Domenico Centamore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Domenico Centamore (Scordia, 24 settembre 1967) è un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque nel 1967 a Scordia, in provincia di Catania. Venne di solito scelto per le sue capacità attoriali da caratterista, ed è noto per l'interpretazione del personaggio Vito nel film I cento passi. Inoltre ha recitato sia nel film, La meglio gioventù e che nella miniserie tv, Il capo dei capi, in cui interpreta il ruolo di Giovanni Brusca.

Nel 2008 ha interpretato Balduccio Di Maggio ne, Il divo, di Paolo Sorrentino.

Nel 2009 appare su Canale 5 nella miniserie, L'isola dei segreti - Korè, per la regia di Ricky Tognazzi, nel ruolo di Guido. Nello stesso anno torna al cinema con il film, La matassa, di Ficarra e Picone nel ruolo di Ignazio, un originale ed improbabile esattore mafioso. Successivamente recita nel film, Baarìa, di Giuseppe Tornatore.

Nel 2011 partecipa al film TV, Edda Ciano e il comunista, di Graziano Diana. Nel 2013, con La mafia uccide solo d'estate di Pif, nel ruolo di Leoluca Bagarella, entra nella cinquina dei David di Donatello come interprete della canzone originale "Cosami Lady", interpretazione dialettale del titolo "Cause I'm your lady", di Ivana Spagna, canzone dei titoli di coda del film. Nel 2014 ne, La trattativa, di Sabina Guzzanti, interpreta i ruoli di Mimmo Teresi, di un poliziotto, di un traduttore di Giovanni Brusca e di se stesso. Sempre nel 2014 nel film TV, Il giudice meschino di Carlo Carlei appare nel ruolo di Francesco Manto. Nello stesso anno riceve un premio al Mizzica Film Fest. Inoltre, sempre nel 2014, appare anche nel film, Anime nere di Francesco Munzi, primo film italiano in concorso mostrato al Festival di Venezia. Sempre nel 2014, nella serie, Il giovane Montalbano, di Gianluca Maria Tavarelli, è protagonista della puntata nel ruolo di Matteo Cosentino. Nel 2015, sempre per Rai Uno, è l'ispettore Cariddi nella miniserie, Lampedusa di Marco Pontecorvo, mentre al cinema è Tonino, scagnozzo di Don Calò nel film, In guerra per amore, di Pif.

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Web[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggio[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]