle Quattro Fontane a Roma. Continuò gli studi filosofici alla Pontificia Università Gregoriana, dove conseguì la laurea in filosofia il 3 luglio 1922. Il successivo 20 ottobre fece i suoi voti perpetui. Continuò gli studi in teologia, laureandosi anche in Gregoriana il 26 luglio 1926.

Fu ordinato sacerdote nella Basilica dei Dodici Apostoli il 9 agosto 1925, celebrando la Prima Messa il 15 dello stesso mese. Nel Seminario dei trinitari aveva il compito di “assistente” del padre Maestro, per l'osservanza della disciplina e poi, i suoi superiori valutando le sue ottime qualità di formatore, nel Capitolo Generale del 1926, lo nominarono Maestro degli studenti trinitari.

Il padre Domenico avvertì i primi sintomi della tubercolosi polmonare ai primi di giugno del 1926; fu mandato nella vicina Rocca di Papa. Dopo sette anni di permanenza a Roma, fu trasferito con urgenza ad Algorta in Spagna, dove arrivò il 6 settembre 1926. Il 28 novembre fu trasferito a Belmonte (Cuenca, Spagna), dove morì il 7 aprile 1927.

Fu beatificato da papa Giovanni Paolo II il 30 ottobre 1983. La sua memoria liturgica si celebra nell'Ordine Trinitario l'11 di maggio.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Manuel Fuentes, La voluntad de ser santos: beato Domingo Iturrate Zubero, Trinitario, Deusto, 1983.
  • José Gamarra, Beato Domingo Iturrate in Meditaciones Trinitarias, Roma, Secretariado general trinitario, 2003.
  • José Hernández Sánchez, Espigando en el patrimonio trinitario, Roma, Tipografia Cardoni s.a.s., 2001. ISBN 88-900340-2-5.
  • Andreas Resch, I beati di Giovanni Paolo II 1979-1985, Volume I, Libreria Editrice Vaticana, 2000. ISBN 978-88-209-7032-1.
  • Carlos Maria Zabala, Beato Domingo Iturrate: Juventud Comprometida, Algorta, Trinitarios, 1983.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]