DomainKeys Identified Mail

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

DomainKeys Identified Mail (DKIM) è un metodo di autenticazione delle email, realizzato per prevenire lo spoofing. Consente, a chi riceve un’email, di verificare la provenienza del messaggio, in modo da accertarsi dell’autenticità del mittente. Il DKIM è utilizzato per contrastare il phishing e lo spam delle email.

In termini tecnici, il DKIM consente a un dominio di associare il proprio nome a un'email mediante l'apposizione di una firma digitale. La verifica viene eseguita utilizzando la chiave pubblica del firmatario pubblicata nel DNS del dominio. La firma garantisce che il messaggio del'email (inclusi gli allegati) non sia stato modificato dal momento in cui è stata apposta la firma.[1] Di solito, le firme DKIM non sono visibili agli utenti poiché sono apposte o verificate dai service provider (SP). Per questo motivo, il DKIM differisce dalla crittografia end-to-end, la quale non prevede interazioni di terze parti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dave Crocker; Tony Hansen; Murray S. Kucherawy, eds. (September 2011). "Data Integrity". [rfc:6376 DomainKeys Identified Mail (DKIM) Signatures]. IETF. sec. 1.5. doi:10.17487/RFC6376. RFC 6376. https://tools.ietf.org/html/rfc6376#section-1.5. Retrieved 6 January 2016. "Verifying the signature asserts that the hashed content has not changed since it was signed and asserts nothing else about "protecting" the end-to-end integrity of the message."Template:Cite IETF

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]